20 proverbi olandesi nascosti nel quadro di Pieter Bruegel il Vecchio (parte 1)

Avete presente quando dite: ora guardo il nuovo video di Lana del Rey su Youtube…E vi ritrovate 3 ore dopo sotto alla scrivania a dondolarvi e darvi le manate in testa perchè siete capitati su video dai titoli come: ” Le 10 malattie più assurde” oppure ” I 10 bambini più cattivi della storia”…

14051628375_75b016df00_b

A me succede sempre e di base trascorro così la mia prematura vecchiaia: inglobato da Youtube.

Ogni tanto per l’ effetto serendipity mi capita di trovare cose interessanti, come un video che spiegava i proverbi olandesi e fiamminghi nascosti ne quadro del 1559 di Bruegel il Vecchio, dal titolo: ” Nederlandse Spreekwoorden.”

Il Bruegel, che era un pittore del rinascimento fiammingo originario del cattolico Brabant, era conosciuto per la sua rappresentazione dell’ assurdità, fragilità e follia del genere umano.

Anche questa sua opera, che raccoglie circa 120 detti popolari e proverbi (molti dei quali ora in disuso), vuole non solo rappresentare i vizi della natura umana ma vuole anche essere una lode alla ricchezza, ironia e immediatezza della saggezza popolare.

Io tra tutti i proverbi ne ho scelti 20, quindi se volete sapere gli altri…Googolate.

NP-79

1) Men moet geen rozen (paarlen) voor de zwijnen werpen (dare rose ai maiali) : gettare le perle ai porci

NP-5

2) Qui abbiamo una tripletta:

LEGGI ANCHE: Di mancanze e di pittori con pochi colori

2 a) De kat de bel aanbinden (ettere una campanella al gatto): essere poco discreti su piani segreti

2 b) Tot de tanden bewapend: essere armato fino ai denti

2 c) In het harnas steken (Mordere l’acciaio): essere vanagloriosi o impudenti

NP-58

3) Voor God een baard van vlas maken (Attaccare una barba finta a Cristo): nascondere un inganno con ipocrisia

BRU_-_NP_07

4) Tegen een oven gapen ( Cercare di aprire la bocca più del forno): fare il passo più lungo della gamba

NP-80

5) Een kaars voor de duivel branden (Accendere un cero al diavolo): accendere un cero a Gesù ed uno al diavolo

NP-87

6) Ne abbiamo due in questo frammento ispirato alla favola di Fedro:

LEGGI ANCHE: 5 cose che amo di Amsterdam dopo 5 anni

6 a) De haan en de vos hebben elkaar te gast (La volpe e la gru si intrattengono a vicenda): essere come il gatto e la volpe

6 b) Wat heb je aan een mooi bord als het leeg is? (A che serve un bel piatto se non contiene niente?): tanto fumo e poco arrosto

NP-88

7) Op hete kolen zitten (Sedere sui carboni ardenti): stare sulle spine

NP-19

8  ) Op de wereld schijten (cacare sul mondo): disprezzare tutto

NP-30

9) Anche qui se ne possono trovare due:

9 a) Ergens de gek mee scheren (radere il matto senza schiuma): prendersi gioco degli altri

9 b) Twee zotten onder één kaproen (Due matti sotto lo stesso cappuccio): essere culo e camicia

NP-35

10) Van de os op de ezel springen (Cadere da un bue su un asino): cadere dalla padella alla brace

Vuoi scoprire gli altri 10 proverbi nel prossimo post o ti sei già rotto le balle? Lascia un commento qui sotto, oppure sulla Pagina Facebook (QUI) a cui puoi iscriverti cliccando “Mi Piace”!

Genti d’ Olanda: storie e ritratti a colori di Italiani in Olanda, in collaborazione con +31mag. Date un occhio alla fanpage QUI!

 

Precedente StrambAmsterdam: come nasce (e come muore) la scritta I Amsterdam Successivo 20 proverbi olandesi nascosti nel quadro di Pieter Bruegel il Vecchio (parte 2)

Lascia un commento


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>