Culture shock 7: Nederlanders weten helemaal niets over Italië

Cliente: “Di dove sei?”

Io: “Sono Italiano”

Cliente: “Ahhh Itttàlliaaa!”

Io: …Non farlo…Non fare l’accento stereotipato da B movies americani sugli italiani…

Cliente: “Mammmammmiiiaaa!!! Bela Itttàlllliiiaa!!”

Io: …Eccollallà…Ti odio…


Cliente: “Limmmonncelllo! Manndollinnoooo! Puonno manciare!”

Io:...Ma che cavolo sta facendo con le mani? Ha le convulsioni questa?

Cliente: ” Bellannappoli!! Berlusc…”

Io: “SIGNORA!!” Si contenga cribbio! “Vorrei farle notare che in questo momento è come se si trovasse di fronte ad una persona di colore e dicesse budubudumbudumbudumbudu! E’ irrispettoso…” E se aggiungi un’altra doppia ti tiro una centra sui denti…

Cliente: “Mi scusi, non credevo…”

Io: “L’importante è che la smetta…Prendete il caffè?” Sorrisone professionale, dai da bravo…Cuccia Marco…

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Io: “Avete mangiato bene?”

Cliente: “Mucho bueno!”

Io: “Grazie…Vedo che sa lo spagnolo”

Cliente: “No, è italiano!”

LEGGI ANCHE: Culture Shock 6: Ik spreek geen goed Nederlands (perchè le figure barbine non finiscono mai)

Io: ma porca…“Guardi, io sono italiano, noi diciamo molto buono, inoltre credo che in spagnolo si dica muy bueno…

Cliente:” Italiano, spagnolo, è lo stesso no? Hahhahaha!”

Io: Qui ti volevo marrano olandese! Mò te sistemo io, che ne ho piene che mi parlate in spagnolo maccheronico che per voi è uguale all’italiano… “Peccato che non parlo tedesco, altrimenti sarebbe lo stesso che parlarle in olandese, no?”

Sulla tavolata scende il gelo…

Cliente: ” Mi ripeti come si dice in italiano per favore?”

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Io: “L’Ozio buongiorno”

Cliente: “Puonasiri, perfavori tafli stasri ‘ttri perrsonna oddo”

Io: ...Qui giace stuprata la nostra bella lingua dal marinaio olandese...”Scusi, le dispiace parlare in olandese per favore?”

Cliente:” Ah, pensavo fossi italiano!”

Io: ma che me pijja pel culo questo? “Io sono italiano…”

Cliente: ” E non hai capito cosa ho detto?”

Io: Excuse-me? “Non era molto…come posso dire…” Era come quando ho il cervello in panne e cerco di parlare olandese “…Era molto creativo, diciamo…”

Cliente: “Eh forse ho parlato un po’ spagnolo, si vede che non parli spagnolo…”

Io: Spetta che mi segno bene il nome che stasera ti faccio trovare le portate con gli ingredienti extra…Che ho anche il raffreddore oggi…

Continua…Magari fosse finita qui…

Se anche tu ti trasformi nella signorina Rottermeier quando ti stereotipano pesantemente, lascia un commento qui sotto, oppure sulla nostra pagina facebook QUI, a cui puoi iscriverti cliccando “Mi Piace”, con contenuti extra (quasi) giornalieri.

Precedente Ad Amsterdam le coccinelle vogliono dirti qualcosa Successivo Da Mangiassai sei come a casa, però più a Sud

11 thoughts on “Culture shock 7: Nederlanders weten helemaal niets over Italië

  1. Manu il said:

    Fantastico pezzo, mi sento emotivamente molto vicina.. In un ufficio (tutto olandese) dove QUOTIDIANAMENTE ho un collega che dice parole a caso con quell’accento pseudo napoletano fastidiosissimo a cui accennavi…
    Che nervi!!!!

  2. Ed e’ tutto troppo veroooo!
    Io divento il Super-Saiyan quando, per ogni parola pseudo-italiana dicano, che sia ‘Cciao’ o ‘Bbella rragattzzaa!! ‘ dimenano le mani alla “macheminnkiastaiaddi”?? Oltre a strappare la terra dal mare, potevano anche recuperare quella parte di cervello, gia’ che c’erano…..
    😀

  3. federica il said:

    fenomenale!!! però è troppo vero porca miseria…. addirittura durante un meeting couchsurfing mi son dovuta sorbire quattro deficenti (tra cui due olandesi) che si son passati la serata a parlare dell Italia (a modo loro, si intende) e dell’ italiano (cosa ancora più deprimente)….. come ho odiato la globalizzazione in quel momento…. !!!!! … da premettere che sono siciliana il che per molti “stolti” è tutto dire!!

  4. Come vi capisco.. In Germania idem un sacco di gente che crede di sapere tutto sull’Italia magari perché è stata una settimana al mare a Jesolo.. appena ti sentono dire Ich bin Italiener cominciano a gesticolare come dei primati (sbagliando gesti perché usano quello che noi usiamo per dire cosa dici per qualsiasi cosa, compresa oggi è una bella giornata) e tirano fuori i fantastici tre, Berlusconi, Schettino e il Padrino.. E quell’odioso accento stereotipato con 10 doppie a parola che nemmeno i mafiosi (quelli veri) avranno mai usato.. Però ormai ho imparato a fronteggiarsi, dico loro che si stanno comportando come tutti quelli stranieri che stereotipizzano l’intera Germania con la Baviera, parlando di pantaloni di pelle brezeln e Oktober Fest (il tedesco medio non ama i bavaresi quindi gli girano un sacco) o che appena vedono la polizia tedesca che ci fa giù pesante nelle manifestazioni fanno confronti con la Gestapo.. Questo è un colpo basso da stronzi ma almeno ti sbarazzi del simpaticone di turno perché a nessun tedesco piace parlare di questo tema..

Lascia un commento


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>