10 cose da non fare se venite a visitare Amsterdam

1) Non portatevi la macchina. Ad Amsterdam non ha senso, soprattutto se siete turisti. I parcheggi sono tutti a pagamento all’interno del ring, non sono economici e la città è piccola. Camminare, noleggiare una bicicletta ed usufruire dei mezzi pubblici sono le modalità di trasporto che vi permetteranno di visitare al meglio la città. Se proprio volete fare gli alternativi, compratevi un tour su di uno dei risciò a pedali che sostano in Piazza Dam.

2) Non fotografate le operaie del piacere nel quartiere a luci rosse. Oltre ad essere un gesto da cafoni, è proibito dalla legge e rischiate di prendervi (giustamente) delle multe. Ogni “vetrina” è dotata di allarme per cui le signorine che le affittano sono in grado di chiamare la polizia in ogni momento. Oppure escono e vi menano direttamente loro…E fanno bene!

LEGGI ANCHE: to tip or not to tip?

3)Non andate a visitare i musei o qualsiasi altra attrazione turistica nel tardo pomeriggio. Alle 17 qui chiude tutto e non c’è verso di protestare che sei entrato un’ora prima e non hai ancora finito di visitare la prima sala. La signorina sorridente e gentile con una evidente fretta in volto di mandarti via, ti farà capire che sono affaracci tuoi e che gli orari sono scritti ovunque. Quindi pollo tu che hai pagato il biglietto per vedere i bagni ed un paio di Rembrandt.

4)Non passate l’intera vacanza a farvi le canne. Drogatevi e sballatevi qui e là ma fatevi il favore di avere la lucidità per scoprire cosa offre questa città al di fuori della zona prettamente turistica adiacente alla Stazione Centrale.

5)Non soffermatevi a guardare troppo all’interno delle finestre delle abitazioni private. Amsterdam ed i Paesi Bassi in generale sono famosi per le ampie vetrate senza tende, un retaggio del controllo sociale apportato dal movimento calvinista che ha messo radici secoli fa nel North Holland. Il fatto che permanga la tradizione di permetterti di guardare nel privato degli altri così da farti capire che non stanno facendo nulla di male, non significa che potete appiccicare il naso ai vetri o indicare con il dito ciò che vedete.

6)È scontato ma non viene mai ripetuto abbastanza: non camminate sulle piste ciclabili, stateci attenti. Ci devono aver fatto una maledizioni a noi italiani, in buona compagnia dei cugini spagnoli, per cui in un modo o nell’altro, ci riversiamo in massa sui sentieri color ocra come tanti Cappuccetti Rossi sbadati. Qui vige la legge non scritta per cui le biciclette hanno la precedenza su tutto, anche sulla tua salute fisica. Se vi fate male, cavoli vostri perchè la maggior parte degli olandesi sono assicurati per questo tipo di incidenti, mentre voi no. Se proprio volete imparare le parolacce autoctone, allora sdraiatevi  nel mezzo e aspettate…

7)Non andate a visitare il Dungeon se non sapete l’inglese. L’attrazione in sè è divertente, ma ci sono molte parti recitate dagli attori, in un misto di olandese ed inglese, che se non siete in grado di padroneggiare almeno una delle due lingue, risulterà pedante, anche perchè dura più di un’ora.

8 ) Se proprio volete andare a mangiare in un ristorante italiano, non entrate in quelli dove notate che le lavagne ed i menù contengono degli errori grammaticali. Per prima cosa significa che i cuochi ed i gestori non sono italiani, quindi andate piuttosto a strafogarvi di sushi…Inoltre io una cosa che si chiama vitèlo tonàto o una quatro staghioni non  la mangerei neanche se me la offrissero. Ci sono alcuni buoni ristoranti italiani in città, fatevi una ricerchina e prenotate, sempre! Ricordatevi che in molti ristoranti la cucina chiude alle dieci di sera. Potete guaradre sul sito di recensioni Iens.nl, qui molto popolare e piuttosto attendibile.

9) Non passegiate per la città bevendo alcolici in bella vista, è vietato per legge. Potete camuffare le bottiglie in sacchetti di carta o plastica e questo è già più tollerato. Inoltre, se siete in un ristorante e volete fumarvi una sigaretta portandovi il bicchiere di vino fuori con voi, è considerato cortese chiedere il permesso al personale di sala. Gli olandesi lo fanno sempre, essendo a casa loro a mio avviso è meglio imitarli…In questo caso!

10) Non pagate il conto al centesimo quando siete al ristorante, gli olandesi lo fanno solo se sono veramente scontenti del servizio. La mancia non è obbligatoria ma è considerata buona abitudine. Anche un euro lo si lascia, sempre. Se lasci cinque centesimi, o sei belga o tedesco o troppo tirchio ed imbarazzante per essere una persona reale. In Italia capisco che non si fa ma ricordo, ancora una volta, che qui siamo ospiti ed è giusto rispettare piccoli accorgimenti anche se a volte scomodi.

Pace e Bene!


Vi viene in mente altro? Scrivete un commento qui sotto oppure sulla nostra pagina facebook! (QUI)

Precedente Cose che non mi ci abituo: gli olandesi ed il ghiaccio naturale (seconda parte) Successivo Knuffoliamoci: il Cafe Blue e le storie che ti raccontano i tetti

24 thoughts on “10 cose da non fare se venite a visitare Amsterdam

    • marco amico di sara il said:

      Sai com’è Taddeo, quando parli quotidinamente 4 lingue fai un po’ di casino! Adesso correggo comunque, grazie per l’appunto! Attentissimi questi lettori!

  1. Olandesina76 il said:

    Tu parli 4 lingue?? Doh… O.o mi sento ingorantissima Mas…vabbeh..stò recuperando però..io parlo Italiano,Inglese e Spagnolo ma voglio far eun corso di francese! :-) Ho preso appunti in ogni caso,io quando vengo in Olanda voglio fare sempre bella figura ^^

    • marco amico di sara il said:

      3 le parlo (inglese, francese e italiano) e con una mi esprimo facendo dei gran risotti ogni tanto…Indovina qual’è? :p

  2. PALLE il said:

    SI, VA BBEH, IN ITALIA NON SI LASCIA LA MANCIA, PERCHè SE LA PRENDONO CON IL COPERTO, SERVIZIO AI TAVOLI E ALTRE ESTORSIONI VISIBILI DALLO SCONTRINO…. ALTRO CHE UN EURO DI MANCIA!!!

  3. grazie!ottimi consigli!il giudizio sugli Italiani e` perfetto e anche troppo gentile! sapresti per caso dirmi dove posso trovare mappe della citta`, per android, offline?
    Bella domanda eh?
    Grazie

    • marco amico di sara il said:

      Bello mio, ti ringrazio per il tuo commento ed i complimenti…Per il resto mi dispiace ma di androidi conosco solo quelli di Asimov :)

    • marco amico di sara il said:

      Ciao Martina, l’undicesima cosa da non fare se vieni a visitare Amsterdam è chiedere a me se puoi trovare lavoro :) A parte gli scherzi, non ne ho idea visto che non conosco il tuo settore. In bocca al lupo!!

  4. Salve a tutti… mi sono trovata per caso su questo sito e non ho potuto fare a meno di commentare la 10. Sono italiana ma lavoro in un ristorante in Olanda, non ad Amsterdam. Beh ti posso assicurare che fra tutti i miei clienti forse il 40% si degna di lasciare 1 euro anche con un servizio perfetto. Gli olandesi NON lasciano la mancia affatto volentieri. Sono d accordo però che da buoni italiani lasciare qualche euro è dovuto :)

Lascia un commento


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>