Jim Thompson House: un gioiello da non perdere

Una delle attrazioni forse meno note di Bangkok, ma non per questo da trascurare, è la casa dove visse Jim Thompson, un personaggio molto noto nella capitale thailandese. Questo americano nato  nel 1906 a Greenville, una cittadina del Delaware, scoprì Bangkok ed il sudest asiatico come membro del servizio informazioni dell’esercito del suo paese. Una volta terminato il servizio decise di fermarsi in Thailandia, dedicandosi alla scoperta della tessitura della seta a mano, un’arte tradizionale ormai quasi dimenticata che Thompson contribuì a far rivivere, lui stesso dotato colorista e stilista tessile, facendola conoscere a livello internazionale. Oggi andiamo alla scoperta della Jim Thompson House!

jim thompson house 1Tuttavia Thompson è più che altro ricordato per la sua casa, oggi trasformata nel museo Jim Thompson House, finita col trovarsi a pochi minuti dal pulsante cuore commerciale di Bangkok. L’edificio è in realtà il risultato dell’accostamento, iniziato nel 1958, di sei diverse costruzioni in legno di tek, che Thompson ha fatto smontare e trasportare da diverse luoghi intorno a Bangkok, alcune anche dall’antica capitale Ayutthaya. Si tratta di alcuni degli esempi più raffinati dell’architettura thailandese, il più recente dei quali ha due secoli di vita, che danno al visitatore la sensazione di trovarsi al centro di un raffinato mondo proprio di un’altra epoca, lontana dalla frenesia della moderna Bangkok.

jim thompson house 2Fedele alle tradizioni locali che amava riscoprire, Thompson edificò questa casa secondo le antiche consuetudini, come quella di rialzare la casa rispetto al terreno – una difesa dalle inondazioni – oppure quella di compiere riti religiosi per scusarsi con gli spiriti del luogo di averli disturbati. Le tegole del tetto vennero cotte ad Ayutthaya secondo uno stile vecchio di secoli, i muri esterni vennero dipinti con scene tipiche thailandesi e vennero presi molti altri accorgimenti. Tuttavia Thompson si concesse anche delle raffinatezze come i lampadari di gusto più recente – XVIII e XIX secolo – e piastrelle provenienti da Italia e Belgio.

All’interno questa meravigliosa casa ospita la collezione raccolta da Thompson nei suoi anni thailandesi. Qui troverete numerosissimi dipinti, vasi, statue e moltissimi altri oggetti di elevato valore artistico provenienti da tutto il sudest asiatico, diventando presto un punto di richiamo per gli stranieri di passaggio a Bangkok. Furono molte le persone che pranzarono nella sala da pranzo di Thompson, su di un tavolo proveniente da Chinatown ed in precedenza destinato al gioco d’azzardo, in particolare al Mahjong. A rendere il tutto ancora più gradevole è il piccolo, ma davvero ricco di piante, giardino che troverete al di fuori della casa di Jim Thompson.

jim thompson house 3Intorno alla figura di questo americano innamorato della Thailandia aleggia anche un mistero. Thompson è infatti scomparso nel nulla il 26 marzo 1967 durante una visita in Malesia, a Cameron Highlands. Ancora oggi nessun indizio è stato trovato per poter spiegare cosa sia accaduto e la scomparsa di Thompson resta quindi avvolta nel mistero, per la cui soluzione vennero anche interpellati ben 110 medium ma senza alcun risultato. Molte le leggende che fiorirono dopo la sua morte, rapito dai comunisti secondo alcuni e suicida secondo altri, sbranato da animali feroci o scomparso per difendersi dalla sua fama. Il caso resta irrisolto…

La casa museo di Jim Thompson è visitabile solo con visite guidate che vengono svolte all’incirca ogni mezz’ora in varie lingue tra cui inglese e francese. Il biglietto d’ingresso costa 150 baht, vi chiederanno in che lingua preferite la visita. Entrando e dirigendovi sulla sinistra arriverete poi ad un altro bancone dove segneranno sullo scontrino ora della visita ed una lettera corrispondente al vostro gruppo per la visita guidata. Potete aspettare sulle panchine, nei negozi presenti oppure visitando il giardino, al momento opportuno una simpatica ragazza chiamerà la vostra lettera e potrete accedere nella casa museo, ovviamente togliendovi le scarpe!

jim thompson house 46 Soi Kasemsan 2, Rama 1 Road, Bangkok ogni giorno dalle 9 alle 18. Costo 150 baht, 100 per gli studenti con meno di 22 anni.

I commenti sono chiusi.