Ancora sul lavoro a Barcellona

Qualche giorno fa ho di nuovo ricevuto un messaggio da una coppia che legge il blog, sempre sulla spinosa questione di come trovare un impiego a Barcellona.

Riporto il testo del messaggio:

Chiedo informazioni relative a come [...] vivere e trovare un lavoro in Spagna a Barcellona e quali sono le difficoltà per trovare lavoro e se in Spagna c’è una forte crisi oppure offre possibilità per trovare un lavoro.
Io sono italiano e sto con una brasiliana che devo legalizzare, siamo sposati e so che lei ha bisogno di un visto ma se è legalizzata porebbe lavorare, ora viviamo in Manaus, Brasile.

In precedenza avevo fatto una piccola panoramica della questione crisi a Barcellona. Cari lettori, non so quale sia la vostra situazione lavorativa attuale, ma a meno che non siate pronti al rischio e contempliate un’eventuale rapido ritorno a casa, fossi in voi non mi muoverei da dove siete. Come detto in un post precedente, consiglio di venire a cercare fortuna a Barcellona solamente a chi non ha come scopo solo quello di trovare rapidamente un lavoro, ma magari desidera studiare o farsi un viaggio, indipendentemente da come possa andare la ricerca di impiego.

Nel caso specifico di questi lettori, non conoscendo la loro attuale situazione mi risulta difficile dare dei consigli, l’unica cosa che ho chiara è il fatto che la moglie del ragazzo che mi scrive è brasiliana e dunque non dotata di passaporto europeo: direi che per lavorare in Spagna o cercare un lavoro con maggiore tranquillità in Europa sarebbe necessario per lei acquisire il passaporto italiano. Non sono molto ferrata in materia, ma a quanto ne so, un cittadino non comunitario ha bisogno di un contratto di lavoro per avere i documenti in regola; nel caso in cui non abbia un lavoro potrebbe arrivare in Europa solamente come studente, quindi solo con l’iscrizione all’università già formalizzata.

Per quanto riguarda il lavoro, la situazione non è delle più rosee nemmeno qui, la disoccupazione è arrivata a livelli piuttosto alti e sì, le offerte di lavoro ci sono, ma la concorrenza è numerosa e spietata se siete in cerca di un impiego, e spesso le condizioni offerte non sono certo quelle a cui ero abituata tempo fa quando ho messo piede in Spagna. Gli stipendi proposti sono bassissimi, pensando che gli affitti sono comunque alti, si arriva a fatica a fine mese (non è impossibile, ma diciamo che non è nemmeno facile), si rischia spesso di trovare lavori a tempo determinato e di dover stare continuamente alla ricerca di un nuovo contratto quando si conclude un impiego temporaneo.

L’unica cosa che mi viene in mente per farvi un po’ capire la situazione, cari lettori, è invitarvi ad iscrivervi a Infojobs, il portale di annunci di lavoro più usato in Spagna, o di dare un’occhiata alla sezione impiego di Loquo. In questo modo, cercando annunci adatti a quello che vorreste fare o alle vostre caratteristiche, avreste forse una prima idea delle vostre possibilità in Spagna.

Un’altra cosa che potreste fare è cercare la presenza di aziende brasiliane in Spagna o spagnole in Brasile che possano essere interessate alla conoscenza del portoghese brasiliano da parte vostra. Per esempio, per l’Italia, esiste un sito di promozione del commercio italiano all’estero ed estero in Italia in cui potete vedere qual è la presenza italiana negli stati esteri, vi si trovano infatti indirizzi di aziende a cui poter mandare il vostro curriculum. Probabilmente esiste qualcosa di simile per il Brasile, provate a chiedere alla Camera di Commercio.

In bocca al lupo, qualsiasi sia la vostra scelta!

One thought on “Ancora sul lavoro a Barcellona

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>