Crea sito

Capua

Foto di A. De Maio
Foto di A. De Maio – .http://www.fotoeweb.it/Capua.htm

La storia di Capua si interseca con quella di Santa Maria Capua Vetere, sorgendo quest’ultima sul luogo dell’antica Capua. Capua Vetere venne distrutta nel 841 ad opera dei Saraceni, e gli abitanti si rifugiarono nella vicina Casilinum, porto fluviale di Capua antica, che divenne, intorno al 841-842 la nuova Capua.
La città di Capua risente nella sua struttura urbana l’influsso della dominazione longobarda prima e successivamente delle dominazioni normanna (1062-1195), sveva (1196-1265) e angioina.
Nel 1542-1552 furono costruiti il Castello, detto di Carlo V perchè ne promosse la costruzione, e la complessa cinta di mura bastionata.

Nel 1818, per volontà di re Ferdinando I di Borbone, perse la prerogativa di capoluogo, a favore di Caserta.
Nel 1860, presso Capua, Garibaldi sconfisse i Borbone e la città fu occupata dalle truppe piemontesi.
Da vedere:
Capua è una delle città più belle del meridione, tanto da essere definita “La Porta del Sud”. Di notevole importanza sono:

  • Il Duomo di Capua
    Fu eretto nell’856 dal vescovo longobardo Landulfo, mentre la Torre Camparia nel 861 da Landone. Soggetto a trasformazioni già dal 966 quando fu dichiarata Chiesa Metropolitana da papa Giovanni XIII, ha subito nel corso dei secoli varie modificazioni e decorazioni. A causa di un bombardamento aereo del 1942, dell’edificio medievale rimangono solo l’atrio quadrato con colonne e capitelli di età romana, il campanile quadrangolare in cui sono incastrati bassorilievi e iscrizioni provenienti dall’Anfiteatro Campano. All’interno custodisce il candelabro pasquale del XII secolo. Nella cripta retta da colonne di granito, si può ammirare il sepolcro di Cristo, il cero pasquale marmoreo finemente decorato, il basamento del fonte battesimale e un Cristo morto di Matteo Bottiglieri (XVIII secolo).
  • Le Torri di Federico II
  • Il Castello di Carlo V
  • Il Castello delle Pietre
  • Chiesa di S. Eligio e altre chiese medievali.
  • La Cinta muraria bastionata
  • La Polveriera austriaca
  • Ponte romano sul Volturno. Collegava la città con la Via Appia.
  • Palazzo Fieramosca. Di età angioina con tracce di età longobarda e rinascimentale oltre che aggiunte ottocentesche.
  • Palazzo Gran Guardia
  • Sala D’Armi
  • Museo Campano. Ospitato nel rinascimentale Palazzo Antignano, è una delle istituzioni di maggiore pregio della regione.
  • Museo Diocesano.
    Altre foto di Capua

Soggiornare a Capua

Pubblicato da borghicastelli

Giulio D. Broccoli