Crea sito

Leggenda di San Bernando

In preparazione

Leggenda che perciò non parla di San Bernardo, bensì,,, non si sa bene se di un Abate o di un Vescovo, molto prestigioso ed autorevole, che <> il Diavolo costringendolo a scappare !
Secondo la leggenda, che amava ripetere spesso mio padre – nato a Pietravairano il 1899 e morto nel 1994 – fra i monaci non c’era più fede, litigavano fra di loro, si davano alla lussuria, in una parola la Ferrara era diventato un covo di “vipere”! l
L’autorevole Abate(San Bernardo ???), prese atto della presenza del MALIGNO(Diavolo) nascosto fra i monaci ,,,il Diavolo che aveva preso le sembianze di uno di loro!
Divise i monaci in due gruppi chiedendo loro di allinearsi in due file <>, la somma delle quali sarebbe dovuta essere uguale al numero <> dei monaci della Ferrara!
Il Sant’Uomo incomincio a contare la prima fila e poi la seconda,,,, e la somma risultava essere uguale al numero effettivo dei monaci della Ferrara.
Ma i conti non gli tornavano perché era sicuro, che doveva essercene uno in più ,,, il Diavolo con le vesti di monaco!
Anche il Sant’uomo Abate(o San Bernardo???) stava per rinunciare e buttare la spugna ,,,, A DIMOSTRAZIONE DI QUANTO IL DIAVOLO FOSSE CAPACE DI CAMUFFARSI, ,,,, quando nell’alzare lo sguardo sul fondo delle due file vide uno dei monaci passare da una fila all’altra. ,,,, senza dire niente continuò a contare e fu così che si accorse del monaco(DIAVOLO) che faceva il <> pera detto <> ,,, ponendo fine alla funzione religiosa della Ferrara ,,,

non far accargere di essere l’INTRUSO.

Il Santo Abate indossato i paramenti sacri, con l’Acqua Santa in mano <>,,, il quale costretto a fuggire, si trasformò in una <> , andando verso il Volturno dove <> delle COLONNE ,,,che fece rovesciare nel Fiume,,,, però preseguì la sua corsa sulla montagna di fronte sopra ROCCA VECCHIA,,,, provocando quel famoso <> ,,, rimasto tale, ancora oggi si può vedere,, ed ammirare <>.
A proposito delle colonne <>,,, mio padre raccontava di aver giocato da bambino su una di queste, seguendo il padre durante i lavori di <>. Che non trattasi di qualche tempietto pagano? ,,, forse facente parte di quell’insediamento d’epoca romana di cui parla lo studioso e docente universitario DELL’800 l Lucio Geremia dei Geremia nel libro sulla Storia di Vairano?

Sempre sulle leggende intorno alla Ferrara, ed a conferma della condotta non proprio esemplare dei monaci ,,,,, ve ne un’altra che parla del Re Giocchino Murat (erede dello spirito della Rivoluzione Francese) , ,, che giunto alla Ferrara, rimasto impressionato dalla cattiva condotta dei monaci, disse: << ,,,, BASTA … NIENTE PIU’ MONACI, MA SOLO SOLDATI..>> … ponendo così fine alla <>,,,,,

Pubblicato da borghicastelli

Giulio D. Broccoli