Crea sito

Riardo

riardo_2
CENNI STORICI:

  • Molto probabilmente Riardo fu fondata prima del V secolo a.C. dagli Osci, anche se non vi sono documenti che lo provano.
    I Sidicini, antenati del popolo riardese, furono sconfitti nel 324 a.C. dai Sanniti che dominarono su Riardo fino all’avvento dei Romani.
    I Romani, nella loro espansione in Campania conquistarono Riardo tra 338 ed il 316 a.C.
    Nell’autunno del 217 a.C. Riardo fu saccheggiata, distrutta ed incendiata da Annibale, condottiero cartaginese.
    Nel Medioevo, con l’avvento delle invasioni barbariche, fu costruito, intorno all’anno 1000, il castello.
    Nel 1400 circa iniziò la dinastia degli Aragonesi e, nel 1713, il feudo di Riardo fu elevato a ducato.

COSA FARE:

  • Visitare l’imponente castello medievale ed il borgo appena restaurato; la chiesa di San Leonardo con portale gotico-catalano, custodisce alcune iscrizioni romane e degli affreschi; gli affreschi bizantini della cappella della Madonna della Stella; un grande ponte romano in località Assano.
  • Conoscere la Montagna inerpicandovi nei fantastici e sconosciuti sentieri del Monte Maggiore (Area Wilderness) alla scoperta di luoghi di estrema importanza ambientale. Durante l’escursione, arrivati ad una certa altezza, si possono ammirare poiane e gheppi in volo. Tra la flora presente possiamo incontrare il leccio (specie predominante) il corbezzolo, il lentisco, il cerro, la roverella, il sorbo ecc… Per eventuali escursioni è consigliabile una guida.
  • Assaggiare e deliziarvi con piatti ispirati alla tradizione locale pranzando al Ristorante il Boschetto o cenare al Borgo nel caratteristico ristorante Rocca Ducale.
  • Ricercare e acquistare i prodotti gastronomici locali: mozzarella, frutta fresca e in guscio.
  • Vivere un po’ lontano dal frastuono della città e rilassarvi per qualche giorno con lunghe passeggiate in luoghi ancora incontaminati, pernottando nel caratteristico borgo medioevale (Albergo Rocca Ducale).
  • Soggiornare a Riardo da maggio a settembre. Nell’ultima settimana di agosto l’associazione Pro Loco organizza i giochi dei quattro quartieri che mettono in competizione i quattro quartieri del paese; nelle prime settimane di settembre si organizza la Sagra al borgo: nelle due serate di festa si possono ammirare esposizioni di vari artisti locali e stand di gastronomia tradizionale.

COME ARRIVARE:

  • Autostrada A1 Milano Napoli: uscita casello di Caianello. Prendere la Via Casilina, direzione Capua, e dopo circa 8 km il bivio di Riardo.
  • Da Benevento: superstrada Telesina, uscita Vairano P. Prendere la Via Casilina, direzione Capua, e dopo circa 8 km il bivio di Riardo.
  • Treno: Stazione Riardo Pietramelara, linea Roma-Napoli via Cassino.

http://www.comune.riardo.ce.it/

Pubblicato da borghicastelli

Giulio D. Broccoli