Crea sito

San Potito Sannitico

San Potito Sannitico, Palazzo Filangieri
San Potito Sannitico, Palazzo Filangieri

Cenni storici:

  • Il nome deriva da San Potito, santo del II secolo le cui reliquie, scoperte a Tricarico, vennero portate a Benevento da dove si irradiò il culto. Il territorio comunale è stato abitato sin dall’antichità come testimoniano alcuni ritrovamenti archeologici. Nel XV secolo era denominato Casale Sancti Potiti e dipendeva amministrativamente da Piedimonte Matese. Nel 1615 ottenne una prima e parziale autonomia amministrativa che portò alla costituzione di un comune autonomo nel 1749. Dal 1862 si chiama San Potito Sannitico. Nel 1945 passò dalla provincia di Benevento a quella di Caserta.

Cosa fare a San Potito Sannitico:

  • Visitare i ruderi di una villa romana di epoca imperiale (loc. Torelle) e l’acquedotto (loc. Forme);, la chiesa di S. Caterina (1400) e la chiesa di S. Cassiano; le tombe di tufo di età sannitica, una stipe votiva (località Conca dell’Arena) e un piccolo tempio (loc. Le Fate).
  • Lasciarsi affascinare da Palazzo Filangieri (‘800) e dalla giovane proprietaria Cristianne, una delle donne più belle d’Italia (terza alla finale di Miss Italia).
  • Ricercare e acquistare i prodotti gastronomici locali: formaggi pecorini, olio d’oliva, prosciutti, salami e miele.
  • Assaggiare e deliziarvi con piatti ispirati alla tradizione locale pranzando all’agriturismo le Quercete, o all’agriturismo Cefarelli, o all’agriturismo San Cassiano.
  • Visitare l’agrituristismo le Quercete. L’azienda, dotata di un centro di ricerca genetica molto avanzato, ha rimesso in allevamento due razze di animali ormai dimenticate: il maiale nero casertano e l’agnello laticauda, ossia dalla coda larga. Negli anni passati l’allevamento del maiale nero casertano fu completamente abbandonato per via della carne grassa, e oggi riproposto, per la squisitezza e il sapore particolare della sue carne.
  • Immergervi dell’esuberante natura del parco del Matese con escursioni a piedi, in mountain-bike o a cavallo alla scoperta di luoghi suggestivi e incontaminati; fare un’escursione alla scoperta della valle del Lontro, oppure sui sentieri del monte Ariola e monte San Angiolillo.
    Praticare sport estremi: deltaplano, speleologia (Gruppo Speleogico del Matese, tel. 0823784771-868798), parapendio, fuoristrada, motocross.
    Gli appassionati di motocross possono rivaleggiare nella pista cittadina regolarmente omologata.
  • Praticare lo sci d’erba e il soft air a Piedimonte Matese. Chi ama i piaceri della neve può raggiungere la vicina stazione sciistica Bocca della Selva o il Monte Orso per praticare lo sci di fondo.
  • Vivere un po’ lontano dal frastuono di città e rilassarsi con lunghe passeggiate conoscendo la gente del luogo e gli usi e costumi locali.
  • Andare a pesca o a caccia. Il fiume Volturno, i laghi del Matese permettono di praticare sia la pesca sportiva (anguille, trote, lucci, carpe, cavedani) sia semplicemente di trascorrere delle ore a contatto con la natura e in piena tranquillità (si può richiedere una guida). Gli amanti della caccia, nei periodi stabiliti dalla legge, possono cacciare il cinghiale, la volpe, la lepre e tante varietà di uccelli (folaghe, germani reali, ochette, beccacce,… ecc.).
  • Andar a funghi nei mesi di luglio ed agosto (porcini, ovuli, gallinacci, mazze di tamburo, chiodini) o in cerca di asparagi in primavera.
  • Soggiornare a San Potito Sannitico da maggio a settembre.

Come arrivare a San Potito Sannitico:

  • Autostrada A1 Milano Napoli: uscita casello di Caianello. Prendere la Superstrada Telesina direzione Benevento ed uscire a Dragoni. Proseguire quindi per Piedimonte Matese e poi per San Potito Sannitico.
  • Da Benevento: superstrada Telesina, uscita Dragoni, quindi proseguire per Piedimonte Matese e poi per San Potito Sannitico.
  • In treno: Stazione di Caserta della linea Roma-Napoli via Cassino, quindi prendere la Ferrovia Alifana e scendere alla stazione di Piedimonte Matese, utilizzare quindi servizio bus.

Scheda rapida:

  • Abitanti: 1791
  • Densità: – per kmq
  • Superficie: Kmq 22,83
  • Altezza s.l.m.: 230
  • Distanza da Caserta: 44 km
  • Frazioni: Torelle, Le Fate, Conca dell’Arena
  • Festa patronale: San Potito
  • Fiere e mercati
  • Info Comune: Via – 0823911526, 911629
  • C.a.p.
  • Sito web: www.comune.sanpotitosannitico.ce.it

Pubblicato da borghicastelli

Giulio D. Broccoli