CAMBIA VITA ANCHE TU: RAGGIUNGI SUSANNA E PIETRO IN BRASILE

Dopo tanti racconti di italiani espatriati in Sud America, oggi è il turno di una coppia che ha scelto di fare un viaggio di sola andata per il Brasile.
La loro bella esperienza verso la felicità è davvero alla portata di chiunque desideri fare altrettanto: e tu cosa aspetti a raggiungerli?

LA LORO STORIA
Susanna e Pietro, 38 e 39 anni, hanno lasciato la comodità (e il vincolo!) di due contratti a tempo indeterminato e la vita agiata (ma noiosa!) della Brianza per trasferirci nella sperduta, e sconosciuta ai più, località di Paracuru, a 90 km da Fortaleza.

Susanna e Pietro nella loro casa in Brasile: un sogno alla portata di tutti

Qui abbiamo costruito la nostra casa all’interno di un residence paradisiaco e intrapreso un’attività di servizi turistici prettamente legata all’offerta di pacchetti personalizzati e su misura per il viaggiatore italiano che decide di trascorrere una vacanza nel nord est del Brasile.Le nostre proposte di viaggio si vanno però ad inserire in un progetto più ampio che intende promuovere uno stile di vita/di viaggio/di vacanza etico, rispettoso della natura e del territorio, ed eco-sostenibile.

il tramonto a Paracuru’

Purtroppo il Brasile è troppo spesso identificato con il turismo sessuale o legato alla droga. Noi vorremmo mostrare una faccia diversa di questo Paese meraviglioso e ci stiamo attivando per realizzare in prima persona un ambiente di vita eco-sostenibile e compatibile dove accogliere il turista e mostrare il nostro stile di vita.

I PRINCIPI DEL RESIDENCE
Tra i principi che regolano la vita nel residence ci sono la salvaguardia del territorio, dell’ambiente e degli animali. Cerchiamo infatti di ottimizzare le risorse a nostra disposizione producendo per quanto possibile i mezzi del nostro sostentamento e riciclando materiale per produrre energia e beni di consumo.

Vontade de Verao vivresti qui?

L’aria condizionata è bandita, così come altri elettrodomestici non indispensabili.
Per i nostri acquisti scegliamo piccoli produttori locali selezionati, evitando la grande distribuzione, mentre frutta e verdura vengono raccolti direttamente dalle nostre piante all’interno del residence.
Usiamo le bici per spostarci invece dell’auto. Stiamo inoltre studiando sistemi di produzione di energie rinnovabili e a impatto zero che siano realizzabili direttamente da noi e che ci rendano completamente autonomi ed autosufficienti.
Tutto questo non è facile ovviamente. Il modo di vivere brasileiro è molto diverso dal nostro e spesso dobbiamo fare i conti con le carenze tecnologiche, igienico-sanitarie, sociali e strutturali di questo Paese, ma le nostre ambizioni e le nostre forze intendono superare tutte le difficoltà.

 

Ci piacerebbe conoscere persone che abbiano la nostra stessa vision e che condividano il nostro modo di pensare e di vivere, che vogliano portare idee e collaborare attivamente al nostro progetto.

IL PROGETTO
Vorremmo infatti costituire una piccola comunità etica all’interno del residence dove viviamo, basata sui principi che abbiamo sopra esposto.

Paracuru è una cittadina estremamente vivibile, ancora legata ai ritmi naturali della terra.
Qui si vive prettamente di pastorizia, pesca, coltivazione, artigianato e – solo in parte – di turismo. Non mancano comunque i servizi: ci sono negozi, bar, ristoranti, banche, c’è l’ospedale.

Il punto di forza di questa cittadina sono però le chilometriche spiagge dove passeggiare, bere una caipirinha, fare il bagno o praticare sport acquatici come surf e kitesurf.
Inutile dire che noi siamo innamorati di questo posto e siamo pienamente soddisfatti della nostra scelta.

 

Ora aspettiamo che qualcuno venga a darci una mano!
Susanna e Pietro

I nostri riferimenti di contatto:

 

una spiaggia a Paracurù: sole e mare tutto l’anno

 

Precedente Una wwoofer in Brasile: la bella storia di Monica Successivo Bond in Real brasiliani con cedola al 10% per Intesasanpaolo

Comments are closed.