Crea sito
Italia

Lungomare Europa: a piedi da Varazze a Cogoleto

Varazze è una piccola località ligure a metà strada tra Genova e Savona. Per chi abita al nord è una meta facilmente raggiungibile in poco tempo. Soprattutto nel weekend, sono molti i turisti che vi si recano per passare una giornata in tranquillità e respirare una piacevole aria marina.

Quest’anno Varazze è stata la meta scelta per passare il mio compleanno. Essendo nata a ridosso del 1° Maggio, precisamente il 2, molti dei miei compleanni sono stati la scusa ideale per organizzare grigliate o scampagnate nei boschi invece della solita pizzata. Quest’anno, complice il lungo ponte e le festività ravvicinate, mi sono ritrovata a non aver voglia di organizzare niente, satura anche dai giorni di festa precedenti in cui ho fatto mille km in auto per raggiungere la mia famiglia. La voglia di non stare ferma però ha avuto il sopravvento, spingendomi così a trascinare i miei amici al mare. Ma cosa si fa a Varazze?

Cosa fare a Varazze:

Avete presente il detto “nella botte piccola sta il vino buono“? Sembra sia stato scritto apposta per Varazze. Infatti pur essendo un piccolo borgo le attività da fare sono svariate e adatte a tutti. Se amate le passeggiate siete sicuramente nel posto giusto. Varazze difatti fa parte del Parco Naturale Regionale del Beigua da cui partono numerosi sentieri escursionistici. Per chi invece preferisce camminate un po’ meno impegnative, può seguire il Lungomare ammirando le numerose spiagge che si susseguono lungo la costa. Tutta la riviera di Ponente ligure rappresenta, secondo me, il luogo ideale per gli amanti dello “slow tourism“, il turismo lento. Per slow tourism si intendono tutte quelle attività che si basano sul rispetto e la valorizzazione del territorio e della cultura locale. Trekking, cammini, ciclovie… solo per citarne alcune. A Varazze c’è solo l’imbarazzo della scelta.

 

Il centro storico di Varazze però è la vera perla dell’intera zona. Una ragnatela di stradine e vicoli che si perdono tra i mille colori pastello delle sue facciate. Porte, finestre e cornicioni sono spesso delle illusioni, dipinte con una perfezione unica da confondersi con quelle vere. Tanto reali che vi verrà voglia di salutare la signora affacciata alla finestra che osserva i passanti accanto al suo micio, anche lei è in realtà un simpatico murales. In Liguria, sono tantissimi i borghi caratterizzati da edifici colorati e variopinti; basti pensare alle Cinque Terre. Guardandoli dall’alto, questi paesini sembrano una grande tavolozza di colori di un pittore disordinato. Ci avete mai fatto caso?

 

– Potrebbe interessarti anche: “Trekking: Le Cascate del Dardagna” –

 

Anche le architetture non sono da meno. Racchiuse all’interno dell’antica cinta muraria, chiese e palazzi storici animano le strette vie di questo borgo medievale. Dalle Porte d’ingresso del centro storico invece si possono ammirare fantastici scorci sia sul mare che sul borgo.

Passeggiata da Varazze a Cogoleto

 

 

Partendo da Varazze (o da Cogoleto) si snoda una delle passeggiate più amate della Liguria. Circa 4,5 Km di strada che ripercorre l’ex ferrovia a binario unico. Un tempo collegava Genova a Ventimiglia. Oggi la si può percorrere a piedi o in bici attraversando le numerose gallerie da cui prima passava il treno. L’intera passeggiata è un susseguirsi di panorami mozzafiato a picco sul mare, circondati dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea. Gli scenari che si incontrano andando avanti non sono mai uguali, dall’inizio alla fine si alternano tratti rocciosi, spiagge e calette in cui fermarsi ad osservare il mare.

Camminando a passo lento, fermandosi qua e là ad ammirare il paesaggio e scattare qualche foto, si impiega all’incirca un’oretta e mezza o due. La passeggiata è totalmente in piano, quindi adatta a tutti. Oltre a qualche stabilimento balneare si possono incontrare anche un paio di bar e ristoranti dove fermarsi a bere qualcosa. L’intero tratto inoltre è completamente illuminato così da poterlo percorrere anche di sera.

 

 

Arrivati in fondo alla camminata, potete decidere di tornare indietro a piedi, una volta ripreso fiato ed esservi riposati un po’, oppure tornare con il treno. La stazione si trova proprio a due passi dalla fine della passeggiata e il costo del biglietto è di 2,20 €. Essendo una sola fermata ci vogliono circa 5 minuti.

Venendo da Milano s’incontra prima Cogoleto, ed essendo una zona meno conosciuta e frequentata rispetto a Varazze è più facile trovare parcheggio per l’auto. Il mio consiglio è infatti quello di lasciare l’auto a Cogoleto e iniziare da lì la passeggiata verso Varazze.

 

Dove mangiare a Cogoleto:

Amanti della pasta fatevi avanti! In questo locale “pasta” è la parola d’ordine. Ne troverete di ogni tipo e per tutti i gusti. Ovviamente immancabili le trofie al pesto e primi di pesce. Le porzioni sono davvero abbondanti e devo ammettere che nonostante la fame fosse tanta e la pasta buonissima, ho fatto fatica a finire il mio piatto.

– Via Giuseppe Mazzini 34 , Cogoleto.

  • RUNE Public House & Co.

Il Rune Public House si trova proprio di fronte alla spiaggia ed è un luogo perfetto per fermarsi a fine serata a bere qualcosa. L’aperitivo viene servito al tavolo su un invitante tagliere ricco di affettati, formaggi, crostini e salatini di vario tipo.

– Via Colombo 64, Cogoleto

 

-Silvia-

No votes yet.
Please wait...