40 situazioni che gli italiani possono vivere a Dublino

Ciao a tutti

Per leggere questo post assurdo, confido nella vostra capacità di valutare le storie che vi racconto con ironia e sense of humor, dato che ho estremizzato un po’ di situazioni che forse sono vere. O forse no. Chiaramente, non mi illudo che crediate a tutto ciò che scrivo ;)… Anche se molte cose secondo me sono aderenti alla realtà quotidiana che da italiani viviamo qua a Dublino: buona lettura!

1. Hai la sensazione di essere una specie di Raffreddato/a permanente anche se non hai il raffreddore.

2. Sai chi sono i Knackers. E quando li vedi metti il telefono subito in tasca.

3. Quando fai colazione pensi che anche tu vorresti provare a mangiare fagioli, pancetta funghi prosciutto e uova oltre che biscotti marmellata caffè e latte, ma alla fine l’unico sforzo che fai è arrivare a provare i corn flakes.

4. Sono anni che sei qua e non sai ancora chi sia il sindaco della città.

5. Hai freddo a maggio, tanto che spesso provi sollievo quando lavi i piatti nell’acqua calda.

LEGGI ANCHE: VUOI STAMPARE UNA FOTO? VAI IN FARMACIA

6. Siccome a maggio fa freddo, metti il pigiama alla sera e imprechi al mattino presto perché dopo la doccia stai gelando. VAFF ..o PORC sono all’ordine del giorno dalle 6 alle 9 del mattino.

7. Riesci a affrontare una pista da discoteca nel weekend nonostante gli odori di peto, birra e il pavimento appiccicoso comparso di vetri. E non ti meravigli più quando senti il suono di un bicchiere che si frantuma per terra.

8.  Non ti meravigli se vai in Farmacia e puoi anche stampare foto.

La pioggia e la Guinness: due “icone” dublinesi

9. Vai al cinema a vedere un film in inglese tutto contento per avere questa opportunità, guardi il film, non capisci quasi nulla e riguardi il film con i i sottotitoli in rete.

10. Provi un profondo odio verso il 70 per cento dei bus driver di Dublin bus perché  ti chiudono la porta in faccia quando arrivi con una frazione di secondo piu’ tardi, e ti scappa un vaff..ma lui se ne è già andato.

11. Non hai ancora capito perché gli irlandesi di inverno non mettono le giacche il sabato sera e escono in shirt a meno 10 gradi, mentre tu sei con la sciarpa il cappello e i guanti oltre che con un piumino stile Alaska.

12. Non hai ancora capito se gli irlandesi abbiano freddo veramente nelle situazioni di cui al punto 11, e pensi che sia l’alcol, forse, che li scaldi al posto delle giacche.

13. Ti senti orgoglioso di avere imparato l’inglese nonostante l’accento di Dublino.

14. Un irlandese ti ha generosamente offerto da bere anche se non ti conosce.

15. Ogni volta che devi entrare in un locale serale e affrontare le occhiate del buttafuori nei tuoi confronti, ti senti come se dovessi affrontare un mastino dai denti affilati che può decidere se sbranarti o meno in un secondo.

16. Devi mettere una coperta scura sopra il vetro della finestra (o una fastidiosa mascherina paraocchi mentre dormi) per ovviare alla mancanza di tapparelle.

17. Ti sei bruciato le mani almeno una volta mentre ti lavavi nel lavandino, perché non ci sono miscelatori.

18. Hai pensato: ‘perché ci sono le scritte in gaelico se nessuno praticamente lo parla qui in Irlanda’ (per primi gli irish stessi).

19. Hai paura di picchiare sui muri di casa tua per non romperli.

20. Hai avuto problemi con i landlord, almeno una volta. E se non li hai mai avuti (forse) li avrai.

21. Ti godi uno stipendio fisso e puoi programmare la tua vita e ancora non ci credi.

22. Conosci facilmente gente nuova almeno ogni weekend che si aggiunge alla tua lista di conoscenti e amici. Cosa che in Italia praticamente te la sognavi.

23. Ti ubriachi più facilmente e spesso affronti l’hangover della domenica mattina con coraggio e determinazione.

LEGGI ANCHE: 10 COSE CHE GLI ITALIANI NON AMANO DI DUBLINO

24. Ti senti meno giudicato se ti ubriachi: qui è la norma.

25. Impari a non meravigliarti se ti salutano in strada senza conoscerti.

26. Inizi a salutare per strada anche te le persone che non conosci

27. Ti senti uno chef da ristorante a 5 stelle quando gli irlandesi apprezzano i tuoi piatti: praticamente hai solo fatto una pastasciutta al sugo ma a loro pare un piatto da Gran Gourmet.

28. Non compri più ombrelli ma solo impermeabili.

29. Sei arrivato salutando con “hello“, ma dopo un po’ di tempo lo fai con “How you doin, mate?” 😉

30. La pioggia non ti dà più fastidio.

31. Conseguenza numero 1: quando vai in Italia e piove sei l’unico che non si lamenta e cammini senza ombrello

32. Conseguenza numero 2: quando vai in Italia e piove pensi “Porca la malora, anche qua!”

33. Diventi fan dei muffin e pensi che tutto sommato possano gareggiare con i cannoli siciliani e i cornetti alla crema, ma non ci credi del tutto.

34. Sei stato almeno una volta da Bewleys.

35. Sei stato almeno una seconda volta da Bewleys.

36. Dopo 5 anni ti sei accorto che non hai mai visto una partita di football gaelico.

37. La prima volta che vedi i cavalli trainare i relativi  carretti di turisti pensi “Che belli”. Alla cinquantesima volta pensi “Che palle”..o “Povere bestie”;)

38. Non ti interessa la politica Irlandese, anzi continui a seguire quella italiana su internet. (E ti incavoli).

39. L’ingrediente “Chicken” lo trovi dappertutto: nelle baguette, nelle insalate e nelle zuppe. Hai il sospetto che lo scoprirai anche come gusto gelato.

40. Ti sei rotto le palle di leggere questo post dopo dopo qualche riga, questi luoghi comuni non li sopporti: li vivi!;).

Seguimi su Facebook alla mia pagina “Dublino Visionaria”.

Precedente I colori di Dublino: quel fascino del rosso e del blu (1) Successivo Diario di un weekend (intenso) di fine maggio a Dublino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.