8 curiosità sul Natale degli Irlandesi

IRLANDA E ITALIA: NATALE E CURIOSITA’

Il Natale in Irlanda non è ovviamente la stessa cosa che in Italia. Ci sono parecchie differenze negli usi comuni più che nelle tradizioni religiose. Infatti siamo in un Paese cattolico, e anche qui si sente la atmosfera. E da questo punto di vista, non ci sono parecchie differenze con il nostro paese.

Ma in che senso gli usi sono diversi? Be…qui esistono alcune consuetudini che vivendo qua, nel bene o nel male, devi affrontare. E imparare a conviverci. E si. Io, da italiano mi sento un po confuso e perplesso nel vedere, il giorno di Natale, tutti i ristoranti, i pub, ma si diciamolo… tutta Dublino chiusa…nessuno in strada a parte la gente che si reca a messa rigorosamente alle 11 del mattino: come dicevo sopra… In Italia chi non riesce, non ha voglia o non può fare il pranzo a casa, se ne va di filato al ristorante, come ho fatto peraltro io stesso lo scorso anno con la mia famiglia quando sono tornato a Milano per qualche giorno…

A Dublino invece, il 25 dicembre è morto e deserto e così come le sue strade… Qui non c’è nemmeno in voga la passeggiata pomeridiana post pranzo, o il giro al Cinema di sera. Tutti resteranno rintanati nelle proprie case a smaltire le bevute (Guinness e whisky in primis) e la cena del 24 dicembre (la “Christmas eve”, Che alla fine è il vero giorno in cui le famiglie si riuniscono per celebrare la nascita di Gesù,. come vuole la tradizione anglosassone).

LEGGI ANCHE: COSA FARE A NATALE 2014 A DUBLINO

Ma non solo. Anche i mezzi pubblici si fermano, e se devi muoverti ti devi affidare ai tuoi piedi o alla tua bici. O ai taxi ovviamente…un altro “estremismo” dublinese sotto Natale, che sembra quasi dirci che in questo giorno è vietato fare qualsiasi cosa che non sia stare a casa a guardare “The sound of music”, il film di Natale degli irlandesi… Uno dei pochi giorni insomma in cui, durante l’anno, molti irish sono costretti a fare a meno del loro Pub preferito. E a rintanarsi in casa…(abitudine non proprio irish).

Christmas pud. Foto courtesy of Smabs Sputzer. Image in Creative commons.
Christmas pud. Foto courtesy of Smabs Sputzer. Image in Creative commons.

Ma vogliamo parlare, inoltre dei famosi “Christmas Jumper”(così qua chiamano i maglioni)!  Una tradizione intoccabile degli irish, tanto che qui si usa anche indossarli in ufficio durante questi giorni natalizi, oppure direttamente al pub alla sera. Ne vedi di tutti i colori, e forme …alcuni danno luogo alle fantasie più sfrenate. Tanto che il 30 novembre scorso si è tenuto un raduno di Jumper in O’Connell street. Vi assicuro che al mio occhio(e non solo al mio) molti risultano orribili e assolutamente ridicoli, ma proprio questo è lo scopo. Più lo sono, più si coglie nel segno lo spirito natalizio! Anche questo è Irlanda…

La quarta consuetudine tutta irlandese che non troviamo in Italia è quella di mettere sulle auto le corna delle renne…qui in città se ne vedono parecchie. Corna ovviamente finte…sia chiaro ;)).

Ma non solo,. ovviamente questo si riflette anche in comportamenti bizzarri che si possono notare in giro per la città, e altrettanti personaggi vestiti un po’ a proprio modo. Ma anche questa simpatica  abitudine fa parte del Natale irish, quindi tutto nella norma.

Ancora, qui a Dublino vi ricordo la consuetudine di buttarsi dal promontorio detto “Forty foot” (Sandycove, Dublino Sud), nel mare d’Irlanda…un uso che va avanti nonostante le temperature...

E per quanto riguarda il cibo? Be, durante la cena della vigilia dimenticatevi le lasagne a cui siete abituati in Italia, i ravioli, il panettone o altre delicatesse, e preparatevi a gustare i comunque ottimi piatti locali: il tacchino o l’oca ripiena con contorno di vegetali...mentre come dolce ovvio l’immancabile “Christmas Pudding”.

Da ricordare un’altra usanza tutta irish a Natale..anzi no.. A Santo Stefano: proprio in quel giorno, il 26 di dicembre, qua ricorre il  “Wren Day”: ovvero, alcuni si vestono in maschera accompagnati da una parata con musica celtica ,e gironzolano per la città mostrando il trofeo (in questo caso finto) di un “wren”, uno scricciolo, un piccolo uccellino che si cacciava (veramente) ai tempi che furono.

Infine come se non bastasse la “quota” consumata durante il resto dell’anno, concludiamo con una consuetudine natalizia che vi sorprenderà: è abitudine qui, infatti, bere molta più Guinness del solito. Sembra uno scherzo ma è veramente così. Avevate dubbi? 🙂

Buon Natale a tutti ancora una volta da Dublino Zingarate….

LINK

Christmas in Ireland (Wikipedia)

Seguimi su Facebook alla mia pagina “Dublino Visionaria”

Precedente 8 consigli sulla sicurezza a Dublino Successivo 10 locali dai nomi strani che trovi solo a Dublino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.