Capodanno a Dublino non è solo birra!

Torno a scrivere su questo blog dopo un luuungo periodo di assenza e a ridosso delle ferie con la certissima certezza che nel 2013 la costanza la farà da padrona e qua ci saranno contenuti costantemente aggiornati su Dublino e i suoi dintorni.

Vista la mole di richieste ricevute in questi giorni non potevo non raccontarvi un pochino cosa succede a Dublino per Capodanno visto che tradizionalmente la città è considerata una sorta di paradiso per quelli che vogliono ubriacarsi e perdere tempo girovagando a destra e sinistra. Cosa parzialmente vera, ma solo parzialmente.

Diciamo che se per caso vi trovate a Dublino per l’ultimo dell’anno o se state pensando di raggiungere l’Irlanda last minute la cosa più bella da fare per me è uscire di casa/hotel/ostello già nel primo pomeriggio del 31: la zona intorno a St. Stephen Green si trasforma in una vero e proprio centro culturale con tanto di sfilata per grandi e piccoli e uochi d’artificio intorno alle 8 di sera.

Da lì si passa al ristorante o al gastropub e non è quasi mai necessario vestirsi di tutto punto a meno che non si scelga un posto davvero rinomato per il quale comunque è necessario pagare belle somme.

La festa vera e propria, ma a pagamento, si svolge in College Green dove si puo’ ascoltare musica praticamente per tutta la notte e sul palco salgono artisti locali tra cui Imelda May e Bell X1: lo spettacolo si protrae almeno fino all’1 quindi ci si trasferisce nelle varie discoteche per aspettare l’alba.

Più tranquillo il Capodanno alla Guinness Storehouse dove si ascolta musica dal vivo e si mangia mentre ancora più sobria la serata organizzata presso la St. Paul’s Cathedral dove ascoltare il Dublin Gospel Choir; ovviamente i pub si organizzano e si vestono a festa per aspettare la mezzanotte intervallando musica tradizionale a musica dance per ospitare sia i più giovani che gli adulti.

Mio consiglio personale: imperdibile la Torchlit Procession del pomeriggio del 31, imperdibile una capatina in un pub tipico prima di mezzanotte (se non avete bimbi ovviamente) e imperdibile la parata dell’1 gennaio che passa attraverso il centro e coinvolge sia i grandi che i più piccoli.

Sempre l’1 gennaio se siete in città fate una capatina in Meeting House Square, Temple Bar, per il brunch collettivo che viene organizzato sotto un tendone ed è aperto anche alle famiglie: un ottimo modo per iniziare in maniera diversa il 2013, magari ascoltando musica dal vivo e guardando le performances degli artisti che si alterneranno in piazza.

Precedente Tackle litter, la campagna per mantenere le strade di Dublino pulite Successivo Il Dicey's e "I ragazzi venuti dal Brasile"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.