Cosa fare a “St. Patrick 2014” a Dublino

Ebbene sì. Ci siamo quasi. Alla fine mancano solo 17 giorni alla fatidica data, il giorno più cool dell’anno in Irlanda: il 17 marzo, festa del patrono di questa isola, San Patrizio, o meglio…St Patrick!

LEGGI ANCHE: 5 COSE CHE PUOI TROVARE NEI PUB A DUBLINO

ALLORA. Una premessa la devo fare. San Patrizio è la festa delle feste. Ma come tutte le feste super attese e molto in voga, è una festa che ha una doppia faccia: da un lato avremo cose bellissime come parate, concerti, esibizioni, cultura, letteratura, etc..etc…ma…

THE DARK SIDE OF ST. PATRICK

Ma dall’altro avremo anche eccessi di alcol e anche altre cose non propriamente educative;)

Christchurch illuminata di verde durante San Patrizio 2013 (foto Paolo Bergomi)

San Patrizio, intendiamoci, è una gran bella giornata: il clima che si crea è indubbiamente piacevole. E’ un giorno di festa, non si lavora (non è vero: io lavoro). Le banche sono chiuse. il 90 per cento degli uffici è chiuso. Insomma…clima di festa esagerata ma anche troppa!

Quando sono arrivato il primo anno (2004), mi ricordo benissimo questa scena:  nel pub in cui ero riuscito a entrare avevo visto un tavolo in cui i bicchieri vuoti, lasciati li a fare da “soprammobile”, avrebbero potuto essere almeno 100. Insomma …così. Esatto.

Festa a Temple Bar durante San Patrizio 2013 (foto Paolo Bergomi)

Molti irlandesi iniziano già a entrare a pranzo e escono a mezzanotte. Non vi dico quante birre, o bicchieri di Whisky, o chissà cos’altro  potrebbero avere bevuto. Immaginate voi. (E comunque anche molti italiani o stranieri che abitano qua come potete intuire, si lasciano travolgere da questo …clima).

Insomma, nata come festa commemorativa di un Santo patrono dell’Irlanda, e come festa di celebrazione religiosa, San Patrizio presenta dunque questa forte contraddizione legata alle cose sopra dette. Va be, ma l’Irlanda è un po ‘ così, un paese pazzerello pieno di contraddizioni.

Una ulteriore puntualizzazione…non è un rigido bacchettone a scrivere. A me non dispiace bere . La unica differenza è che a me non piace bere per spaccarmi. In Irlanda, a St. Patrick…si beve per quello: stordirsi fino al livello di un uppercut di Mike Tyson. Immaginate anche gli hangover il giorno dopo (postumi della sbornia).

LEGGI ANCHE: COSA FARE A NATALE E CAPODANNO A DUBLINO

SAN PATRIZIO NEL MONDO

San Patrizio è festa nazionale ufficiale in Irlanda, Irlanda del Nord(UK), Terranova e Labrador e..nella piccola isola caraibica di Montserrat. (la fondarono alcuni rifugiati irlandesi…). Negli altri paesi anglosassoni come gli Usa, l’Australia, Inghilterra, pur non essendo legalmente una festa ufficiale, è celebratissima e festeggiatissima: basti pensare a BOSTON, la città più irlandese d’America, dove il 16 marzo ci sarà una parata in memoria del patrono d’Irlanda.

THE GOOD SIDE OF ST. PATRICK

Il festival di St. Patrick, nato nel 1995,  quest’anno durerà dal 14 (venerdì) al 17 marzo (lunedì). Quindi se come me durante la festa lavorate, potrete godervi il weekend a fare foto agli eventi in programma il sabato e la domenica..  La cosa bella è che per la maggior parte sono gratuiti, e gli eventi sono parecchi. Ma vediamo cosa è in programma di preciso (per voi che non vorrete solo chiudervi nel pub a “spaccarvi”) .. Tenete presente due cose: la prima, che mi limito a riportare le principali; la seconda, che per avere maggiori dettagli vi posto i relativi link. Buon divertimento

Effetti “collaterali” della festa in centro: ma è un giorno in cui tutto è permesso. . . Ci sta

Parata: l’evento più interessante di tutto il festival, da non perdere assolutamente.  Parte da Parnell Square alle 12. Andateci, e fate parecchie foto. Ne vale la pena.  Una curiosità: il Grand Marshal durante la parata sarà l’ex ciclista Stephen Roche (17 marzo)

Mercato della birra e dei prodotti artigianali:  nei docks, birra e prodotti alimentari tipici del paese in vendita in una struttura “indoor” , quindi il tempo non ci condizionerà. (14-17 marzo). LINK

“Greening the city”(la città si illumina di verde: vedi foto qua postata): i principali monumenti e palazzi della città verranno irradiati da una bellissima luce verde. LINK

Esibizioni di artisti e musicisti di strada: previsti sabato e domenica, in molti luoghi del centro. LINK

Danze tradizionali irlandesi: prevista a Stephen’s Green, inizia alle 4.30. Un evento molto utile se volete approcciarvi a questo tipo di balli. (14 marzo). LINK

Racconti di storie multiculturali (One city , many cultures): ascolta le storie e racconta anche la tua in questa occasione imperdibile per crescere culturalmente. (14 marzo). LINK

Live on the green: musica dal vivo al parco di Stephen’s Green (15 marzo). LINK

Road Race. 5 km di marcia: partenza da Stephen’s Green. (16 marzo). LINK

Floating cinema (Cinema galleggiante sul fiume): verrà proiettato un film “Waking ned“, ambientato in una piccola cittadina irlandese. (16 marzo). LINK

SITO UFFICIALE DEL FESTIVAL DI ST. PATRICK A DUBLINO

“ST. PATRICK DAY” spiegato da wikipedia

SITO DI ST. PATRICK NEL MONDO

Seguimi su Facebook alla mia pagina “Dublino Visionaria”.

Precedente Una gita in giornata a Dun Laoghaire e Dalkey... a casa di Bonovox Successivo Le birre irlandesi a Dublino (parte II): le scure rivali della Guinness

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.