E ci siamo lasciati le feste alle spalle…

Fine della festa. O meglio delle feste.

E così si entra nel vivo del 2014. Ho passato il Natale a Milano coi miei cari e questa cosa mi ha permesso di ricaricare le pile come si suol dire. Bei momenti come spesso accade quando si ritorna seppur per brevi periodi a casa dai propri familiari e amici.

Poi tornato nell’isoletta, ho ripreso subito a lavorare…anche il primo gennaio. Per quanto riguarda l’ultimo dell’anno, l’ho passato in un locale, l’Harbourmaster, che è praticamente un po’ pub e un po’ club con pista da ballo, e si trova  nei pressi dei DOCKS. E pensare che avevo la sveglia presto, alle 5. Ma ho deciso di partecipare lo stesso.

La festa era organizzata da un gruppo Meetup di Dublino, il “New and not so new”. Ingresso 8 euro. Tuttavia, anche se mi sono divertito, sono rimasto un po’ basito dalla ora di chiusura dell’evento (che coincideva con la fine della musica): poco prima della 1 di notte era tutto finito. D’altronde, la sorpresa era stata anche data dal fatto che non era stata scritta l’ora in cui terminava la festa nella presentazione dell’evento. Va be…Ma era il primo dell’anno…Immagino la delusione di molti che hanno dovuto cambiare locale e vedersi interrotto l’incantesimo della festa.

Luci durante lo scorso Natale 2013 presso il Powerscourt Shopping centre (foto Paolo Bergomi)

LEGGI ANCHE: NATALE E CAPODANNO TRA DUBLINO E L’ITALIA

Dicevo sopra: il giorno dopo al lavoro! Alle sei del mattino! Eh già. Così per me è iniziato l’anno 😉 no problem.

Ma a parte questo, ho iniziato l’anno nuovo in maniera decente…  devo dire. Tutto sommato tutto va per il verso giusto, i miei progetti di rimanere in Irlanda non sono cambiati. Per ora almeno. Ci sono alcune novità interessanti che forse potrei raccontarvi in futuro.

Ma tornando alla Dublino di inizio anno, niente di nuovo o eclatante, per ora. (A parte le condizioni del meteo, intendo) Una cosa positiva è che sto interessandomi sempre di più alle notizie locali invece  che a quelle italiane, come ho scritto già una volta lavoro qua, pago le tasse qua, vivo qua…etc..quindi pian piano sto entrando sempre più nel vivo della società irlandese: grazie alle mia passione per la fotografia e le arti visuali, sono riuscito a conoscere gente del posto, (frequentando i vari gruppi di fotoamatori) e ora posso dire anche io di avere qualche amico irlandese. Cosa che i primi anni era impossibile. Penso che se vivessi in qualsiasi altro paese, farei lo stesso.

 

Luci dello scorso Natale 2013 in città (foto di Paolo Bergomi)

Credo che focalizzarsi sui propri hobby e cercare di coltivarli anche all’estero, sia una cosa assolutamente da fare per noi italiani e lo consiglio decisamente a tutti. Insomma, non venite qua solo per lavorare o fare soldi (che non è certamente il mio caso). Ma se potete, partecipate alla vita della società che vi circonda.

LEGGI ANCHE: IL FESTIVAL DELLA CULTURA IRLANDESE

A presto con altre informazioni e impressioni su questa città. Nel prossimo post vi parlerò di una cosa curiosa legata alle farmacie.

Seguimi su Facebook alla mia pagina “Dublino Visionaria”.

CIAO!

Precedente L'Irlanda sotto la pioggia (ma non la solita) Successivo Vuoi stampare una foto? Vai in Farmacia...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.