Hiking sulle Galtee mountains

Sulle montagne del Tipperary

Le ‘Galtee mountains’ sono una catena montuosa posta a sud del paese che attraversa tre contee: Tipperary, Cork e Limerick. Galtimore Peak si trova proprio nella contea di Tipperary, il cui punto più alto raggiunge i 919 metri.

Ecco un resoconto di un trekking che ho fatto con il “Cork backpackers hillwalking meetup” a metà gennaio del 2018 proprio a Galtimore.

Siamo partiti da Cork per salire lungo i pendii di quella montagna. In realtà non siamo saliti in cima ma ci siamo fermati a circa 600 mt. di altezza. Ma la cosa particolare di questo trekking non è stata l’altitudine raggiunta (che per l’Irlanda come si è capito è notevole, dato che il monte più alto dell ‘isola è il “Carrantohuill” in County Kerry che supera di poco i 1000 metri), quanto la nebbia che avevamo attorno, come si può vedere dalle foto qui di seguito.

Come arrivare alle Galtee

Per raggiungere le Galtee mountains da Cork in auto ci abbiamo messo un’ora circa. Ero interessato fin da subito dato che era un po’ che volevo visitarle, e questa mi sembrava una bella occasione. Il percorso (in auto) è molto semplice: si prende la M8 in uscita da Cork, si passa per Fermoy e Mitchelstown e si esce in prossimità del “Glengarra Wood Official parking”. Il percorso a piedi parte proprio da quel parking, fino a su per i monti,

LEGGI ANCHE: COUNTY KERRY, IRELAND

Il Gruppo

Luogo di ritrovo in abbigliamento consono (pantaloni, giacca e scarpe da hiking invernali con suola in Vibram e  tessuto Goretex) in centro a Cork. Un bel po’ di gente si era presentata all’evento: chi ha l’auto offre un posto agli altri sprovvisti (è sempre consigliato avvisare il gruppo in anticipo, ovviamente). Dopo le formalita per conoscersi presentarsi etc, mi mettono in un’auto con uno degli organizzatori e altre due persone, e si parte. Come sempre, durante la conversazione, la sfida è comprendere chiaramente un certo accento di Cork, sopratutto quando la velocità del parlato è veramente notevole:) 

Il percorso

Il tour fino a dove siamo arrivati, all’incirca a 600 mt di altitudine, è durato circa 2 ore. Si parte come detto sopra, dal “Glengarre Parking” posto lungo la M8 dopo Mitchelstown. Dato che siamo a metà gennaio con giornate ancora molto corte, è stata scelta una rotta più limitata, e siamo rientrati prima che facesse buio.

il percorso in alcuni tratti  è privo di sentieri veri e propri: bisogna attraversare fitti cespugli, tipici della vegetazione montana irlandese, che rendono la camminata non molto agevole, a volte.

Le montagne e le colline irlandesi spesso sono caratterizzate da assenza di tratti boschivi, e da questo punto di vista le Galtee non si differenziano: gli alberi scarseggiano anche qui.

Da non dimenticare la giornata tipica invernale con una nebbia da paura, fatto che sicuramente ha reso più complicato il trekking in alcune parti, ma nondimeno anche più affascinante.

Una leggera pioggerella ci ha “accompagnato” durante la seconda metà del percorso affrontabile con un equipaggiamento adeguato e stando sempre un po’ attenti a dove si mettono i piedi, ovviamente, per non rischiare scivolate impreviste.

Conclusione

Trekking molto soddisfacente, compagnia piacevole e gruppo super organizzato da gente del posto che conosce molto bene il territorio. Al termine del giro ci siamo fermati a Mitchelstown per una breve sosta tra un caffè e una chiacchierata.

Posto qui alcune foto scattate durante la gita. Grazie a tutti per continuare a seguire le mie avventure in Irlanda.

Links:

OUTSIDER (camminate e trekking in Irlanda, qualche consiglio).

Come sempre, se avete qualche domanda, curiosità o richiesta di informazioni su Dublino, Cork, o l’Irlanda in generale, scrivetemi qui un commento o mandatemi un messaggio privato alla email di Irlanda visionaria.:)

T"<yoastmark

 

"<yoastmark

Galtee Mountains, Trekking, gennaio 2018
Galtee Mountains, Gennaio 2018

"<yoastmark

Precedente Le "contrapposizioni" fotografiche: divertirsi con le immagini Successivo Immagini di Dublino - 4. Marlay Park (2014)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.