Il centenario della Bloody sunday e del Dublin Lock-out (agosto 1913)

Ho sempre pensato che vivere in un paese dove si emigra comporti a volte (almeno per me) anche un piccolo sforzo per comprenderne le radici e la storia: per es. vivere a Dublino non comporta solo andare al pub a spaccarsi le budella di Guinness, o migliorare l’inglese e poi tutti a casa. Insomma, comporta capire l’Irlanda magari partendo proprio dalla conoscenza della sua storia e dei suoi fatti.

Ieri, 31 agosto, ho avuto un’occasione per fare un altro passo in questa direzione: infatti, la mitica e centralissima O’Connell street era chiusa al traffico per la ricostruzione di un fatto accaduto durante il c.d. “Dublin lock-out“, ovvero il più grande conflitto a livello industriale avuto in Irlanda fino a tutt’oggi, che vide tra i protagonisti i noti Jim Larkin e James Connolly.

“Dublin Lock-out”, signora vestita in costume d’epoca, 31 agosto 2013

L’evento è stato programmato in occasione del centenario della “Bloody sunday” (31 agosto 1913). Adesso, tuttavia, vorrei chiarire alcuni punti sopra questa storia della “sanguinosa domenica”, perché questo nome potrebbe creare un po’ di confusione nelle teste sopratutto degli amanti della musica pop degli… anni 80. . Tra cui io stesso. 😉

“Dublin Lock-out”, coppia vestita in costume d’epoca, 31 agosto 2013

La Bloody sunday è riferita al fatto accaduto appunto il 31 agosto di 100 anni fa, quando i poliziotti bastonarono a colpi di manganello (“the Baton charge”) i lavoratori uniti per protestare contro la politica di sfruttamento da parte degli industriali tra cui il famigerato William Martin Murphy.

LEGGI ANCHE: PHOTOIRELAND FESTIVAL 2013 A DUBLINO

“Dublin Lock-out”, costumi d’epoca, 31 agosto 2013

La scintilla fu l’arresto proprio domenica 31 agosto, di Jim Larkin, socialista sindacalista tra i più attivi all’epoca (ora ricordato proprio con una statua in O’Connell street, e annoverato tra gli eroi della nazione) Risultato: 300 feriti e due morti. E’ la terza ufficiale (purtroppo) domenica del ventesimo secolo che l’Irlanda ricorda con il triste appellativo di “sanguinosa” (le altre due sono del 1920, durante la guerra di indipendenza, e nel 1972, a Derry, a cui gli U2 hanno dedicato una canzone (una delle canzoni che canticchiavo di più durante la mia adolescenza, ecco a cosa mi riferivo in precedenza…eh già).

“Dublin Lock-out”, costumi d’epoca, 31 agosto 2013

Interessante tanto che io e i ragazzi del “Photo Walk” abbiamo deciso di farci un giro con le nostre reflex, per scattare qualche immagine che vi posto qua.

Purtroppo, l’evento era pieno di gente che vi assisteva posta lungo le transenne (unico modo per assistere alla rappresentazione) sistemati ai lati di O’Connell, e di riflesso la visione non era un granché e poco ottimale per scattare buone foto.

Dublin Lock-out, un po’ di nuovo e un po’ di retro style, 31 agosto 2013

Qualcosa comunque sono riuscito a fare. Per la maggior parte si vedeva gente in giro vestita con costumi che richiamavano quell’epoca. Molta gente anziana, ma non solo, che probabilmente avrà ascoltato i racconti dei propri nonni, da bambini: la maggior parte delle immagini è dedicata a loro.

Mi ha fatto piacere che sia stata tenuta questa rappresentazione storica, ritengo importante mantenere vivo il passato nel nostro presente. Devo dire che gli irlandesi in questo non mancano di iniziativa. D’altronde sono una nazione relativamente giovane, non dimentichiamolo (1922).

“Dublin Lock-out”, costumi d’epoca, 31 agosto 2013

Vorrei dedicare questo articolo ai simpatici signori e signore irlandesi  vestiti con costumi dell’epoca, che hanno sorriso e gentilmente concesso la loro disponibilità a farsi fotografare..senza farmi sentire invadente.. come ogni tanto mi succede quando faccio ritratti in strada.  Grazie a loro, dunque,  potete dare una occhiata alle immagini di questo post. Concludo dicendo che sono contento, perche’ ne so di più di storia contemporanea irlandese.

“Dublin Lock-out”, una scena della rappresentazione storica, 31 agosto 2013

E se volete qualche informazione in più…

Articolo di oggi sull’Irish Times
Dublin Lock-out su wikipedia

Precedente Gita in county Sligo: nella terra di Yeats Successivo 5 modi per migliorare l'inglese a Dublino

Un commento su “Il centenario della Bloody sunday e del Dublin Lock-out (agosto 1913)

  1. Pingback: Storia d'Irlanda: il video documentario della BBC | Vivere Dublino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.