Il problema degli affitti: 5 nuovi consigli per trovare alloggio

Affitti: un eterno problema

Ho iniziato questo post con la parola “Problema” non per niente. Qui di seguito vi spiego perché.

Nel 2012 in questo blog era stato lanciato un post utile per cercare alloggio in Irlanda. Infatti, veniva data qualche dritta per cercare casa, tra cui alcuni suggerimenti interessanti come quello di prenotare le prime settimane in un bed and breakfast o in un albergo (o ostello, a seconda delle vostre disponibilità economiche), quando arrivate (invece di cercare casa dall’Italia), ed altro ancora.

LEGGI ANCHE: TROVARE CASA A DUBLINO

Lo scopo di questo nuovo articolo è di integrare quello precedente con altre info utili per aggiornare il topic con nuove situazioni e problematiche che sono venute alla luce in questi ultimi tempi…insomma..facciamo un”‘Update”.

Inoltre, aggiungo anche qualche link che può servirvi per fare una accurata ricerca, e parlo anche dei quartieri che possano fare al caso vostro, ma qui dipende dalla vostra situazione personale dalle preferenze. (es..dove troverete lavoro? Siete esigenti o pignoli? Non vi piace vedere nackers o ubriaconi in giro? Volete alberi attorno? Tranquillità? Oppure al contrario volete vivere nel centro affollato con tutti i negozi sotto casa? ecc.)

Ma vediamo in dettaglio.

1)PERCHE’ PROBLEMA.  Dicevo perché problema? Semplice. Perché è diventato un po’ complicato trovare un alloggio di questi tempi: io ne so qualcosa. Per es. Nonostante i problemi avuti ogni tanto, ho deciso di restare nella casa dove vivo tuttora, affittata nel 2011, perché non ho voglia di iniziare una nuova ricerca. Semplicemente, perché la gente che cerca casa è aumentata. Molti vogliono venire a Dublino, gli stipendi sono più alti della media, le case scarseggiano, la crisi ha bloccato la costruzione di nuovi alloggi. (le stesse case fornite dal comune sono in scarsa quantità) Quello che posso consigliare è di controllare OGNI GIORNO periodicamente gli annunci sui vari siti (tra cui il solito daft.ie, dove per es. ho trovato io), munirsi di caparra e telefonare ogni volta che viene pubblicato un annuncio di una casa che  vi interessa potenzialmente.

2) RENTBOOK. Importantissimo: è quello che vi protegge da eventuali problemi con il fisco e con lo stesso landlord (nel caso vi troviate a che fare con qualche avvoltoio come è successo a me in passato). Il libro di affitto obbliga il landlord (il proprietario) a segnare ogni volta che avete pagato la quota mensile o settimanale di affitto, e dove è segnato anche il deposito che avete pagato, con relativi dettagli del padrone di casa, numero di telefono e firme (per ogni pagamento effettuato). Fatevelo dare e conservatelo con cura. Vi può veramente salvare da parecchi problemi.

P.s. ricordatevi che esiste anche un’associazione che vi protegge da eventuali abusi dei landlord e che fa valere i vostri diritti di affittuario (tenant).  Si chiama “Threshold” e promuove il RentBook: metto il link in calce. Leggete bene le info sul loro sito. Sono utilissime.

Il rentbook della associazione “threshold”

3)QUARTIERI (QUALI?). Non spaccatevi la testa su dove andare a vivere. Spesso, se state arrivando dall’Italia, è un problema che noi connazionali tentiamo di crearci a tutti i costi. Dove vado? E’ pericoloso? E’ caro? Ci sono negozi? E’ lontano dal centro? ecc…spesso mi chiedono via msg anche in questo blog consigli sui quartieri. Io penso che alla fine ognuno debba scegliere ovviamente in base alle loro preferenze personali ,ma ovviamente evitando quartieri che notoriamente possano dare problemi o siano poco interessanti: io se posso consigliarvi, sopratutto se state arrivando dall’Italia e non conoscete la città e cercate alloggio già dall’Italia (ribadisco il consiglio dato nel post precedente, tuttavia: non fissate un alloggio già dalla penisola, venite qua qualche settimana in ostello o bed and breakfast, e datevi da fare sul posto per evitare sorprese). Dicevo, magari evitate i seguenti posti, se potete: SUMMERVILLE e GARDINER STREET (Nord, Centro) , FINGLAS e BALLYMUN (nord Dublino), PHISBOROUGH (Nord), COOLOCK (Nord), TALLAGHT e CRUMLIN (Sud): specialmente a Tallaght e Coolock, non sono rari problemi di criminalità (tra cui anche qualche sparatoria).

Un’ultima cosa: chiaramente, se decidete di andare a vivere in zone “prestigiose” e prive o quasi dei problemi (es. Grand Canal, Ballsbridge, Docks, Castlenock, Sandyford), aspettatevi di pagare molto di più, ma immagino che queste cose non ve le debba dire io…ci eravate già arrivati da soli.

4) CONSULTARE GRUPPI SU INTERNET  CREATI DAI CONNAZIONALI. Ormai, nell’era dei social media, Tacebook, Twitter, etc…è facile aprire un gruppo qualsiasi. Ho notato che ne sono nati tanti, e spesso (sopratutto quelli su Facebook) non è una novità vedere qualcuno che posta un annuncio di offerta di stanza libera, o qualcuno che appositamente cerca un coninqulino/a per condividere l’appartamento. Beh, anche qui, vi invito a consultare i link che posto in calce.

Finestre senza tapparelle con apertura a scorrimento, tipiche delle vecchie case (foto Paolo Bergomi)

5) DIMENTICATE GLI STANDARD ITALIANI…E ALTRI CONSIGLI VARI E BREVI: Aggiungo dei consigli brevissimi, sopratutto se non vivete qua e volete qualche dritta al volo.

– Consultate periodicamente i siti di ricerca case e controllate i nuovi annunci.

– Siate veloci nel telefonare se trovate un annuncio che vi interessa (le case vanno via subito).

– Tenetevi pronta la caparra. Portatevi dietro eventuali referenze o numeri di telefono di precedenti landlords.

– Siate pazienti. Se dopo una visita dell’alloggio vi dicono “ti faremo sapere, dobbiamo vedere altre persone”, lasciate perdere.

– Non siate pignoli, sopratutto all’inizio, altrimenti rischiate di non trovare alloggio.

– Non aspettatevi gli standard italiani (niente bidet, niente miscelatore, muri sottili, niente tapparelle, meno cura nella pulizia e più grossolanità).

– Se siete professonisti, evitate case con studenti: trovatevi una persona sola come coinqulino, se non volete farvi rovinare il sonno dai numerosi house students party di Dublino.

(Ho sperimentato sulla mia pelle questo errore, anche se in quel caso ero stato un po beffato da un precedente landlord che peraltro si è comportato veramente…male. Avevo chiesto un o una “professional” e mi ha messo due studenti nella stessa stanza..nel mio appartamento. Cose che capitano. Purtroppo. Infatti ora vivo solo e sto bene.)

LINK UTILI

– DAFT.IE (SITO PER RICERCARE LE CASE)

– EASYDUBLIN (SITO CHE AIUTA A TRASFERIRSI A DUBLINO CON VERSIONE ITALIANA E INGLESE E ALTRE LINGUE)

– IRLANDANDO (SEZIONE DOVE DORMIRE A DUBLINO)

– ALLOGGIO-DUBLINO (SITO PER RICERCARE LE CASE)

VIVA DUBLIN (AFFITTI DI CAMERE E APPARTAMENTI A BREVE TERMINE A DUBLINO)

GRUPPI ITALIANI A DUBLINO SU INTERNET

– ITALIANS (E NON) A DUBLINO (FACEBOOK)

– ITALIANI A DUBLINO (FACEBOOK)

– VIVERE A DUBLINO (FACEBOOK)

– ITALIANI IRLANDA (FACEBOOK)

– SOPRAVVIVENDO A DUBLINO (FACEBOOK)

ALTRI LINK UTILI

– THRESOLD (PROTEZIONE DEGLI AFFITTUARI)

– RADIO DUBLINO (INFORMAZIONI IN ITALIANO ALLA RADIO)

– AMBASCIATA ITALIANA A DUBLINO

– ITALVIDEONEWSTV (PANORAMA DI ATTUALITA’ ITALIANE IN IRLANDA)

p.s. i links non si esauriscono qui, ovviamente, ma con una accurata ricerca potrete arricchire la lista personalmente.

Seguimi su Facebook alla mia pagina “Dublino Visionaria”.

Precedente Il tributo a Pavarotti alla National Concert Hall Successivo Gli stipendi medi in Irlanda: un'isola felice?

4 commenti su “Il problema degli affitti: 5 nuovi consigli per trovare alloggio

  1. ciao Paolo, molto utile il tuo articolo come sempre. Però Phisborough non è tanto male, perché l’hai messo tra i quartieri no? È vicino al centro, c’è un Tesco ed è vicino anche ai Botanic Gardens. Dai, promuovi Phisborough! 🙂

    • paolob. il said:

      Ciao Flora,
      Non lo ritengo tra I peggiori, ma esteticamente nenmmeno tra I migliori. Amo Glasnevin, ma Phisborough non tantissimo. Punto di vista personale, ovviamente:) hai fatto bene a puntualizzare. IN effetti mi riferivo in particolare a un’area adiacente, quella di Cabra Park, non propriamente eccezionale. Comunque, grazie per l’intervento. Non ci abiterei io per mia scelta, ma c’è di peggio. Tuttavia, I punti da te espressi hanno un fondamento. Ciao!

  2. Michele il said:

    ciao mi chiamo Michele sono tornato da poco da dublino,mi sono innamorato del posto io qui a Roma faccio il tatuatore, però vorrei trasferirmi li a dublino..ho dato un occhiata al sito molto dettagliato sugli alloggi,però volevo sapere anche per i lavori li a dublino dove posso guardare qual siti vedere..Grazie in anticipo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.