Un weekend a Belfast e dintorni

Il primo weekend di agosto sono stato a Belfast (e dintorni) a trovare dei miei amici che mi hanno gentilmente ospitato nella notte tra sabato e domenica.

Ottima gita, se non altro perché ho potuto unire cose diverse: paesaggi, cultura e ambienti urbani, un giusto mix per conoscere o iniziare a conoscere quella che è sicuramente sempre Irlanda, ma con qualche caratteristica che la rende un po’ diversa dalla Repubblica in cui vivo.

In questo post dunque vi fornisco alcuni consigli sui luoghi che potrete visitare se da Dublino decidete di fare come ho fatto io un weekend nella capitale dell’Irlanda del Nord.

LE DUE FACCE DI BELFAST

Alcune parti della città, note per essere aree protestanti e cattoliche, sono stati parte della mia visita. Mi ha colpito vedere questi muri eretti (purtroppo) tra le due diverse entità “etniche” presenti in città, lungo le “Peace lines”. Le aree di entrambi i gruppi, tuttavia, sono caratterizzate come molti forse sapranno da bellissimi quanto inquietanti murales che danno sfogo alla propria appartenza religiosa, sociale e politica.

Non è questa la sede per discutere dei problemi sociali collegati a questi quartieri e ai tristi, spesso, fatti storici, ma ovviamente se si fa una visita a queste aree, è difficile non essere incuriositi dalle relative vicende storiche e sociali.

Oltre ai quartieri “etnico religiosi” di Belfast, sono riuscito anche a visitare l’interno del noto “Saint George Market“, uno dei mercati del fine settimana più famosi di tutto l’UK, e più affollati.

LEGGI ANCHE: 10 COSE DA FARE A DUBLINO IN UNA DOMENICA DI AGOSTO

NEWTONARDS E LA SCRABO TOWER

Posta a pochi kilometri da Belfast, Newtonards (pronunciato in  un modo che nemmeno vi immaginate, “niudnads”!)  è famosa per una torre (Scrabo tower) alta 30 metri e risalente al XIX secolo, che sovrasta la collina. Si sale in auto o a piedi, e la vista ci guadagna dato che il paesaggio che troverete davanti ai vostri  occhi merita senz’altro un bel po’ di foto. L’ingresso è gratuito. LINK.

IL CASTELLO DI BELFAST.

La visita al castello di Belfast è stata interessante sia per la posizione, sia per il panorama gradevole che si ammira dall’alto, e anche per la bellezza del suo parco. Il castello è circondato da un bellissimo giardino che, se avrete la fortuna di ammirarlo in una giornata di sole in questi ultimi scampoli d’estate, non vi farà rimanere delusi. LINK

QUALCHE CONSIGLIO SU COME ARRIVARCI.

A Belfast ci si arriva comodamente da Dublino in bus o in treno. Il viaggio dalla capitale della Repubblica d’Irlanda dura circa due ore e mezza in bus, un po’ meno in treno. Bus Eirann da Dublino offre una corsa andata e ritorno (aggiornato ai prezzi di agosto 2014) di 25 euro. Potete anche consultare entrambi i siti per le varie offerte. Se decidete per il treno, vi consiglio vivamente di prenotare in anticipo comprando il biglietto dal sito dell‘Irish Rail. Se volete andare in auto, ovviamente, tanto di guadagnato per il tempo e la chance di vedere tutti questi posti elencati con più comodità. Potreste anche fare qualche tappa intermedia a Drogheda, A Dundalk o a Newry.

FOTO

Ecco qualche foto come sempre: buona visione.

Sain George Market (foto Paolo Bergomi)
Scrabo Tower, Newtonards (foto Paolo Bergomi)
Panorama dalla Scrabo Tower (foto Paolo Bergomi)
Panorama dalla Scrabo Tower (foto Paolo Bergomi)
Interno della Scrabo Tower (foto Paolo Bergomi)
Graffiti nel quartiere protestante di Belfast (foto Paolo Bergomi)
Scorcio di una via nel quartiere protestante (foto Paolo Bergomi)
Graffiti nell’area protestante di Shankill Road (foto Paolo Bergomi)
Murales nell’area protestante (foto Paolo Bergomi)
Scorcio di una via nell’area protestante con le bandiere UK (foto Paolo Bergomi)
Murales nel quartiere protestante (foto Paolo Bergomi)
Murales nell’area protestante (foto Paolo Bergomi)
Particolare di un murales commemorativo delle vittime del bombardamento tedesco su Belfast nella WWII (foto Paolo Bergomi)
Murales nell’area cattolica (foto Paolo Bergomi)
Murales nell’area cattolica con la figura di Bobby Sands (foto Paolo Bergomi)
Graffiti dedicato a Mandela nel quartiere cattolico (foto Paolo Bergomi)
Graffiti nel quartiere cattolico (foto Paolo Bergomi)
Graffiti nell’area irlandese cattolica (foto Paolo Bergomi)
Graffiti nella parte cattolica di Belfast (foto Paolo Bergomi)
Graffiti nel quartiere cattolico (foto Paolo Bergomi)
La “Peace Line”, il muro che separa le due aree (foto Paolo Bergomi)
L’ingresso tra i due quartieri separati dalla Peace Line (foto Paolo Bergomi)
Castello di Belfast (foto Paolo Bergomi)
Castello di Belfast (foto Paolo Bergomi)
Castello di Belfast, il giardino, particolare (foto Paolo Bergomi)
Castello di Belfast, scorcio (foto Paolo Bergomi)
Castello di Belfast, scorcio sul giardino (foto Paolo Bergomi)
Castello di Belfast, giardino (foto Paolo Bergomi)
Castello di Belfast, giardino, particolare (foto Paolo Bergomi)
Panorama nei dintorni di Belfast, con la città sullo sfondo (foto Paolo Bergomi)

Seguimi su Facebook alla mia pagina “Dublino Visionaria”.

Precedente 10 cose da fare a Dublino in una domenica di agosto Successivo Weekend in county Mayo: lungo la "Greenway" in bicicletta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.