Pro tip: Mi raccomando, le scarpe comode

Il consiglio numero uno che do a chiunque venga a trovarmi a Londra (o mi chieda suggerimenti) è sempre lo stesso. Scarpe comode e impermeabili. Ma comode davvero, di quelle che ci cammini dieci ore al giorno per una settimana e hai ancora tutte le dita dei piedi con cui sei partito.

Se c’è una questione di stile che ti farebbe scegliere delle scarpe di tendenza ma di una scomodità assurda, NON CEDERE: mettiti un berretto con le orecchie, dei leggings di pelle umana, ma risparmia la vita ai tuoi alluci e tira fuori le scarpe da ginnastica.

Le cose da visitare a Londra sono sparse su un territorio che sembra ridotto rispetto all’estensione della città, ma che nella realtà dei fatti è enorme. C’è la metro, certo – ma certe volte per arrivare da un punto A a un punto B il tragitto coi mezzi sarebbe talmente lungo che tanto vale camminare. Da Piccadilly Circus al London Eye, per esempio, la distanza è solo di un chilometro e mezzo a piedi, con una quantità minima di scale rispetto al viaggio in Underground.

consigli londra scarpe comode
Il mio account Instagram non mente: porto solo scarpe comode e mi faccio troppe foto ai piedi.

Spesso è più bello passeggiare e godersi la città che infilarsi sottoterra, soprattutto se si è a Londra come turisti e non si è di fretta. Certo, non quando diluvia, ed è per questo che serve che siano anche impermeabili, o almeno con una suola bella grossa: la pioggia vi sorprenderà sempre quando siete a chilometri di distanza dalla metro, senza riparo e/o asfalto su cui camminare.

Non va sottovalutata la quantità di volte che anche il londinese più avvezzo si perde. Visto che la pianificazione urbanistica era l’ultimo pensiero di chi ha messo insieme Londra, è facilissimo confondersi tra vie e viuzze che sono a cento metri dalla meta, ma che neanche Google Maps sembra saper collegare.

Il salto di qualità è portarsi anche un paio di scarpe altrettanto comode extra, altrimenti farete la fine della mia amica Sofia che, a suole bucate, è dovuta entrare in un negozio e comprarsi delle scarpe d’emergenza.

Selezionate le calzature adatte all’occasione? Perfetto. Da oggi io, che sono Marta e ho ricevuto lo scettro del potere di Vivere Londra, vi porterò in giro per la “mia” Londra, vi rivelerò i segreti che ho imparato nei miei anni britannici, e risponderò alle domande a cui nessuno sembra avere risposta.

Precedente Dove guardare i Mondiali 2014 a Londra Successivo Capodanno a Londra 2014: prenotate adesso o tacete per sempre

Lascia un commento

*