Tour di 10 giorni nella magica Islanda!

Viaggio di nozze di 10 giorni nella magica Islanda.

Come meta del nostro viaggio di nozze abbiamo deciso di fare un on the road tra Islanda, Norvegia e Isole Svalbard.

Per raggiungere Reykjavik da Pisa abbiamo fatto scalo a Bergen e siamo rimasti li un giorno e mezzo. In questo modo abbiamo risparmiato qualcosa sul prezzo del biglietto ( ci è costato 315 euro per tutti e due) e abbiamo visitato una cittadina meravigliosa. Ma ora veniamo a noi al nostro giro on the road nella magica Islanda.

1 giorno 22/06/2015

Dopo una buona colazione, fatto un ultimo giro a Bergen ci dirigiamo verso l’aereoporto perchè alle 18:15 abbiamo il volo Norwegian per Reykjavik . Arrivati nella capitale islandese prendiamo la nostra auto, una Suzuki Jimmy e ci dirigiamo verso il centro dove abbiamo il nostro appartamento per la notte trovato tramite airbnb, vicinissimo alla famosa cattedrale. Ci riposiamo un pochino e, poi  usciamo per un primo giro in città, andiamo a fare la spesa per la colazione da Kronan e mangiamo un Hot Dog da Baejarins Beztu Pylsur dove dicono si mangi il più buon Hot Dog della città, se non proprio d’Islanda. islandaE’ buono ma sinceramente per noi un normalissimo Hot Dog, ma forse perchè abbiamo mangiato il classico e non quello pieno di salse di ogni tipo. Dopo un altro giretto torniamo stanchi a casa.islanda

2 giorno 23/06/2015

La mattina ci alziamo con calma, colazione e poi partiamo in direzione del parco Thingvellir. Facciamo una visita al parco, alla famosa faglia, al lago e alle cascate, C’è parecchia gente ma si sta bene ed è comunque ancora molto tranquillo.islanda Riprendiamo la macchina, direzione Geysir. Parcheggiamo, mangiamo un boccone e andiamo a visitare i geysir per cui è famosa l’Islanda. Il più bello e famoso è lo Stokkur, ci mettiamo insieme ad altra gente ad attendere il suo enorme spruzzo che non tarda ad arrivare. Uno spettacolo bellissimo che lascia a bocca aperta.islandaRipartiamo in direzione cascate di Gulfoss. Parcheggiamo e ci dirigiamo verso le cascate. Il vento è fortissimo, fa freddissimo e si fa fatica a camminare. Questo passa in secondo piano quando ci troviamo di fronte uno spettacolo sensazionale e ci rendiamo conto di quanto la natura sia meravigliosa.islanda Ci dirigiamo alla Guesthouse Steinsholt(la nostra recensione qui).

3 giorno 24/06/2015

Dopo colazione partiamo in direzione del parco Landmannalaugar ma troviamo la strada chiusa per neve. Poco dopo passa un fuoristrada, l’autista ci informa che si può passare solo con un’autorizzazione.

Facciamo dietro front e ci dirigiamo verso le cascate Seljalandfoss. Le troviamo facilmente. Queste bellissime cascate possono essere viste anche da dietro cosi ci avventuriamo e usciamo da questo giro inzuppati. islandaDopo una sosta per mangiare, ripartiamo alla volta di un’altra cascata, la Skogafoss. Arriviamo e dopo una passeggiata e qualche foto con un doppio arcobaleno, saliamo in cima al salto della cascata. La vista è meravigliosa.islandaislanda Percorriamo il sentiero che risale il fiume, poi partiamo verso l’ hotel, il Welcome Hotel Lambafell (la nostra recensione qui).Una volta li scopriamo che non c’è reception.Telefoni e ti viene comunicato il numero della stanza. L’hotel ha una Jacuzzi nel giardino e ne approfittiamo per fare un bagno bollente.l’Islanda è anche questo.

4 giorno 25/06/2015

Dopo colazione partiamo e cerchiamo subito di raggiungere l’aereo abbandonato DC3 che si trova sulla spiaggia nera di Vik. Troviamo un punto di accesso alla spiaggia ma si può andare solo a piedi e ci avventuriamo. Dopo qualche chilometro finalmente lo vediamo!! Peccato che ci separi un piccolo fiume che ci tocca attraversare.islandaislanda Armati di coraggio ci togliamo scarpe e calzini e andiamo dall’altra parte. Ricordiamo ancora la sensazione dell’acqua gelida!Finalmente possiamo fotografarlo.islandaTornando scopriamo che esiste un’altra strada molto più agevole!! Ripartiamo e andiamo a vedere la famosa scogliera di Dyrholaey. islandaVento fortissimo che a stento ti fa stare in piedi ma riusciamo a vedere le famose Puffin. Poi scendiamo alla spiaggia nera, la più famosa di tutta l’Islanda.islandaRipartiamo e andiamo fino alla prossima Guesthouse Nypuguardar (recensione qui) facendo una brevissima sosta a Jokulsalron dove torneremo la mattina dopo. Cena ad Hofn in questo ristorante dove mangiamo i famosi scampi.

5 giorno 26/06/2015

Dalla Guesthouse partriamo per visitare Jokulsarlon. Gli Iceberg che galleggiano sono meravigliosi.islanda islandaCon difficoltà lasciamo Jokulsarlon e ci dirigiamo al parco del ghiacciaio Vatnajokull. islandaPrima di tutto visitiamo le cascate nere. Ci arrampichiamo per un percorso di un paio di chilometri e con facilità arriviamo alle Svartifoss.islanda Dopo una breve pausa torniamo indietro e stavolta andiamo a vedere il fronte del ghiacciaio. Per raggiungerlo dobbiamo camminare per circa 1,5 km in un sentiero molto facile ma con un vento che soffia fortissimo e che rende la camminata davvero difficile. Sotto il ghiacciaio il vento è ancora più forte e cosi dopo qualche foto torniamo in macchina. Si parte e percorriamo quasi 300 km impiegando circa 4 ore. Arriviamo stanchissimi al nostro alloggio Stora Sandfell Rooms and Cottages ( qui la nostra recensione). La proprietaria ci accoglie cordialmente e ci fa sentire subito a casa.

6 giorno 27/06/2015

Ci alziamo presto, facciamo colazione e ci dirigiamo verso Egilsstadir per una sosta al supermercato. Guidiamo per altri 150 km e arriviamo al lago Myvatan.islanda Non trovandolo meraviglioso come ci aspettavamo, se non per la varietà degli uccelli che si trovano andiamo a mangiare al ristorante Vogafjos. Qui per una coscia d’agnello e un hamburger spendiamo 70 euro. Tutto davvero ottimo. Andamo poi a vedere l’area di Hverir piena di pozze di acqua bollente e subito dopo ci dirigiamo al cratere Viti.islandaislanda Facciamo un giro, scattiamo tante foto e poi ci dirigiamo verso le cascate Dettifoss, le più grandi d’Europa. Sono meravigliose ed è davvero rilassante restare seduti ad ammirarle. islandaRaggiungiamo la guesthouse Brekka (la recensione qui) vicinissima ad Husavik. Arriviamo, ci sistemiamo e mangiamo una cena home-made. Poi andiamo subito a dormire perchè la mattina seguente dobbiamo alzarci presto per il whalewatching.

7 giorno 28/06/2015

Oggi ci aspetta il whale watching. Osservare le balene in mare aperto a bordo di un veliero. Alle 09:00 siamo già al molo.islandaCi equipaggiamo con una tuta intera caldissima che servirà a proteggeci da freddo e vento.islanda Ci dirigiamo subito verso la PuffinIsland dove c’è una colonia di questi buffissimi uccelli. Dopo mezz’ora ripartiamo verso la zona di avvistamentO delle balene. Purtroppo riusciamo a vedere sono solo piccoli gruppi di white dolfin.islanda Uno di questi ci regala bellissime acrobazie saltando fuori dall’acqua.Il tempo è terminato e cosi si torna verso la terra ferma con un pò di amarezza. A terra decidiamo di assaggiare una miniporzione di Hakarl, lo squalo putrefatto. Fa schifo. Partiamo in direzione delle cascate Godafoss, la cascata degli dei.islandaScattiamo un’infinità di foto e ripartiamo, direzione hotel, il Lamb Inn Ongulsstadir (qui la recensione). Lasciamo le valigie e andiamo ad Akureryi dove mangiamo un ottimo fish and chips.

8 giorno 29/06/2015

Anche questa mattina facciamo un’ottima e abbondante colazione, poi partiamo e andiamo a vedere la fattoria Glambaer. Un giretto e qualche foto e subito ci mettiamo in auto, fino ad arrivare alla penisola dello Snaefellsnes. Andiamo a vedere il piccolo centro di Stykkisholmur dove Verne ha fatto partire il suo viaggio al centro della terra.. Facciamo un pò di spesa e poi ci dirigiamo verso il nostro alloggio, la Guesthouse Hof(la recensione qui). Dopo cena andiamo a visitare prima la chiesa nera di Budir e poi Arnastapi.islanda Dapprima facciamo un giretto qui intorno, poi ci avventuriamo verso il ghiacciaio alle 23:00 quasi. Arriviamo in cima, facciamo qualche foto sulla neve e torniamo in albergo per mezzanotte.islanda

9 giorno 30/06/2015

Partiamo presto e andiamo a Husafell dove c’è il nostro meeting-poin per andare a visitare il ghiacciaio dall’interno. Percorriamo una strada sterrata di circa 25 km e finalmente arriviamo. Il luogo è desolato. Ci vengono a prendere con un 8 wheele truck, ci fanno salire a bordo e inizia l’ascesa al ghiacciaio.islanda Da 600mt del campo base si arriva a 1100 mt percorrendo una pista su quasi 6 mt di neve. Ci impieghiamo mezz’ora. Giunti sulla vetta scendiamo dall’imponente mezzo e la guida ci accompagna “into the glacier”. La visita dura circa un’ora. All’interno c’è persino una cappella di ghiaccio!islanda islandaSi torna giù, e ci dirigiamo verso Reykjavik al Foss Hotel Lind(recensione qui). La sera andiamo a cena in un piccolo ristorante ( Saegrefinn, The sea Baron) nella zona del porto e mangiamo divinamente. Poi andiamo a vedere il Sun Voyager, il monumento a lisca di pesce. islandaStanchi torniamo in albergo.

10 giorno 01/07/2015

La mattina la passiamo a girare per la città e a comprare qualche souvenirs e poi verso le 14:00 prendiamo l’auto e andiamo al Blu Lagoon. islandaRestiamo li dentro circa 3 ore, ci rigeneriamo e rilassiamo come solo in un posto cosi si può fare(noi l’abbiamo trovato non molto affollato). Torniamo in città mangiamo un boccone al KFC e poi torniamo in centro per farci una passeggiata sul laghetto. Ci prendiamo una crepes con oreo e nutella e poi andiamo a letto.La vacanza in Islanda è finita…domani si parte per la Norvegia e per una nuova avventura!

 

Precedente SaegrefinnThe sea Baron a Reykjavik Successivo Islanda