La Festa del Broccoletto 2016 a Roccasecca (Fr)

Il Broccoletto di Roccasecca (Fr)

Mettete quattro amici al bar e avrete due cose: o una celebre hit di Gino Paoli, oppure un evento gastronomico paesano, come la “Festa del broccoletto” di Roccasecca. Questa manifestazione è nata dall’amore per la propria terra di questi 4 cittadini ed è diventata un must per il piccolo centro in provincia di Frosinone. E infatti l’8 dicembre la Pro Loco di Roccasecca (Fr) ha organizzato l’ottava edizione. A partire dalle 12 la centralissima Via Roma- anche se i roccaseccani la chiamano Piazza per la sua grandezza- ospiterà il percorso enogastronomico. Il protagonista sarà appunto il broccoletto, il re delle tavole ciociare. I visitatori potranno, ,quindi, assaggiare tutte le specialità a base di questo prodotto caratteristico: dalla polenta, ai cappelletti fino alla Frionza, il piatto tipico del luogo.

Roccasecca (fr)- stand festa del Broccoletto
Uno degli stand della Festa del Broccoletto

 

La Frionza

Cucina povera e contadina, ma non per questo meno buona. Anzi. Dopo aver assaggiato la Frionza vi leccherete i baffi. Provare per credere. Si tratta di una minestra di pane e verdure. Si utilizza il pane ‘ntostate tagliato a pezzetti e si aggiunge “ai brocchele  co gli cappucce” messi in padella a soffriggere. Si lascia un po’ a insaporire e poi la Frionza è pronta per essere mangiata. Ora che avete saziato la pancia, non vi resta che dare un’occhiata agli altri stand dove troverete in esposizione i prodotti artigianali della Valle di Comino, un angolo di Ciociaria che rientra nel distretto di Sora.

Frionza- broccoletto Roccasecca- piatto
La Frionza con il broccoletto di Roccasecca

Tommaso d’Aquino e Toto: il castello e la statua

Roccasecca non è solo la patria del Broccoletto, ma offre tanti luoghi di interesse anche al turista occasionale. La cittadina ha dato, infatti, i natali a San Tommaso d’Aquino uno dei più grandi filosofi dell’Europa medievale. Secondo la tradizione, il pensatore sarebbe nato nel castello dei conti d’Aquino che domina il borgo. L’edificio è ben conservato e soprattutto è visitabile gratuitamente. Nei pressi del maniero c’è la chiesa di San Tommaso d’Aquino, eretta nel 1325 in onore del figlio più illustre di Roccasecca. In tempi più recenti è stata inaugurata nei pressi della stazione la statua di Totò. Il comico napoletano interpretò nella commedia “Il medico dei pazzi” , tratta da una farsa di Edoardo Scarpetta, il personaggio di Felice Sciosciammocca, inverosimile sindaco di Roccasecca. Merita anche una visita il “Grande Presepe”, allestito in due stanze in via Vicolo Giovinazzi, nel borgo antico. Non c’è un biglietto d’ingresso da acquistare, ma solo un’offerta libera da versare.

Roccasecca- castello- d'Aquino- chiesa -San Tommaso
In alto il castello degli Aquino, in primo piano la chiesa intitolata a San Tommaso d’Aquino

Come arrivare a Roccasecca e dove alloggiare

Raggiungere Roccasecca non è difficile: sull’a1 si esce al casello di Pontecorvo, si imbocca la strada provinciale Leuciana e in 20 minuti si raggiunge il centro. Se invece volete pernottare, ci sono tante soluzioni.

 

Ecco la lista dei b&b di Roccasecca.

b&b Il Feudo, Via Vittorio Veneto, 15 –  tel: 0776567656 cell: 3288957972

b&b  Da Maria Grazia – Vicolo Giovinazzi, 10 – cell: 3392977329 e 3441896265

b&b Ortica –  Vicolo Giovinazzi, 27 –   cell: 3381139566

b&b Villa Claudia – Via Mansone, 24 – 3491573033

 

Roccasecca- locandina- festa del broccoletto 2016
La locandina dell’evento

 

 

Precedente Il fidanzato Successivo Cosa vedere in costiera amalfitana: un itinerario