Cose da sapere sul cambio di valuta3 min read

Veniamo ora ad un problema spinoso che tutti quelli che vogliono viaggiare con un budget limitato si trovano ad affrontare: GLI UFFICI DI CAMBIA VALUTA!!

 

cambiare-cambio-valuta-672

Purtroppo per noi (e fortunatamente per Salvini e Grillo) l’Euro non è universalmente diffuso e, quindi, ci tocca industriarci con ogni mezzo per evitare la fregatura che, sia ben chiaro, è sempre dietro l’angolo.

Iniziamo col precisare una cosa: nessuno mai, al momento del cambio, applicherà il reale tasso ma, ovviamente, tenderà a “limarci” la sua percentuale.

E’ comunque sempre consigliabile essere informati: le app che riportano i tassi di cambio aggiornati in tempo reale sono tantissime, pertanto consigliamo di dare uno sguardo a https://itunes.apple.com/it/app/convertitore-valuta-gratis/id380877896?mt=8 , http://www.xe.com/it/ e http://www.valute.it/ che sono tra i siti più utilizzati.

Detto questo, esistono 3 modi, sostanzialmente per ottenere moneta in un paese estero:

  1. Fare “scorta” in patria rivolgendosi alla propria banca: E’ un metodo che mi trovo a sconsigliare in quanto implica che sappiamo già quanto spenderemo (cosa che, contando gli innumerevoli imprevisti che sempre capiteranno a noi viaggiatori ignoranti, è praticamente impossibile). Inoltre, un errore di conto e quindi il ritrovarci a corto o con troppe monete ci espone al dover effettuare un nuovo cambio e quindi una nuova “cresta” sulle nostre finanze.
  2. Cambiare moneta “in loco” ad un ufficio di cambio: Bisogna dire che le classiche botteghe di cambio sono, spesso, la vera spina nel fianco di un viaggiatore in quanto non solo, generalmente, non applicano il reale tasso di cambio ma possono anche applicare un ulteriore percentuale per il “servizio” di cambio offerto. Se si trovano agenzie che non applicano tale “imposta” conviene comunque cambiare poca moneta per volta pianificando poi man mano e regolandosi giorno per giorno. Facciamo un esempio: ad oggi lo Zloty (moneta polacca) viene cambiato a 0.24€: ovvero se io do 1€ devo avere 4.19 Zloty. Non vedrò mai 4.19 Zloty ma un’agenzia può darmene 4.05 ad esempio. In questo caso, se cambio 300€ invece dei 1257 Zloty che mi spetterebbero ne vedrei solo 1215 con una differenza di 42 Zloty che equivalgono, per esempio, ad un paio di cene o ad una notte in più in ostello! Senza dimenticare che l’agenzia potrebbe prendere una percentuale supplementare! Inoltre mi esporrei al rischio di girare per strada ed in un posto sconosciuto con molti soldi in tasca, cosa che, a priori, sconsiglierei a chiunque e dovunque.
  3. Prelevare in una banca locale: In pratica è quasi la stessa cosa del cambia valuta, anche se potremmo trovare tassi più onesti e percentuali meno “vergognose”.

In definitiva, il modo in assoluto migliore per gestire le proprie finanze è pagare tutto con carta di credito “in loco” in modo da non incorrere nei tassi di cambio falsati o nel pericolo di avere troppa liquidità permettendoci di viaggiare “leggeri” e spensierati. Inoltre quasi tutti i ristoranti, negozi ecc. sono ben attrezzati in merito. Persino dove non ce l’aspetteremmo! In questa situazione per il minimo di liquidità richiesta (qualche spesa ad una bancarella ad esempio) può andare bene anche un ufficio di cambio o una banca.

La migliore arma è, come sempre, l’informazione e l’attenzione, nei paesi soprattutto dove la moneta locale è più forte dell’Euro (Regno Unito) ed un cambio monete avventato può essere un vero salasso!!! Non fermarsi al primo che capita ma valutare con attenzione chi offre cambi più vantaggiosi!

Precedente A Cracovia col furgone (pt. 4) Successivo Chat