10 cose da fare/non fare in Repubblica Ceca (pt.10)3 min read

Il giro di boa l’abbiamo passato da un pezzo. Ma il viaggio non è ancora finito. E i primi sintomi di stanchezza iniziano a farsi sentire. Brno è bella. Ed è il luogo ideale per fermarsi un altro giorno a ricaricare le pile prima dello sprint finale. Questa pausa ce la godiamo fino in fondo. Non abbiamo voglia di correre. Anche i vagabondi arrivano a un punto in cui sentono il bisogno di fermarsi. E Brno è la nostra oasi. E’ il momento giusto per riflettere e stilare una decalogo: cosa fare in Repubblica Ceca. Ma andiamo con ordine.

Brno e Silvio Pellico

La giornata trascorre lentamente. Il clima è mite e i ritmi sono quelli di una partita di fine campionato. Possibilmente non truccata. Decidiamo così di (dis)onorare il Risorgimento con una visita alla fortezza dello Spielberg, dove fu imprigionato il patriota italiano Silvio Pellico, autore delle memorie “Le mie prigioni”.Mentre saliamo al castello si sprecano le battute:” Da questo libro faranno il sequel “Le mie pigioni”, autore Gianfranco Fini, edizioni Tulliani”.” No, faranno il film porno “Le mie pulsioni”. Dopo la quarta birra bevuta a stomaco vuoto (colpa di un pub in cui ci fanno sedere e ci portano due birre senza averle ordinate), iniziamo a divagare.Il risultato è questo decalogo che leggerete di seguito su cosa fare in Repubblica Ceca (e non fare).

Il decalogo:cosa fare in Repubblica Ceca (ma anche non fare)

1)Bere

Questa è la patria (o quasi) della Birra. Anzi, della Pilsner Urquell, campionessa del mondo di Categoria. I superlativi si sprecano. Dimenticate quelle commercializzate all’estero. Qui ha tutto un altro retrogusto. Ogni islamico deve recarsi almeno una volta nella vita a La Mecca, ogni bevitore raffinato o alcolizzato deve fare una visita ai birrifici di Plzen dove producono questa meraviglia.
12195881_1068301326523131_9068804963797778911_n

 

2)Salire su un treno locale

E’ un’esperienza unica. Vi sembrerà di viaggiare come i vostri nonni. L’arredamento è quello di 30-40 anni fa. Sedili in feltro, tavoli a scatto e controllori simpatici. E senza la maleducazione tipicamente italiana presente sui mezzi pubblici.

Treno Repubblica Ceca

3)Andare oltre Praga

E’ l’errore più frequente: considerare la capitale una metonimia del Paese. Praga è un mondo a sè stante, una metropoli bella, elegante ma non tanto diversa da quelle dell’Europa occidentale. Se volete conoscere la vera anima di questo popolo, salite sul treno e attraversate questo paese.

4)Smettere di chiamarla Cecoslovacchia

” D’accordo la bandiera è la stessa. Ma qualcosa è cambiato dal 1 gennaio ’93. Cioè, dal vecchio stato ne sono nati due: la Slovacchia e la Repubblica Ceca.

5)Non ordinare mezze pinte di birra 

Se in un pub ordinate mezza pinta di birra, i camerieri vi guarderanno strano. Perchè le mezze pinte valgono solo per le ragazze. Ah, dopo il secondo boccale. Non potere fermarvi. A meno che non vogliate passare per alieni.

6)Fare Trekking

 Non c’è il mare in Repubblica Ceca. Ma ci sono gole, calanchi, fiumi, foci, la selva boema. Panorami mozzafiato raggiungibili solo a piedi. Una faticaccia, ma ne vale la pena.

28660fbbf8

Fiume Sazava- Foto tratta da: www.turismo.it

7)Amare l’ordine e la compostezza dei cechi

Bevono tantissimo come tutte le popolazioni slave, ma hanno la compostezza dei tedeschi. Allegri, ma mai molesti. Le città sono pulitissime, trasmettono ordine, ma non autoritarismo. Lo stesso discorso vale per le forze dell’ordine. Incutono rispetto, mai timore.

8)Abbuffarsi di carne

La carne rappresenta la grande tradizione gastronomica del Paese. Di maiale o di manzo, viene servita un po’ ovunque. Vi farà ingrassare un po’, ma al tempo stesso il vostro portafoglio non dimagrirà. I prezzi sono davvero economici in Repubblica Ceca.


mangiare in Repubblica Ceca

9) Visitare Brno e Ostrava

Se volete approfondire, di Brno ne abbiamo parlato qui e di Ostrava qui 

10) Vedi il punto 1

Precedente 5 giorni a Rabat 100€ all inclusive Successivo 5 cose da fare a Valencia in 3 giorni