Crea sito

Una chiesa a cielo aperto: il Carmo

Chiesa Carmo Lisbona

A me le chiese hanno sempre fatto venire un po’ di claustrofobia, ma se anche voi siete come me non temete: a Lisbona ce n’è una che non vi farà certo questo effetto.

È la chiesa del Carmo (cioè dell’ordine carmelitano), sulla collina immediatamente dietro al largo del Chiado (dietro alla Brasileira, il caffè tanto amato da Pessoa, per intenderci).

LEGGI ANCHE: UNA GIORNATA SUI PASSI DI PESSOA

Perché non è claustrofobica è molto semplice: non ha il tetto! E non ce l’ha quasi intenzionalmente.

Quasi, perché il tetto ce l’aveva quando, nel XIV secolo, fu costruita, principale chiesa gotica della capitale.

Ma poi, nel 1755, la combo micidiale terremoto-incendio-tsunami che distrusse quasi completamente la città ne fece crollare solo il tetto (fatto che dimostra che comunque l’avevano costruita bene).


E i lisboeti pensarono bene di lasciarla così com’era rimasta, un po’ come ricordo della tragedia che li aveva colpiti, un po’ perché l’effetto ‘chiesa scoperchiata’ era davvero affascinante, un po’ forse anche per scaramanzia, diciamocelo.

(Pare, tra l’altro, che lo stesso nome dell’ordine religioso dei carmelitani venga dalla parola ‘carmelo’ che in aramaico significava “giardino”, e in effetti non s’è mai visto un giardino coperto da un tetto…)

Oggi ciò che rimane della chiesa ospita un piccolo museo archeologico dove potrete trovare reperti del Paleolitico e del Neolitico portoghese (come quelli degli scavi di Azambuja), tombe e statue di re portoghesi, resti romani e visigotici, e pure (non scherzo!) un paio di mummie peruviane!

LEGGI ANCHE: LA LISBONA ROMANA DA SCOPRIRE – FELICITAS IULIA OLISIPO
Che vi interessi o no l’archeologia, entrare al Carmo è una di quelle cose che a Lisbona vale la pena fare: non solo perché il biglietto costa circa 3 euro (è un’altra delle cose che si possono fare in questa città per meno di 5 euro!), ma perché non capita spesso di entrare in una chiesa con il cielo come soffitto.

La chiesa è visitabile dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 18:00, e fino alle 19:00 d’estate. In inverno, consiglio vivamente di andarci nel tardo pomeriggio, per poter vedere il “soffitto” cambiare colore al tramonto.

In più, usciti dalla chiesa potete arrivare, costeggiandone il lato destro, esattamente in cima all’Elevador de Santa Justa (ma senza pagarne il biglietto!) e godervi -veramente dall’alto- la vista quasi optical della “calçada” (la pavimentazione) a sanpietrini bianchi e neri del Rossio, e di tutta la città.

Quello che vi direi di evitare è il bar che troverete poco prima di arrivare alla vista panoramica, perché è caro arrabbiato.

Perché sì, di altissimo vanno bene giusto le colonne gotiche che sembrano reggere il cielo nella chiesa del Carmo, ma i prezzi di quel bar proprio no.

VIVERE LISBONA – ZINGARATE ORA È ANCHE SU FACEBOOK! METTI IL TUO “MI PIACE” QUI E SEGUI ANCORA PIÙ DA VICINO LA VITA DI LISBONA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.