Crea sito

L’estate scende in strada: Lisboa Na Rua 2013

Anche Lisbona, come tutte le città, ad agosto soffre di spopolamento da ferie. Tutti partono per le vacanze: chi si sposta in Algarve o Alentejo per godersi il mare, chi approfitta per fare un viaggio all’estero, chi il suo viaggio all’estero lo fa tornando a casa sua.

Insomma, la calma che contraddistingue Lisbona in realtà per tutto l’anno (perché nonostante sia una capitale, a confronto con altre città europee Lisbona è un grande paese) ad agosto si fa sentire ancora di più.

Meno traffico, trasporti ridotti, ristoranti che vanno in ferie (scelta alquanto discutibile, forse, nel periodo di maggiore affluenza di turisti), il piccolo commercio che lavora solo mezza giornata, e tante, tante persone dal fenotipo poco portoghese (particolarmente evidenti i turisti nordici: biondi, alti, dal colorito tendente al gambero) che girano la città stipati come sardine (e come sennò, a Lisbona?) nel tram 28.

LEGGI ANCHE: ELETTRICI E ELEVATORI – IL TRAM 28

Ma in realtà Lisbona non si ferma, neanche ad agosto.


A partire da questo giovedì 15 (uno dei pochi giorni festivi che il governo portoghese non ha eliminato, tanto poca differenza faceva) e fino al 15 di settembre, Lisbona sae à rua “scende in strada”.

E ci esce molto ben attrezzata contro lo svuotamento delle strade: un ricchissimo apparato di eventi di tutti i tipi, concerti, mostre, cinema all’aperto…

Il jazz è uno dei grandi protagonisti: varie sessioni disseminate tra il Parque Eduardo VII (dove continua l’Outjazz festival), cinque diverse big band in concerto in diverse e suggestive sale da concerto ao ar livre “all’aria aperta” (il Terreiro do Paço, noto come Praça do Comércio, lo spazio fuori dalla stazione di Rossio, il Jardim do Museu da Água, la Quinta das Conchas, tra gli altri).

Ma anche la musica e la danza etnica avranno il loro spazio: la sezione “Xamanita” (il nome è un neologismo che vuole rievocare il riaccendersi di una fiamma) scende a Martim Moniz portando con sé musica tradizionale irlandese, reggae, fusion Africa-Brasile-Portogallo, spettacoli e workshop di percussioni, danze tradizionali europee, danza contemporanea, workshop di strumenti tradizionali di tutto il mondo, ma anche sessioni di yoga, riflessologia, Tai Chi, Feng Shui (sì, c’è proprio di tutto!).

E poi ci saranno i concerti nel Museu de Arte Contemporânea del Chiado: l’eclettico Tó Trips (tra fado alla Carlos Paredes, ritmi cubani e influenze tra la musica araba e il flamenco), dalla Guinea Bissau (passando per Barcellona, dove vive) Mû che porterà ritmi e atmosfere africani, e il “bossanovista portoghese” JP Simões con il suo fardo (cioè “fardello”: è la sua versione ironica del fado).


E poi, tanto cinema d’autore di vari paesi: tra il largo di Saldanha e la Rua da Senhora da Saúde (Martim Moniz) avranno spazio Dziga Vertov, Jean-Luc Godard, João Gomes e il nostro Luchino Visconti.

Mentre all’Arco da Bandeira (nella piazza del Rossio, dal lato in cui iniziano le varie vie che portano a Praça do Comércio) e al Parque Mayer (vicino a Avenida da Liberdade), potrete divertirvi con Buster Keaton, o con Fred Astaire che canta Singin’ in the rain (sperando che non sia un’invocazione).



E se siete curiosi o patiti del genere, scenderanno in strada anche istallazioni di video arte: al Museu da Electricidade (Alcântara), al Museu de Arte Contemporânea (Chiado), allo spazio BES (Marquês de Pombal), al Museu Arqueológico do Carmo (anche se in questo caso lo spazio ospitante vi distrarrà dalle istallazioni: leggete qui perché), al Museu Nacional de Arte Antiga (Lapa).

Tutto questo, ma anche tanto altro. Così tanto che, forse, è meglio che diate un’occhiata qui, al programma. Ma soprattutto, tutto questo completamente gratis.

Che siate turisti, lisboeti-senza-ferie, o comunque tra quelli che rimangono imperterriti a Lisbona anche ad agosto, come me, Lisboa na rua vi farà molta, e buona, compagnia.

VIVERE LISBONA – ZINGARATE ADESSO È ANCHE SU FACEBOOK! METTI IL TUO “MI PIACE” QUI E SEGUI LA VITA DI LISBONA ANCORA PIÙ DA VICINO!

Una risposta a “L’estate scende in strada: Lisboa Na Rua 2013”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.