Crea sito

Lisbona in due giorni, cosa fare?

Lisbona due giorni

Miniguida per chi ha la sfortuna di poter restare nella città più bella del mondo solo per due giorni.

Inutile e scontato dire che due soli giorni per vedere Lisbona sono pochi, si possono vedere tante cose ma per entrare nello spirito lusitano, consiglio almeno quattro o cinque giorni, solo per vedere Lisbona.

Arrivati in cittá, per prima cosa è utile recuperare un pass per i mezzi pubblici. La rete dei trasporti a Lisbona funziona in modo eccellente, soprattutto nel centro della città.

Appena arrivate in aeroporto, nella stazione della metro, dalle macchinette distributrici prendete una carta verde (viva viagem) e caricatela a seconda di quanto volete stare in città.

51588980

La viva viagem è una tessera ricaricabile per i trasporti pubblici, può essere caricata con un importo a scelta (multipli di 5€) e ogni volta che si usa un mezzo pubblico questo importo scala di €1,30.

L’altra possibilità è caricare la viva viagem di biglietti giornalieri, un biglietto giornaliero costa 6€ e si possono prendere tutti i mezzi che si vogliono.

LEGGI ANCHE: Come muoversi a Lisbona

Consiglio sempre la seconda soluzione, meno pensieri per la testa e non si corre il rischio di restare senza soldi sulla carta.

 

Ipotizziamo che questi due giorni a disposizione per visitare Lisboa siano Sabato e Domenica, io farei così:

–          Sabato Mattina

Senza ombra di dubbio colazione al giardino di Santa Clara e giretto alla Feira da Ladra.

La Feira da Ladra è un appuntamento obbligatorio per il sabato mattina Lisboeta. Si tratta di un mercato dell’usato  all’aperto dove è possibile acquistare di tutto. Dai dischi vecchi, ai mobili, alle macchine fotografiche di seconda mano, vestiti, mobili, di tutto.

Leggenda dice che si chiami così perché era il posto dove le mogli dei ladri andavano a vendere la refurtiva, frutto del lavoro dei mariti.

Santa Clara è il parchetto che si trova all’interno del giardino dove c’è la Feira da Ladra.

LEGGI ANCHE: Feira da Ladra, il mercato delle pulci di Lisbona

–          Pranzo del Sabato

Dopo il giro al mercato, continuate a salire fino al Largo da Graça e pranzate “al Satellite”, una tasca tipica portoghese, si mangia benissimo e si paga poco, ottima per il pranzo del sabato. Consiglio il fantastico “Bitoque com molho especial”, una bistecca con un uovo fritto sopra e un sughetto fantastico (prima di inorridire per l’uovo provate, poi ne parliamo).

Dopo il pranzo al Satellite, d’obbligo il caffè al Miradouro da Graça, una delle viste piú belle della cittá.

66 01-IMG_0735-graca

–          Sabato Pomeriggio

Passeggiata per la Baixa, da Praça do Comércio fino a Restauradores per poi salire fino al quartiere Chiado.

Obbligatoria e imperdibile la tappa a bere (almeno) una ginjinha a Restauradores.

Consiglio anche un giro al Museo Archeologico do Carmo, la piazzetta di fronte é stupenda.

 

–          Cena del Sabato

Arrivate nei pressi di Rua da Bica e cenate o al “Ristorante Toma lá dá cá” (Travessa do Sequeiro, 38), se volete spendere un meno cercate “Casa das India”, a differenze di quanto dice il nome si tratta di una tasca portoghese.

La differenza tra un ristorante e una tasca, potrebbe essere come un ristorante e una trattoria, diciamo che il ristorante viene considerato un livello un po’ più alto che una tasca, quest’ultima va bene per una cena buona ma piú semplice, il ristorante invece oltre che il cibo buono si da anche un tono.

–          Sabato notte

Fino alle 2 potete perdervi tra le centinaia di locali rumorosi sparsi tra le vie del vicino bairro alto oppure scegliere di bere qualcosa in una più tranquilla Rua da Bica.

Dalle 2 tutta la vita del bairro alto si sposta lentamente nella parte più bassa della città, vicino il fiume. Cais do Sodrè è il quartiere della vita notturna in attesa dell’alba, locali e club per tutti i gusti e tutti i generi.

Consiglio Pensão Amor, Jamaica, Music Box e il Viking (con tanto di sopresa).

VEDI ANCHE: Notti Folli al Bairro Alto

 

–          Domenica mattina

Arrivate il Praça do Comércio, prendere il tram 15 e andate a Belém.

Il Mosteiro dos Jerónimos é imperdibile.

Dopo il monastero proseguite la passeggiata sul fiume fino alla torre di Belèm, bellissima da vedere fuori, ne sconsiglio l’ingresso. Stessa cosa per il Padrão dos Descobrimentos, bello da vedere fuori, l’ingresso fino al terrazzo è un po’ inutile.

Se siete appassionati di arte moderna invece non potete saltare il CCB (Centro Cultural Belem) e la Galeria Berardo.

volo verso liberta

–          Pranzo della Domenica

Siete a Belém, non potete andare via senza mangiare un pastel di Belém.

Cercate la pasticceria, prendete un tavolo e mangiate qualcosa lì, mangiate poco e tenete libero spazio per il dolce, dopodiché ordinate due Pastis de Belém, fidatevi sul numero, non aggiungo altro.

–          Domenica pomeriggio

Riprendete il 15 e tornate indietro fino a Praça do Comércio.

Dalla Baixa prendete il tram 28 e salite fino a Portas do Sol, fate un giro al Miradouro di Santa Lucia e poi salite al Castello di São Jorge.

Sotto il castello c’è il quartiere dell’Alfama, cuore storico della città, un pomeriggio lo merita tutto, fermati a bere un moscatel in una delle taverne del quartiere oppure prendete un the al Pois Cafè dietro la cattedrale.

–          Cena della Domenica

Se c’è caldo vi consiglio di mangiare in una delle mille tasche all’aperto dell’Alfama, sceglietene una a caso, mangerete sempre bene. Se avete troppo l’aria da turisti date prima un’occhiata al menú e controllate i prezzi, non si sa mai

–          Domenica notte

La Domenica è la notte del Fado.

Cercate Rua dos Remedios, ci sono due dei posti migliori dove ascoltare Fado in città.

Il primo, il mio preferito, è la “Tasca di Chico”, c’è sempre una bella atmosfera, il posto non è bellissimo ma sembra molto vero.

L’altro invece si chiama “Mesa de Frades”, sempre in Rua dos Remédios, il posto è bellissimo, entrate a dare un’occhiata. E’ un ristorante di alto livello, posto ideale per una cena romantica a lume di candela con sottofondo l’armonia malinconica del fado.

Fabio Salvo

7 Risposte a “Lisbona in due giorni, cosa fare?”

  1. Ciao Fabio, ti scrivo a nome di un gruppetto di amici che sta pensando di fare l’ultimo dell’anno a Lisboa… Come funziona li? Feste in piazza, concerti, o la piazza è da turisti e sarebbe meglio cercarsi club o locali privati? Non abbiamo idea…grazie. Sara.

    1. Ciao Sara2
      io capodanno a Lisbona non l’ho mai fatto, sono sempre stato da un’altra parte.
      In ogni caso, da quello che ho capito, di solito c’è un concerto in piazza ma non credo sia un megafestone come siamo abituati in Italia, adesso poi con la crisi chissà se il concerto ci sarà.
      Quindi ti consiglio di puntare qualche locale, cena da qualche parte e poi nottata in giro, credo che questa sia la soluzione migliore.

      ciaociao

      Fab

  2. caro fabio, mi piacciono molto le cose che hai scritto… lasci tracce di te davvero interessanti 🙂
    tanto che mi viene da chiederti: visto che saremo lì dal 26 aprile al primo maggio prossimi e disgraziatamente siamo al marriott – lo so lo so: troppo fuori, troppo impersonale, troppo qualunque… ma non è dipeso da noi, perchè il viaggio è offerto – come è meglio fare per trasferirci tutti i giorni fino al centro e ai quartieri che vale la pena visitare davvero?
    Ti spiego: per me il problema dei trasporti è particolarmente delicato, essendo che mi muovo con una carrozzella e camminare mi è davvero molto difficile…
    grazie dell’attenzione e ciao. obrigada! 🙂

  3. vorrei fare una vacanza estiva,il mese di luglio cosa mi consigli siamo una coppia 60enne a me piace il mare mangiare le cose ambientale e anche fare un pesiero di vivere per la mia pensione ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.