Crea sito

Lisbona dall’alto In giro per i miradouros della città

Miradouros Lisbona

Lisbona dalle sette colline, delle salite ripide e dei vicoli bui, degli elevador per alleviare la scalata agli elettrici sferraglianti da un colle all’altro. Lisbona affacciata su un fiume ma che a volte è anche un po’ mare, Lisbona degli sguardi infiniti dai miradouros sopra la città.

Io credo che a chi decide di andare a vivere all’estero, chi si imbarca in questa splendida avventura, periodicamente, come una specie di ciclo, capiti la giornata delle domande, del “chi me lo fa fare?”, del “chissà se è la scelta giusta?”.

Portogallo on the road 01

Non so se capita a tutti, probabilmente no, a me capita e sono sicuro di non essere l’unico.

Scegliere di lasciare tutto ed andare a vivere in un altro paese è una scelta stimolante e molto divertente per 350 giorni l’anno, ma ci sono quindici giorni (…forse meno, diciamo dieci) dove la nostalgia di casa, gli amici, la famiglia si presenta vile e assassina con il solo intento di rovinarci l’umore.

Per me, Lisbona stessa è l’antidoto alla nostalgia.

Lasciare Lisbona, pensieri d’addio

Il segreto è uscire di casa, perdersi a guardare, ascoltare il tintinnio metallico dei tram, il borbottare dei vecchi che si lamentano e farsi avvolgere di nuovo dal calore di questa città.

Tutte le volte che scrivo di Lisbona mi sento un delirante, mi rendo perfettamente conto che il tutto può sembrare eccessivo, ma se siete stati a Lisbona, se ci avete vissuto e ve ne siete innamorati, se avete visto un po’ più in profondità lo spirito di questa città allora sono sicuro di non essere frainteso.

Lisbona è una città che si mette in mostra, dico sempre che è una prostituta con il fascino di una grande signora. Puttana per la facilità di farsi vedere, per la sfrontatezza della sua bellezza ma con un’anima nobile, romantica e una storia ricca come una grande signora.

Vedere Lisbona dall’alto, passeggiare da un miradouro all’altro, fermarsi a guarda la vita della città può essere molto più interessante che andare a fare un giro a Bèlem (era solo un esempio, Belem è stupenda).

I miradouros sono i punti panoramici della città, ma nello stesso tempo sono delle piazze, sono dei parchi, sono dei posti dove la gente in qualche modo vive e da dove è possibile ammirare lo splendore di Lisbona.

1-miradouro-s-pedro-alcantara

I miradouros della città sono infiniti e sono disseminati ovunque, provo a consigliarvi un paio di giri che abbiano logica vedendo i posti più belli.

Un primo giro potrebbe iniziare prendendo l’elettrico 28 e scendendo al Largo da Graça.

Da lì fatevi indicare il miradouro di “Nossa senhora do monte”, dopodiché proseguite fino al miradouro “da Graça” (vedere il tramonto da uno di questi due luoghi è un’esperienza mozzafiato).

Dopo aver fatto un giro a Graça scendete la collina fino al miradouro di “Portas do Sol”, fate ancora qualche passo e arriverete al miradouro di “Santa Luzia”, probabilmente il più amato della città.

A questo punto vi troverete esattamente sopra l’Alfama, entrateci dentro e cercate il miradouro di “Santo Estevão“, credo sia uno dei miradouros meno conosciuti dai turisti, si trova proprio in mezzo all’Alfama.

Un secondo giro invece potrebbe iniziare prendendo l’elevador do Lavra e arrivare in cima fino al “Jardim do Torel“. Si tratta di un parco, assolutamente fuori dai giri turistici, piccolo ma bellissimo, con una vista sul Bairro Alto spettacolare.

 

Riscendete dal Jardim do Torel e salita dall’altra parte con l’elevador da Gloria, vi ritroverete al miradouro di “Sao Pedro d’Alcantara“. Il Castello, la cattedrale, l’Alfama, la baixa, il Tejo, tutta la città si domina da questo punto ed è facile riconoscerne i pezzi.

Attraversate tutto il bairro alto e sbucate dalla parte opposta per arrivare al miradouro di “Santa Catarina” (o Adamastor), il più alternativo dei miradouri, comprate una litrosa di Sagres, stendetevi sul prato o sedetevi per terra e godetevi lo spettacolo della città.

Scritto da Fabio Salvo

5 Risposte a “Lisbona dall’alto In giro per i miradouros della città”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.