Il progetto Naked cozinha nomade atterra a Lisbona

Naked cozinha nomade

 

Vivere Lisbona è contro l’accascio!!!

E’ un’affermazione a noi molto cara, ne avevamo scritto in un post ormai vecchio dove ci opponevamo all’idea che molti hanno di Lisbona, all’idea (secondo noi sbagliata) che a Lisbona si possa solo vivere di Call Center e che non ci sia nessun tipo di alternativa.

“Lisbona è il luogo ideale per creare, per mettere insieme persone geniali con idee nuove e costruire progetti interessanti che possono diventare un’opportunità per il futuro oppure restare una passione.” Lo diciamo, lo abbiamo scritto tante volte e continuiamo a scriverlo credendoci fermamente.

E oggi siamo super felici di raccontarvi di Naked cozinha nomade, un progetto che adoriamo e che vogliamo condividere con voi per invitarvi a partecipare e mettervi all’opera.

 

Naked cozinha nomade Lisbona

 

Naked perché nudo, crudo, essenziale, ridotto, essiccato: sono i processi che accomunano Claudia e Anna, sorelle all’anagrafe e collaboratrici nella vita in diversi progetti. Lavorano spesso come duo ma arrivano da scuole che gli hanno permesso di lavorare in team e viaggiare.
Claudia, conosciuta da tutti come Kedy possiede un’attitudine miracolosa che le consente di centellinare ogni grammo di farina senza l’utilizzo della bilancia: estrae frutta, vedure, esicca, fermenta. E’ l’alchimista del gruppo.
È conosciuta per le sue Kedy Cake.
Ha lavorato per anni come designer in falegnameria specializzandosi al Politecnico di Milano in Food experience design: la progettazione degli spazi di trasformazione del cibo e di convivio. Poi è scappata in Asia.
Pratica stili di vita sostenibili, auto produce quasi tutto ciò che consuma (dai detersivi alle insalate). È una Events Planner molto attenta alle esigenze di tutti.

 

 

ka2

Anna è un’attiva sostenitrice del learning by doing.
Si definisce un multipotenziale che lavora con differenti linguaggi materici e le interessano le pratiche artistiche collettive che producono valore sociale. La sua ricerca materica si sviluppa tra l’atelier di design e la cucina dove il cibo diventa è un oggetto commestibile. Co- founder di Cartaelatte e animatrice di workshop di food design con il MAD in Situ – Innovative Lab for Social Design – Bruxelles. Si è formata in Teatro dell’oggetto e  costruzione di allestimenti teatrali presso i Laboratori Ansaldo a Milano del Teatro alla Scala.

.
Naked Cozinha Nomade è un progetto pilota nato dalla voglia di esplorare nuove tipologie di viaggio. Un tête-à-tête con gli indigeni, una programmazione di eventi che deriva spesso da incontri occasionali, incroci, nodi sparsi per l’Europa.
Un’avventura al sapore di spezie e dal gusto naturale. Una cucina che porta l’italianità nel mondo ma soprattutto l’attenzione ai dettagli, la cura, l’imprevisto.
Un progetto che è un esesempio tangibile di serendipità: nasce un giorno d’autunno mentre stavamo cercando altro. I nostri servizi: Jantar Cromaticoworkshop “cozinha sem cozinha”workshop “mandala food design”chef a domiciliotorte vegane.

.
È in arrivo anche una linea di merchandising presto on line 100% handmade

.
Prima tappa del progetto è Lisbona.
Indicateci tutti coloro interessati ad ospitarci nelle case, nelle associazioni, nei centri culturali, chi ama la cucina veg o semplicemente i curiosi.

Il calendario degli eventi è open e work in progress. È necessario prenotare per evitare sprechi alimentari. Intanto, segnatevi queste date per le cene e i workshop… E partecipate!
> 12 Novembre – Casa indipendente
> 13/20/27 Novembre e 4 Dicembre – Tête-à-tête
> 9 Dicembre- Lx Factory
> 29 Novembre -The Food Temple

Le cene costano €15, mentre i workshop €25, per partecipare bisogna inviare una mail a naked.nomade@gmail.com. Tutte le info, i dettagli e gli aggiornamenti li trovate sulla pagina Facebook di Naked cozinha nomade.

 

Scritto da Fabio Salvo

 

Vivere Lisbona si allarga. Abbiamo anche una pagina su Facebook, se vuoi partecipare, commentare, chederci info, seguire la vita a Lisbona, clicca qui, metti un bel “Mi Piace” e unisciti al gruppo.

 

Precedente I 10 musei più belli di Lisbona (seconda parte) Successivo Un giro per i mercatini di Natale di Lisbona 2016

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.