Crea sito

Palácio Pombal e Carpe Diem – Un palazzo da scoprire

Palacio Pombal Carpe Diem Lisbona

Se c’è una porta aperta, non pensare, entra!

Questo è il sistema che uso, la curiosità, la voglia di sapere cosa c’è dentro un posto, la certezza di scoprire qualcosa di nuovo e più il posto è anonimo e vuoto, maggiore è la curiosità.

La cosa funziona quasi sempre, i posti più belli che ho scoperto (e continuo a scoprire) a Lisbona nascono da questo meccanismo, una porta aperta (in realtà a volte anche chiusa) attira la mia attenzione e allora vuol dire che bisogna entrare.

I posti universalmente riconosciuti come belli e interessanti sono già stati visti, fotografati, raccontati, “ripuliti” da tantissime altre persone prima di noi, spesso arriviamo in un posto e in qualche modo restiamo delusi perché prima di arrivarci abbiamo già visto mille foto, letto tutti i commenti del caso, ci siamo già fatti un’idea e di fatto sappiamo già cosa ci troveremo davanti. A volte abbiamo visto così tante volte un posto che l’andarci paradossalmente diventa quasi superfluo.

Un commento di questo tipo, scritto dal sottoscritto è quasi un nonsense visto che sono uno di quelli che in qualche modo, con questo blog e le mie foto, contribuisce a creare idee agli altri su posti che, probabilmente, non sono ancora stati visti.

Il discorso comincia a prendere una piega troppo filosofica, mi ritiro prima che qualcuno mi accusi di non essere in grado o avere le competenze per scrivere qualcosa del genere, decisamente non ne sono in grado.

Rua do Século è una delle vie più belle e importanti (per la sua storia) della città, non è trafficata e non ha negozi  quindi molti la snobbano, ma è piena di edifici storici e la via in se è molto bella. Collega la Praca do Principe Real fino ad arrivare alla Calçada do Combro.

Al numero 65 di Rua do Século c’è il Palacio Pombal, è un edificio storico del XVII Secolo.

Il palazzo prende il nome Pombal in quanto il Marchese Pombal se ne impossessò nel 1770 restaurandolo e ampliandolo facendolo diventare quello che oggi noi possiamo vedere, almeno quello che ne rimane.

Il palazzo rimase di proprietà degli eredi della famiglia Pombal fino al 1968 quando il comune di Lisbona decise di acquistarne il blocco centrale, quello più importante e oggi visibile al pubblico.

Passeggiando in Rua do Século il palazzo è quasi anonimo, i fasti dell’interno sono quasi invisibili dalla facciata esterna ma se la porta è aperta, entrate!

L’edificio è stato affidato ad un’associazione senza fini di lucro, “Carpe Diem arte e pesquisa”  che si occupa della gestione dell’edificio e lo tiene vivo organizzando all’interno dello spazio una serie di mostre, attività ed eventi legati alla città di Lisbona.

In questi giorni, fino al 15 Febbraio 2013, in occasione del compleanno del Bairro Alto, è in esposizione “BAIRRO ALTO: Mutações e Convivências Pacíficas”, una ricostruzione storica con foto, cartografie e video sui mutamenti storici del Bairro Alto in questi 500 anni.

La mostra è molto interessante per conoscere meglio la storia di uno dei quartieri più importanti della città, le tantissime foto raccontano come è cambiata Lisbona nel corso degli anni.

Lo spazio è aperto da Mercoledì al Sabato, dalle 14.00 alle 19.00, l’ingresso è gratuito per tutti. E’ possibile fare un giro guidato (in portoghese) il sabato pomeriggio alle 14.00 previa prenotazione via mail arquivomunicipal@cm-lisboa.pt.

Tutte le info le trovate sul sito dell’associazione Carpe Diem.

Partite da Principe Real, scendete Rua do Século, infilatevi nei vicoli che incontrate nei lati della via principale,  entrate nel Palacio Pombal e perdetevi dentro le sue stanze, uscite e fumatevi una sigaretta prendendo il caffè nel bar di fronte al Palacio, vedrete una Lisbona stupenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.