L’Ansa fiancheggia il terrorismo (del Pkk)

Ansa

Dice: è la libertà di stampa! E quindi, in nome della libertà di stampa si è liberi di disinformare i propri lettori e di offrire legittimità a un’organizzazione terroristica? A un’organizzazione terroristica che compie attentati quotidiani in Turchia? Sinceramente, non condivido: e vorrei invece che le autorità turche prendessero provvedimenti drastici ed esemplari.

LEGGI ANCHE: Giovanna Lanzavecchia, la Turchia e il Pkk

LEGGI ANCHE: Zerocalcare apologeta del terrorismo

LEGGI ANCHE: L’attentato di Ankara, il Pkk e gli “eroi di Kobane”

L’Ansa, ad esempio, riesce a pubblicare dispacci sugli attentati del Pkk – che è formalmente riconosciuta come organizzazione terroristica – in cui non si parla mai di “organizzazione terroristica” o di “terroristi”. In quest’ultimo non si nomina neanche mai il Pkk, si dice che non c’è stata rivendicazione – ma a cosa diavolo ti serve la rivendicazione? sono le zone in cui il Pkk è attivo d 30 anni, gli attentati li compiono con estrema frequenza dopo aver scatenato un anno fa una “guerra rivoluzionaria di popolo” – e si parla invece di “militanti curdi”.

LEGGI ANCHE: Le vacanze rivoluzionarie in Turchia dei comunisti italiani

LEGGI ANCHE: Curdi sterminati dal Pkk

LEGGI ANCHE: Bruxelles capitale del terrorismo Pkk

LEGGI ANCHE: Euronews e il terrorismo del Pkk

Fino a quando la Turchia sopporterà questo massacro mediatico? Fino a quando accetterà senza reagire che degli organi di informazione tacciano sul fatto che il Pkk formalmente riconosciuta come organizzazione terroristica e che quindi è come tale che va definita (ancor più in ragione dei continui attacchi che compie)?

Previous Entries Le nuove fermate del bus a Istanbul Next Entries I curdi contro il Pkk

Lascia un commento