Atatürk a Roma (e Pietro Canonica)

ataturkpc00

Leggendo I segreti di Istanbul di Corrado Augias – di cui parlerò compiutamente a breve – ho scoperto l’esistenza di un museo dedicato allo scultore Pietro Canonica all’interno di villa Borghese a Roma, per decenni la residenza gentilmente concessa dal Comune di Roma al celebre scultore del secolo scorso. Dice: e Atatürk cosa c’entra?

Beh, si dà il caso che Canonica venne scelto dalla neonata Repubblica di Turchia e dal suo presidente – parliamo degli anni ’20 – per realizzare alcune delle più importanti opere destinate a stabilirne i canoni memoriali, a partire dalla glorificazione delle battaglie della guerra d’indipendenza del 1919-1922 contro l’invasore greco. Di Canonica, ad esempio, sono gli altorilievi per il celebre monumento a piazza Taksim di Istanbul: per l’appunto luogo simbolo della Turchia repubblicana.

Nel museo, in cui sono visitabili lo studio e gli appartamenti dell’artista, vengono esposti vari modelli in vari materiali di queste opere – a Istanbul, ad Ankara, a Izmir – oltre che di busti sia di Atatürk sia del successore Inönü, insieme a varie foto. Non è un luogo molto frequentato, nonostante sia molto vicino alla Galleria nazionale d’arte moderna (tram n° 3); per chi è appassionato di Turchia, la visita è un obbligo morale!

Ah, dimenticavo: ma perché un bassorilievo con donna velata era stato classificato come “piatto mediorentale”? La dizione è stata però sbianchettata!

ataturkpc01

ataturkpc02
ataturkpc03
ataturkpc04
ataturkpc05
ataturkpc06

ataturkpc00bis
ataturkpc08
ataturkpc09
ataturkpc10
ataturkpc11

ataturkpc14
ataturkpc13
ataturkpc12
ataturkpc15
ataturkpc16

Precedente I libri su Istanbul, Lo scherzo di Solimano Successivo Il libri su Istanbul, Il Turchetto

Lascia un commento