Il mosaico di Poseidone ad Aegae

Poseidone

Proprio un anno fa avevo cominciato a segnalare sul blog le più interessanti nuove scoperte archeologiche nella penisola anatolica, convinto che – come avevo scritto – che se sulla stampa si parlasse in modo sistematico di questi temi della Turchia si avrebbe una percezione diversa: invece, tra elezioni ripetute, terrorismo in serie, colpo di stato e bufale mediatiche di matrice islamofobe, l’opinione pubblica europea è diventata apertamente ostile.

LEGGI ANCHE: Il mosaico di Tryphé

LEGGI ANCHE: La Medusa di Antiochia

LEGGI ANCHE: I mosaici di Zeugma

Quest’estate comunque le missioni archeologiche sono state riattivate dappertutto – ce ne sono anche molte italiane, in totale credo 17 – e la stampa turca ricomincia per l’appunto a dar conto delle nuove scoperte, alcune favolose e altre comunque significative. Non so se sulla stampa mainstream avranno spazio, ci penso almeno io sul blog.

L’ultima scoperta in ordine cronologico: questo mosaico che raffigura Poseidone armato di tridente databile al III-IV secolo d. C., rinvenuto nel frigidarium di in un impianto termale di Aegae (citta portuale mediterranea in quello che è oggi il golfo di Iskederun, al confine con la Siria). La scritta in greco è una formula di benvenuto per i clienti.

Poseidone02

Poseidone03

Precedente I curdi contro il Pkk Successivo Sicurezza e stato di emergenza in Turchia

Lascia un commento