Il nuovo museo della città di Istanbul

A leggere i soliti noti – quelli che ne scrivono con ostile fervore ideologico – pare che in Turchia si costruiscano solo moschee e infrastrutture di trasporto, dai ponti all’alta velocità ferroviaria (e hanno da ridire persino su questi progetti avveniristici!). In realtà, negli ultimi anni si stanno costruendo anche nuovi musei all’avanguardia e si stanno dotando quelli esistenti di allestimenti più moderni, come al museo archeologico di Istanbul: però nessuno ne parla, visto che tutto ciò contrasta con le tesi precostituite della cosiddetta “islamizzazione” [sic] e del “neoliberismo selvaggio” [sic]. Due per tutti: lo straordinario museo dedicato ai mosaici di Zeugma, che ho visitato alcuni mesi fa a Gaziantep; il nuovo museo di Troia, che dovrebbe aprire tra il 2017 e il 2018.

LEGGI ANCHE: I mosaici di Zeugma

Poi c’è il museo storico della città di Istanbul, di cui nei giorni scorsi è stato svelato il progetto: un museo per raccontare – in modo avvincente e coinvolgente – gli 8500 anni di storia della città. In effetti, non ne so moltissimo: solo che sorgerà sulla collina di Topkapı appena fuori le mura romane della città e che la narrazione avrà forma di spirale (sono stati diffusi i dettagli progettuali e qualche esempio di allestimento): spero di poterne scoprire di più nei prossimi mesi, i responsabili – Salon Architects – hanno sì diffuso un comunicato stampa bello corposo, ma è molto fumoso e poco comprensibile.

LEGGI ANCHE: Il (futuro) museo archeologico di Yenikapı

Nonostante gli annunci – e i rendering favolosi – che io sappia non è ancora partito il progetto per certi versi gemello di Yenikapı, che ospiterà i relitti ritrovati nell’ex porto di Teodosio – in riva al mare di Marmara – rinvenuti durante gli scavi del Marmaray (problemi finanziari, mi dissero un anno fa). Spero che la situazione si sblocchi presto: e che poi soprattutto gli operatori turistici decidano di puntarci, invece di proporre i soliti itinerari banali e fintamente esotici.



Precedente La nuova moschea di piazza Taksim Successivo Le meravigliose acque di Istanbul

Lascia un commento