Tappeti ottomani in mostra a Izmir

ArkTP01

 

 

Altra preziosa proposta culturale: la mostra di tappeti ottomani della collezione Arkas – fine XIX, inizio XX secolo secolo – all’omonimo centro culturale di Izmir. Lucien Arkas è un ricco uomo d’affari, a capo della Holding anch’essa omonima, che ha deciso di impegnarsi nel mecenatismo di alto profilo: e ha trasformato il vecchio consolato francese, uno dei pochi edifici ottocenteschi a uscire indenne o quasi dal grande fuoco di Smirne del 1922 (quando la città tutta venne praticamente ridotta in cenere), in spazio espositivo per grandi mostre.

L’ultima in programma, per l’appunto, quella sui tappeti realizzati nelle manifatture imperiali di Feshane e Hareke, oltre che nel quartiere di Kumkapı in riva al mare di Marmara (sempre a Istanbul) e a Sivas – in tutto 55 magnifici esemplari, che rendono la collezione Arkas tra le più importanti al mondo. Non sono un esperto di tappeti, ma dalla lettura del catalogo che accompagna e presenta la mostra ho colto tre spunti: si tratta di opere uniche, quelle di Kumkapı – oltre che in seta – realizzate con fili d’oro e argento; la produzione dei tappeti, rigorosamente a mano, nacque di pari passo con l’industrializzazione (la manifattura di Feshane, in riva al Corno d’oro, venne infatti costruita nel 1834 per produrre tessuti e fez per il nuovo esercito che aveva preso il posto del corpo dei giannizzeri); questa tradizione, inaugurata invece per realizzare favolosi e giganteschi tappeti destinati nuovi palazzi imperiali di Dolmabahçe e Yıldız ispirandosi a quelli persiani, ha avuto come artefici artigiani di origini armene, che vennero appositamente a istanbul dall’Anatolia – dalle città di Kayseri e Sivas – e poi si misero in proprio (Kumkapı è infatti un quartiere in origine a maggioranza armena).

La mostra resterà aperta fino al 14 giugno, coi seguenti orari di visita: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18, il giovedì fino alle 20 (lunedì, chiuso); l’ingresso è gratuito.

Centro culturale Arkas
1380 Sokak, n° 11
Alsancak, İzmir

 

ArkTP02

ArkTP03

ArkTP04

2 thoughts on “Tappeti ottomani in mostra a Izmir

  1. Pingback: Istanbul, Europa: Tappeti ottomani in mostra a Izmir | Istanbul, Avrupa

  2. sareste interessati alla visione di un tappeto islamico? non è una burla vi assicuro!
    il tappeto proviene dal Cairo ed è appartenuto al Re Farouk d’Egitto.
    quello che scrivo è tutto documentabili e veritiero ed è frutto di un regalo del Re Farouk ad una
    signora Italiana che lavorava alla sua corte; Comunque per adesso mi limito solo a qualche descrizione del tappeto che misura circa cm1,90x 70/80 non conosco i simboli islamici ed i suoi significati, però quello che è evidente che nel medaglione centrale è rappresentato da una moschea e poi altri simboli come stelle a 8 punte o mezzeluna e quantaltro. la particolarità piu importante è che il tappeto, per
    tutta la sua estensione è annodata con filamenti o anellini d’oro e d’argento.Se siete interessati ad una visione altrimenti potete cestinare. grazie

Lascia un commento