10 cose da mettere in valigia prima di partire per Tōkyō

Non so voi, ma io, quando arriva il momento di fare i bagagli, inizio ad agitarmi. I chili ammessi nella stiva dell’aereo sono sempre troppo pochi, soprattutto se si viaggia con le compagnie low cost. Arrivo al check-in in preda al panico, sperando che la valigia rientri nel peso consentito, perché anche se l’ho pesata mille volte a casa, finché non la sistemo sulla bilancia dell’aeroporto, il dubbio resta. Per non parlare del terrore che si legge negli occhi dei passeggeri quando devono inserire il bagaglio a mano in quella specie di “misuratore” Ryanair e Easyjet!

Le compagnie aeree con voli per il Giappone, non essendo a basso costo, permettono bagagli da stiva e trolley molto più pesanti (all’incirca 30 chilogrammi in tutto), perciò il problema dei chili si pone in maniera più soft. La difficoltà sta proprio nell’indovinare le cose essenziali da portarsi a Tōkyō. Premetto che in Giappone si trova tutto, si tratta di un paese super sviluppato, quindi vi basterà non dimenticare la carta di credito!

Nonostante ciò, cosa sarebbe meglio non lasciare a casa prima di andare a Tōkyō?

  1. Le PASTIGLIE DI MELATONINA: vi aiuteranno ad affrontare meglio i problemi causati dal jet lag.
  2. Un ADATTATORE SPINA UNIVERSALE: è fondamentale! La maggior parte delle cose che utilizzate come ricarica cellulare e computer simili non hanno bisogno di un “trasformatore” di energia ma solamente di un adattatore.
  3. OMBRELLO E K-WAY, soprattutto se scegliete di partire durante la stagione delle piogge (fine primavera-inizio estate).
  4. Un PICCOLO DIZIONARIO con le frasi standard in lingua giapponese: nelle stazioni, nei ristoranti e nei negozi potrà esservi d’aiuto.
  5. Un flaconcino con del DETERSIVO per lavaggi a mano e in lavatrice: quello che si trova nelle lavanderie a gettoni è terribile!!
  6. Scarpe comode per il giorno, ovvio, ma per la sera ragazze, non dimenticatevi i TACCHI!! Le giapponesi non indossano scarpe da ginnastica ma solo decolleté e sandali altissimi, se non farete altrettanto potreste sentirvi dei pesci fuor d’acqua!
  7. IMODIUM orosolubile, PLASIL, ENTEROGERMINA o qualsiasi altro medicinale che vi aiuti a placare la dissenteria. Vi spiego perché: io lo so che chi ama profondamente il sushi e il sashimi a Tōkyō non saprà controllarsi e si rimpinzerà; molti non sanno però che se non si è abituati ad ingerire enormi quantità di pesce crudo si possono avere grossi problemi intestinali: la carica batterica è altissima!!
  8. TANTI CALZINI SENZA BUCHI: nei templi, in moltissimi ristoranti, nei camerini dei negozi ecc. bisogna togliersi le scarpe prima di entrare.
  9. Se decidete di andare a Tōkyō per ammirare la fioritura dei ciliegi non dimenticatevi un TELO dove farete picnic e pennichella al parco.

10.   Un ultimo consiglio al femminile: lasciate a casa asciugacapelli e piastre, il tasso di umidità in Giappone è talmente alto che  finireste per impazzire con la messa in piega. Piuttosto tanti MOLLETTONI ed ELASTICI PER CAPELLI!

Precedente WC giapponesi: come si usano? Successivo Rush hour a Tōkyō: l’esperienza degli omini dai guanti bianchi che ti schiacciano dentro ai treni!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.