Man vs. food a Tōkyō

Esistono anche a Tōkyō, come negli Stati Uniti, quei ristoranti dove vengono servite pietanze oversized da consumare in un tempo massimo, generalmente in 60 minuti, con la differenza che anziché dover ingurgitare un maxi hamburger da 900 grammi ci si può abbuffare di ottima cucina orientale. Purtroppo il maki gigante ancora non l’ho visto, ma ci sono competizioni dove i concorrenti devono mangiare enormi gyōza (tipici ravioli cinesi ripieni di carne o verdura), tre o addirittura quattro ciotole di rāmen (spaghetti in brodo con verdure, uova e carne), omurice (オムライス ,omu-raisu, piatto giapponese a base di uova e riso) da paura.

LEGGI ANCHE: DIECI CIBI DISGUSTOSI CHE DOVRETE ASSOLUTAMENTE MANGIARE A TOKYO

Kagurazaka Hanten (神楽坂飯店)
Kagurazaka Hanten (神楽坂飯店)

In un piccolo quartiere di Tōkyō vicino a Shinjuku, esattamente a Iidabashi, si trova un grazioso locale chiamato Kagurazaka Hanten (神楽坂飯店) che da qualche tempo ha preso l’iniziativa di organizzare gare che coinvolgono giovani ragazzi squattrinati o maniaci del cibo. Già, perché se si riesce a mangiare tutto rispettando il tempo prestabilito, il pasto è gratis. Se invece si getta la spugna bisogna pagare, e pure profumatamente! Il triple jumbo rāmen costa ¥ 1890 (circa 14 euro) , il jumbo omurice ¥ 5.840 ( circa 40 euro) e il piatto jumbo gyōza costa ¥ 9600 (circa 68 euro). Quest’ultimo deve essere ordinato e pagato con 2 giorni di anticipo per un problema di reperibilità degli ingredienti, e il risarcimento avviene chiaramente in caso di vincita alla fine. Le altre pietanze si possono invece ordinare al momento.

LEGGI ANCHE: UNA RICETTA SFIZIOSA: L’OKONOMIYAKI

Gyōza gigante
Gyōza gigante

Normalmente in Giappone si usano le bacchette per mangiare, ma durante la sfida, fatta eccezione per i rāmen, si possono usare le posate. Il cameriere, per dare un po’ di sollievo, di tanto in tanto riempie i bicchieri dei commensali con acqua fresca; le pareti del ristorante sono piene di foglietti firmati da celebrità giapponesi che hanno provato il match. Molti di loro ci sono riusciti, altri invece ci sono andati molto vicini. I vincitori guadagnano un posto in un lato della parete: una foto polaroid dove reggono il loro piatto vuoto.

LEGGI ANCHE: DOVE MANGIARE A TOKYO

v
v

Questa sfida è nata circa 45 anni fa per attirare più studenti nel ristorante; l’obiettivo è stato raggiunto poiché se il competitore perde la sfida può dividere ciò che è rimasto con i suoi amici e di conseguenza ripartire le spese.

Rāmen
Rāmen

Precedente Dieci cose gratis da fare a Shibuya Successivo Mercatini delle pulci a Tōkyō

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.