Berlino segreta: Brixplatz

Mettete una domenica col cielo coperto, ma tanta voglia di uscire comunque ed andare alla scoperta di posti segreti di Berlino, ecco come nasce l’articolo di oggi sulla Brixplatz. Diciamo che un po’ tutti gli articoli della serie “Berlino segreta” nascono così. La città è grande e c’è molto da vedere, scoprire. In molti però amano quei posti nascosti della metropoli, quegli angoli strani, conosciuti solo dagli abitanti del quartiere, ma degni di una piccola deviazione al percorso. Perché oggi vi porto a Neu-Westend, l’ultimo avamposto ad ovest del quartiere di Charlottenburg prima che questo diventi Spandau. Siamo a meno di un chilometro dall’Olympiastadion, eppure la Brixplatz continua (a quasi 100 anni dalla sua costruzione) a rimanere un piccolo gioiello verde sconosciuto ai più.

Il Pavillon all’ingresso sulla Reichsstrasse fa già presagire la monumentalità del luogo; varcato il cancelletto verde si entra in un mondo parallelo. Ma siamo comunque sempre a Berlino, stenterete a crederci ma è così. La Brixplatz non è una piazza come tutte, assolutamente no. Si tratta di un parco costruito intorno ad una depressione di 14 metri del terreno, sul cui fondo si trovano due laghetti (direi quasi più due stagni). L’acqua scorre dalla cascata artificiale che parte dalla fontana posta ai piedi del Pavillon e si dipana su una parete composta da cave artificiali, poste lì non solo come decorazione. La Brixplatz infatti fu concepita sulla falsariga del Klettenbergpark di Colonia e nel progetto iniziale doveva riprodurre la geologia, la flora e la fauna del Brandeburgo, in modo da far sentire più vicini alla natura gli abitanti del Neu-Westend, quartiere che stava nascendo dal nulla ad inizio del 1900. Un quartiere residenziale con palazzi di massimo quattro piani, che nei progetti doveva diventare uno dei blocchi più appetibili dell’allora città di Charlottenburg. Al momento della costruzione della Brixplatz infatti la Grande Berlino ancora non era stata creata!

Entrate nel parco dunque, godetevi la passeggiata circolare a scendere fino in fondo alla depressione. Sedetevi sulla panchina in riva allo stagno, ammirate i caldi colori dell’autunno e fatevi catturare dal silenzio che circonda il luogo. Un’oasi di pace a pochi passi dal caos cittadino, un parco a disposizione della cittadinanza di cui non tutti sanno l’esistenza. Prendete la U2 fino alla fermata Neu-Westend, dopo 200 metri raggiungerete la Brixplatz. In questo periodo, con le foglie secche che cadono dagli alberi, il parco è particolarmente bello e romantico, non fatevi scappare l’opportunità di
andarci.

NON PERDERTI GLI ALTRI ARTICOLI DELLA SERIE “BERLINO SEGRETA”

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.