Crea sito

Come trovare una camera a Berlino: consigli per l’uso

Negli ultimi anni Berlino è diventata la nuova “Land of Opportunity” per i giovani europei. Sarà per la stabilità economica della Germania, sarà per il senso di libertà che si respira, per i prezzi bassi o per tutte le belle favole che vi raccontano. Fatto sta – dati alla mano – che la popolazione berlinese negli ultimi 5/6 anni è cresciuta al ritmo di 40.000 abitanti l’anno. Interessante vero? Questa crescita però non è stata supportata da adeguate politiche abitative. Un immobilismo che negli ultimi 15 anni non ha visto costruire nulla di nuovo ed accessibile e che ora blocca la città ed i suoi futuri abitanti. Se infatti fino al 2008/2009 trovare stanze libere a due spicci era la norma, ora che la domanda è cresciuta, con meno di 400 euro al mese difficilmente si trova una soluzione umana.

Come trovare una camera a Berlino allora? Cercherò di darvi qualche dritta interessante.

Una foto pubblicata da @janhpol in data:

Innanzitutto, non partite senza avere un tesoretto tra le mani. Nei primi tempi potreste essere costretti a soggiornare presso gli ostelli della gioventù e una volta trovata la stanza dei vostri sogni (più o meno) vi verranno richieste almeno due mensilità come cauzione. Inoltre, prima di mettervi alla ricerca, fatevi un’idea sulla città e sui suoi quartieri. Ancora prima di partire tutti sognano una WG (casa condivisa) a Kreuzberg, Neukölln o Friedrichshain, senza nemmeno sapere che a Berlino ci sono ben dodici distretti e 96 quartieri. I mezzi pubblici funzionano molto bene e un appartamento ad Alt-Treptow, vicino al Ring e a quattro fermate di bus da Schlesisches Tor non è meno cool di uno a Kotti. Così, pour parler. E forse, ma dico forse, vi costa un centinaio di euro in meno al mese.

LEGGI ANCHE: I MIGLIORI QUARTIERI DI BERLINO

Una volta raccolte le idee, divertitevi a vedere le offerte in corso sui siti più utilizzati per trovare una camera a Berlino:

Immobilienscout24
Immonet
Immowelt
Ebay Kleinanzeigen
Craiglist

ed il famosissimo e famigerato Wg-gesucht.

Un consiglio che mi è stato dato da un collega, che così ha trovato per ben due volte casa a Berlino, è di spulciare gli annunci su airbnb e chiedere ai proprietari se sono disposti ad affittare a lungo termine e a che prezzo. Se siete fortunati, riuscite a prendervi un bilocale con 700 euro al mese, utenze comprese.

 

Una foto pubblicata da Soo (@_s00__) in data:

Se avete aperto i link, avrete notato che molti offrono anche appartamenti, non solo stanze. Ve li ho citati nel caso cerchiate una soluzione indipendente o nel caso partiate come coppia o come gruppo di amici.

In questo post concentrerò però le mie attenzioni sul come trovare una stanza a Berlino. Del resto per cercare un appartamento i consigli non sono molto diversi. In più vi serviranno un indirizzo tedesco, un conto bancario tedesco e la famosissima Schufa, requisiti che se siete appena atterrati sul suolo tedesco difficilmente avete.

LEGGI ANCHE: VIVERE A BERLINO HA ROVINATO IL VIVERE ALTROVE

Ora che avete raccolto le vostre idee, spulciato tra i vari annunci eliminando quelli troppo “restrittivi” (casa per soli gay, per sole femministe, per soli vegani, per amici degli animali esotici, per nudisti, per crudisti, per buddisti e chi più ne ha più ne metta) arriva il momento più importante: mandare la vostra “candidatura”. Ci avete perso tantissimo tempo, pensate di aver fatto davvero un bel lavoro ed avete contattato 35 persone. Passano i minuti, le ore, talvolta i giorni, e le uniche risposte che riceverete sono tentativi di scam. Cosa avete fatto di male? Forse nulla. Mi diceva una mia cara amica che quando ha messo il suo annuncio su WG Gesucht si era ripromessa di rispondere uno ad uno a tutti i candidati, ma quando si è vista recapitare nella casella di posta 200 email in 20 minuti ha rinunciato. Tante neanche le ha lette. Ha risposto alle prime sei e tra quelle ha trovato una nachmieterin. Può sembrare crudele, ma se vi mettete nei panni di chi subaffitta, magari per soli 3/4 mesi, e non ha molto tempo a disposizione, capirete che non si può fare altrimenti.

Una foto pubblicata da Thai Hoang (@loewe7) in data:

Come fare dunque? Trovare una camera a Berlino è dunque impossibile? No, non proprio.

Vi spiego come ho fatto io, anche se non sempre funziona. Invece che spulciare gli annunci, ho creato il mio annuncio nella pagina “Gesuche” di WG Gesucht cercando di essere il più sobrio possibile. Inutile scrivere un tema di 40 righe che nessuno leggerà. Il mercato immobiliare qui è talmente in fermento che nessuno ha voglia di leggere mille presentazioni di potenziali coinquilini. Corredate l’annuncio con una foto abbastanza decente ed incrociate le dita. Cercate di essere i più precisi possibili nei vostri criteri di ricerca però: non dimenticate di selezionare il quartiere e quanto siete disposti a spendere al massimo.

Così facendo cinque anni fa ho trovato una stanza con balcone che affacciava sulla Reuterplatz e sulla Weserstrasse in 36 ore (impresa al giorno d’oggi impossibile). E due anni fa ero stato scelto come coinquilino per un piccolo appartamento a pochi passi dalla Sbhan di Pankow per 250 euro al mese e per una piccola stanza a Moabit in coabitazione con un ex-ballerino d’opera russo. Offerte che mi sono potuto permettere di rifiutare. Ero stato anche invitato per un “casting” in una WG vicino Schlesi. Due giovani tedeschi, tranquilli e alla mano. L’appartamento era perfetto, silenzioso, centralissimo e a prezzo basso. Ma nonostante la simpatia, le birre portate per accattivarmi i futuri coinquilini e il miglior sorriso possibile, non sono stato scelto. Quello che tutti cercano è la sicurezza del pagamento dell’affitto, cosa che all’epoca non potevo garantire. Infatti per affittare l’appartamento in cui mi trovo ora, mi è bastato tirare fuori le ultime tre buste paga per far annullare tutti gli appuntamenti alla proprietaria di casa ed organizzare un appuntamento per il giorno successivo per la firma del contratto.

Una foto pubblicata da Kathi (@sittingherewithmycoffee) in data:

Ricapitolando dunque, cosa serve per trovare una camera a Berlino?
1 – soldi
2 – pazienza
3 – spirito di adattamento
4 – tanto, tanto culo

Avete dubbi o domande? Volete raccontarci la vostra storia? Scrivete qui nei commenti o sulla nostra PAGINA FACEBOOK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.