Cosa vedere a Berlino

Negli ultimi anni c’è stato un boom esponenziale del turismo berlinese. La capitale della Germania sembra non subire crisi alcuna, nonostante i mille cantieri sempre aperti che ne deturpano il “paesaggio”, nonostante le continue chiusure di linee metro e S-Bahn per ammodernamento, nonostante il costante aumento dei prezzi. I turisti amano Berlino, più di quanto i berlinesi a loro volta amino queste orde di “invasori” che portano soldi e ricchezza nelle tasche del comune.

Lo scorso anno gli hotel cittadini han potuto godere di 28,7 milioni di notti prenotate, una cifra impressionante se pensiamo che la città è rinata da appena 25 anni e che solo ora sta lasciandosi alle spalle le scorie di un passato da dimenticare per proiettarsi definitivamente nel futuro. Ma cosa vogliono i turisti in città? Quali sono le attrazioni più richieste, i must che ogni visitatore richiede alle guide turistiche? Quali sono i monumenti più cliccati su web?

Cosa vedere a Berlino

Una stima unica non si può ovviamente fare. Berlino ha una sua essenza che le fa cambiare volto in base all’angolazione dalla quale la si guarda. Per noi italiani il luogo simbolo della città, quello che tutti vogliono visitare almeno una volta nella vita è – strano a dirsi – l’Olympiastadium. Il luogo dove la Nazionale di calcio si è laureata Campione del Mondo nel 2006 ai danni della Francia di Zinedine Zidane.

Per gli americani i luoghi simbolo ed imprescindibili sono due: Checkpoint Charlie e l’aeroporto di Tempelhof, due luoghi che ricordano il loro contributo alla sopravvivenza di Berlino Ovest. Peccato che quando si fa loro notare che il Tempelhof è stato chiuso da anni e che ora è un ritrovo di fricchettoni ci restano davvero male. Chissà cosa penserebbero però se qualcuno facesse loro notare che proprio lì nel sottosuolo del Tempelhof giacciono indisturbati da anni kili e kili di bombe scaricate dai loro nonni settant’anni fa. Loro però preferiscono farsi belli ricordando i kili di derrate alimentari scaricate durante il Ponte Aereo del 1948-49.

Molti russi invece ancora chiedono di Charlottengrad, una colonia di ebrei est-europei scappati negli anni 20 e 30 dall’Unione Sovietica (maggiori info sulla storia li trovate QUI).

Tutti però, nessun escluso, vogliono visitare ciò che resta del Muro. E quindi tra le cose da vedere a Berlino non può mancare la East Side Gallery, Il memoriale di Bernauerstraße e quello della Zimmerstraße. Parti di muro possono ancora essere trovare sulla Potsdamerplatz e nel Mauerpark.

Brandenburger Tor, Gendarmenmarkt, Museumsinsel, Alexanderplatz sono ancora nella topten dei luoghi preferiti dai turisti, ma ultimamente si sta vivendo un boom di attenzioni per la zona intorno alla Potsdamerplatz e al Sony Center, così come al rivitalizzato Ku’damm (meta preferita dai nuovi ricchi alla ricerca del lusso sfrenato al KaDeWe).

E i vostri luoghi preferiti in città quali sono invece? Se vi chiedessero di consigliare cosa vedere a Berlino, voi cosa segnalereste come assolutamente imprescindibile? Ditecelo qui nei commenti sulla nostra PAGINA FACEBOOK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.