Crea sito

Guida ai birrifici di Berlino: Stone Brewing Berlin

Oggi ci occupiamo di un birrificio berlinese, che in realtà berlinese non è. Stone Brewing è un colosso delle birre artigianali USA che ha deciso (primo nel suo genere) di aprire una “succursale” nel Vecchio Continente. E quale miglior location della “povera ma sexy” Berlino per metter su un birrificio di dimensioni mastodontiche? Stone Brewing Berlin sorge a Mariendorf, nei locali di una officina del gas del secolo scorso ormai in disuso.

Da San Diego a Berlino sud il passo è breve per un birrificio che vuole conquistare l’Europa. Perché questa scelta? Le birre americane sono molto amate da chi segue il movimento craft beer nel mondo, ma qui in Europa è difficile bere prodotti freschi di produzione. Il viaggio dagli States al Vecchio Continente intacca sempre la qualità delle birre. Da qui l’idea di Greg Koch – fondatore di Stone – di dotarsi di un impianto in Germania per poter aggredire il mercato europeo con prodotti finalmente freschi. Sarà facile invadere il mercato tedesco e berlinese in particolare? Forse sì, forse no.

Se da un lato è vero che tra hipster, americani, turisti e nerd della birra vari, Berlino vanta una scena che non ha nulla a che veder e con il resto della Germania, va pur detto che i quattro milioni di abitanti in città sono abituati alle birre di stile tedesco e ai prezzi delle birre tedesche. Stone Brewing Berlin produce birre di stile anglosassone: Ipa, stout, porter e spesso e volentieri esagera con i luppoli o con gli ingredienti poco convenzionali (almeno per chi è abituato alle birre prodotte sotto L’Editto di Purezza).

Gli ingredienti, specialmente i luppoli esotici, hanno un costo molto più alto rispetto a quelli usati per produrre le birre tedesche. Del resto usare luppolo bavarese costa meno che usare luppolo statunitense o neozelandese, questo lo capiamo anche noi che non abbiamo studiato Economia alla Bocconi.

Quello che conta però è la qualità. E quella di sicuro a Stone Brewing Berlin non manca. Le loro birre possono non piacere (e io personalmente non sono un fan dei loro prodotti), ma non si può negare che siano fatte bene e con giudizio. “I look forward to a day in the very near future, when we at Stone will be able to proudly shout from the rooftops of our German brewery: ‘Ich bin ein Berliner brauer! I am a Berlin brewer!’ ”, questo il discorso ormai celebre del proprietario del birrificio quando annunciò lo sbarco sul suolo berlinese. Gli americani sono un po’ così, lo sappiamo.

Quello che conta è che da Stone Brewing Berlin troviamo un impianto con venticinque spine, divise più o meno equamente tra birre della casa e birre ospiti, da bere in un luogo che ci ricorda la Berlino di un tempo. Al momento i lavori per l’impianto ed il ristorante sono ancora in corso, per questo non ci si può godere il luogo al 100%. In ogni caso il bellissimo Library Bar ed il beergarten sono già aperti al pubblico. Non resta quindi che dotarsi di un portafoglio pieno ed andarsi a godere queste creazioni birraie un po’ inusuali per la Germania.

Stone Brewing Berlin
Im Marienpark 23
12107 Berlino
http://www.stonebrewing.eu

Vi siete persi le puntate precedenti della Guida ai birrifici di Berlino? Nessun problema.

Berlino Caput Mundi si candida ai Macchianera Internet Awards 2016. Scopri come votarci cliccando qui!

Per rimanere aggiornati sugli ultimi articoli, potete cliccare “mi piace” sulla pagina Facebook ufficiale di Berlino Caput Mundi
Vuoi che le tue foto vengano utilizzate nei nostri articoli? Tagga le tue foto di Instagram con il tag #berlinocaputmundi e potrai essere protagonista sulle nostre pagine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.