Crea sito

Guida fotografica di Berlino: Friedrichshagen

C’è una Berlino che pochi conoscono. Una Berlino lontana dai riflettori, dalle orde dei turisti, dei tour organizzati. Una Berlino che non è fatta di hipster, di gentrification, di späti. Una Berlino graziosa, pulita, dai tratti quasi degni di una piccola città di provincia. Per trovarla, dovete venire con noi a Friedrichshagen, nel distretto di Köpenick.

A photo posted by Ty (@tyler_lehane) on

Un post condiviso da Sven Klebba (@svenklebba) in data:

Vi abbiamo già accennato di questa zona in altri articoli, oggi però ne approfondiamo la conoscenza. Prendiamo dunque la S3 direzione Erkner e scendiamo alla stazione omonima. Quello che ci si para davanti è il cuore pulsante di Friedrichshagen: la Bölschestraße. La strada è tutta sotto la tutela dei Beni Culturali, grazie alle botteghe e alle case risalenti alla seconda metà del 1700 che ancora ne abbelliscono l’aspetto. Non mancano anche pregevoli casette ad un piano di epoca coloniale, quando il villaggio di Friedrichshagen (fondato dal Re di Prussia Federico II) venne popolato da artigiani della Boemia e della Slesia, terre da poco conquistate a discapito dell’Austria dell’Imperatrice Maria Teresa.

A photo posted by @moewen_gem on

A photo posted by Eike | Berlin (@ecmeyer23) on

I monumenti più importanti della zona sono due. La neogotica Christophorus-Kirche (eretta tra il 1901 ed il 1903) domina il paesaggio e caratterizza da più di un secolo l’aspetto della Marktplatz. Più piccola nelle dimensioni, ma non in ordine di importanza, la statua di Federico II che ancora oggi veglia sulla piazza. Distrutta durante la guerra, la copia attuale è opera dello scultore armeno Spartak Babajan, a cui fu commissionata dagli stessi abitanti di Friedrichshagen ad inizio anni 2000.

Un post condiviso da Marco (@marcosenkpiel) in data:

Un post condiviso da Karin (@karin12587) in data:

La vicinanza al Müggelsee ha da sempre reso Friedrichshagen un luogo di riposo, di meditazione e di cura. Già a fine Ottocento vennero costruite diverse ville per permettere alla borghesia del tempo di godere dell’aria fresca e salutare del luogo. Sorsero spiagge lungo il lago, Cafe e biergarten. Alcuni di questi ancora sopravvivono oggi. La particolarità del territorio rese anche possibile la nascita di un movimento artistico composto principalmente da poeti: il Friedrichshagener Dichterkreis. Poeti che scappavamo dal trambusto della metropoli prussiana alla ricerca del contatto con la Natura.

Un post condiviso da Oleg Dehl (@olegdehl) in data:

Cosa fare oggi a Friedrichshagen? Il Naturtheater (teatro naturale costruito all’interno di un parco dietro la Sbhan), offre spazio a diverse manifestazioni artistiche. D’estate si trasforma in uno dei cinema all’aperto più interessanti di Berlino. Se amate il cinema inoltre, non potete mancare visita al Kino Union. Alla fine della Bölschestraße, arrivati quasi al Müggelsee, trovate Chocolat, una boutique tutta dedicata al cioccolato! Se vi piace la buona musica, la birra e la buona compagnia appuntatevi queste due date: 11 Marzo e 7 Ottobre. La Kneipenfest Friedrichshagen riempirà i bar e i pub delal zona con musica dal vivo e tanto intrattenimento!

A photo posted by Dani (@danibutterflyfish) on

RILEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DELLA SERIE “GUIDA FOTOGRAFICA DI BERLINO”

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.