Crea sito

Kottbusser Tor. Con la C e con l’H?

Godebutz, Codbusch, Cadbuß, Kohebuz, Kotpus, sono solo alcuni dei tanti nomi che la città di Cottbus ha avuto in passato. Tante varianti per indicare il nome della seconda città del Brandeburgo. Anche qui a Berlino il destino legato al nome della città nei pressi dello Spreewald ha lasciato le sue importanti tracce. Dove? Proprio lì, in una delle zone più amate dai giovani (e meno giovani) “alternativi” della città, a Kreuzberg. Il nome Kottbusser Tor è infatti il ricordo che rimane oggi di quelle che una volta erano le mura cittadine di Berlino. Se qui nella Capitale si continua ad utilizzare la K, nella città del Brandeburgo si è passati al nome odierno Cottbus già nel 1902.

U-Bahn Berlin Kottbusser Tor Hochbahnhof 1902.jpg
Von Unbekannt - Zur Eröffnung der IV. Teilstrecke der GN-Bahn Boddinstraße—Leinestraße und des Hochbahnhofs Kottbusser Tor am 4. August 1929. Festschrift, Hrsg. BVG und NSAG, S. 5., Gemeinfrei, Link

E se vi dicessi che il nome della fermata fino a 100 anni fa era Kottbusser Thor con l’h? No, nessun riferimento al Dio vichingo, semplicemente una grafia diversa. La Porta di Cottbus (così tradurremmo in italiano Kottbusser Tor) come dicevo faceva parte delle vecchie mura di cinta della città e si trovava su una via commerciale che univa Berlino a Dresda e Cottbus, appunto. Era lì che si controllava la merce che veniva portata nella capitale e si riscuotevano le tasse sull’importazione. La Kotbusser Tor è stata una delle prime sezioni delle mura di Berlino ad essere abbattuta, nel 1865.

Nella zona dove si trovava la porta fu costruita la stazione della Hochbahn (l’odierna U1), che inizialmente portava il nome Kottbuser Thor e si trovava ad un centinaio di metri di distanza dalla posizione odierna. Inaugurata nel febbraio 1902 e demolita qualche anno più tardi, la stazione (che nel frattempo aveva adottato il nome con il quale la conosciamo ancora oggi) fu ricostruita nel 1929 per permettere la connessione con la Gesundbrunnen-Neuköllner-Bahn, quella che diventò poi la U8.

Flickr - IngolfBLN - Berlin - U-Bahnhof Kottbusser Tor (53).jpg
Von IngolfBLN - Berlin - U-Bahnhof Kottbusser Tor, CC BY-SA 2.0, Link

Negli ultimi anni i dintorni del sottopasso tra U1 e U8 sono diventati una delle zone dello spaccio e dello scippo in zona (come la vicina fermata Görlitzer Bahnhof), ma resta comunque una delle fermate obbligatorie per chi vuole godersi la vita notturna berlinese. Nei pressi di Kotbusser Tor troviamo infatti il famoso S036, ma anche bar famosi come il Luzia o ristoranti tipici come il Max&Moritz o il famoso ristorante turco Hasir.

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.