Crea sito

La riunificazione tedesca del 3 ottobre 1990 e i monumenti che la celebrano

Giorno di festa oggi qui in Germania. Esattamente ventisette anni fa si concluse un processo iniziato il 23 agosto 1989, continuato il 9 novembre dello stesso anno (la caduta del Muro) e terminato appunto il 3 ottobre 1990 con l’annessione dei vecchi territori della DDR nella Repubblica Federale. Si parla di “Riunificazione” delle due Germanie, anche se in modo tecnico si è trattato appunto di un’annessione. Non starò qui a fare un trattato storico-politico. Per maggiori informazioni vi rimando a qualche buon libro sull’argomento o alla sempre valida Wikipedia.

Se siete in giro per Berlino (a differenza mia che sto chiuso in ufficio a lavorare), vi segnalo i monumenti alla Riunificazione che sono stati costruiti qui in città. Alcuni sicuramente li conoscete già, altri sono sicuro che saranno una sorpresa, anche per chi vive a Berlino da anni ed anni.

Il “Sinkende Mauer” nell’Invalidenpark. Proprio lì dove una volta passava il Muro, oggi c’è questa costruzione che ne ricorda la caduta.

A photo posted by @berlinocaputmundi on

Nel parco della Liesenstraße, angolo Chaussestraße, c’è la scultura di Hildegard Leest chiamata “Wiedervereinigung”. Riunificazione, appunto

“Der Rufer”, scultura nei pressi della Porta di Brandeburgo. Una scultura in bronzo di tre metri costruita nel 1989 che rappresenta un uomo che urla, alla ricerca della pace e del diritto di opinione.

Il “Molecule Man” di Jonathan Borofsky è forse il monumento più conosciuto tra quelli inclusi in questa lista. quanti di voi sanno che questa imponente scultura sulla Spree altro non è che un simbolo della riunificazione dei tre quartieri Kreuzberg (ex-Ovest), Treptow e Friedrichshain (ex-Est)?

Dal 1955 nella Theodor-Heuss-Platz brucia la fiamma perpetua sopra le parole “Freiheit, Recht, Friede” (Libertà, diritto, pace). Un monumento contro la divisione, in una delle piazze più significative di Berlino

LEGGI ANCHE: L’ANNIVERSARIO DELLA CADUTA DEL MURO

Sulla Rudi-Dutschke-Straße, i busti dei “Väter der Einheit” (Helmut Kohl, Michail Gorbatschow e George Bush) ricordano chi sono i padri della riunificazione.

A photo posted by visitBerlin (@visit_berlin) on

Ogni volta che passo dalle parti del KaDeWe mi imbatto in questa scultura sulla Tauentzienstraße. L’opera d’arte di Brigitte e Martin Matschinsky-Denninghoff, chiamata semplicemente “Berlin” è anch’essa un monumento alla Riunificazione

Ad Humboldthain, trovate il “Mahnmal der Einheit Deutschlands”, regalo dello scultore Arnold Schatz all’allora sindaco Willy Brandt.

Ho dimenticato qualcosa? Conoscete altri monumenti alla Riunificazione tedesca?

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.