Crea sito

L’offerta musicale di J.S. Bach a Berlino

La figura di Johann Sebastian Bach è universalmente associata a Lipsia, e non potrebbe essere altrimenti. Ai suoi tempi Berlino non era che una città in sviluppo, ancora diversa per lingua, tradizioni e finanche maturità culturale rispetto agli altri centri europei. Per questo la famiglia Bach non ha mai avuto modo di visitare il Brandeburgo fino a quando Carl Philipp Emanuel Bach (uno dei numerosi figli del più famoso compositore tedesco) si trasferì proprio alla corte di Federico II. Ed è grazie alla presenza del figlio a Berlino che Johann Sebastian Bach aumentò i suoi contatti con la città. Nel 1747 ebbe modo di visitare la Staatsoper sulla Unter den Linden, inaugurata appena cinque anni prima.

Durante quella visita al figlio ebbe luogo un incontro importante che diede vita ad una delle composizioni più conosciute del “vecchio” Bach: Das Musikalische Opfer. Il 7 maggio del 1747 infatti Johann Sebastian Bach fu ospite di Federico II presso il Castello di Sans Souci a Potsdam. In quell’occasione il Re volle mostrare al famoso compositore una recente invenzione, il fortepiano. Ma non solo. Federico II donò a J.S. Bach un lungo e complesso tema musicale, sfidandolo ad improvvisare delle variazioni sul tema. Lavoro abbastanza semplice per il “re delle fughe”, che improvvisò dunque una fuga a tre voci. Non soddisfatto, Federico II alzò il tiro chiedendo una fuga a sei voci. Johann Sebastian Bach non si tirò indietro, ma chiese al Re del tempo per preparare la composizione con calma, una volta a casa a Lipsia.

Bach a Berlino

Il giorno seguente Johann Sebastian Bach si esibì presso la Heilig-Geist-Kirche di Potsdam, in un concerto che rimase memorabile nelle cronache dell’epoca, si congedò dal Re, ma non dimenticò la promessa fatta. E così, due mesi dopo la sua visita alla corte di Federico II, J.S.Bach spedì al Re l’Offerta Musicale. Un’opera troppo complessa per sua maestà, un semplice flautista amatoriale, ma decisamente un regalo apprezzato.

Quel che rimane dunque della visita di Johann Sebastian Bach a Berlino è un’opera tra le più articolate e complesse mai composte, universalmente considerata uno dei vertici più alti mai raggiunti nella storia della musica. Nel widget qui sotto potete ascoltare la Musikalisches Opfer eseguita dai Musica Antiqua Köln, registrazione del 1979. Oltre alla composizione di cui vi abbiamo parlato, trovate anche la Sonata per flauto in Mi maggiore (BWV 1035), composta anch’essa a seguito della visita di Bach a Berlino.

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.