Crea sito

Museum Barberini: Impressionisti e Modernisti a confronto

So che ai lettori di Berlino Caput Mundi interessano ben poco i post sull’arte a Berlino. Una delle domande che mi viene fatta più spesso in privato su facebook verte però su musei e mostre interessanti da visitare. Quindi, anche se so che l’argomento non è tra i più apprezzati, continuerò a segnalarvi mostre interessanti da visitare. Stavolta però ci allontaniamo da Berlino ed andiamo a Potsdam, nel nuovo arrivato Museum Barberini. Inaugurato alla fine di gennaio in presenza di Frau Merkel, questo nuovo indirizzo della cultura nel Brandeburgo è facilmente raggiungibile dalla stazione centrale di Potsdam, e quindi da Berlino.

Una foto pubblicata da Potsdamer Neueste Nachrichten (@pnn_de) in data:

Una foto pubblicata da Sandra Ratkovic (@sandraratkovic) in data:

Il Museum Barberini altro non è che il luogo dove il milionario tedesco Hasso Plattner (co-fondatore di SAP) mostrerà parte della sua collezione privata, con l’aggiunta di prestiti prestigiosi da parte di altre istituzioni museali mondiali. L’inizio del Museum Barberini è col botto, come diremmo a Roma. Due mostre in contemporanea, una dedicata agli Impressionisti e una ai Modernisti. E così, con un biglietto che costa appena 14 euro, è possibile godere da un lato di opere di Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir e Gustave Caillebotte, dall’altra di Andy Warhol, Edvard Munch e Wassily Kandinsky. Nomi altisonanti che donano gran lustro al nuovo museo dell’arte alle porte di Berlino.

Una foto pubblicata da Michael Kolkmann (@herrkolkmann) in data:

Una foto pubblicata da Museum Barberini (@museumbarberini) in data:

Uno dei punti di forza della mostra dedicata ai modernisti (intitolata “Modern Art Classics”) è una delle cinque versioni di “Ragazze sul ponte” di Munch, nello specifico quella acquistata da un anonimo lo scorso novembre durante un asta da Sotheby a New York per 54.5m dollari. La presenza dell’opera al Museum Barberini lascia poco spazio alla fantasia su chi sia il magnate che si è aggiudicato l’opera durante l’asta… Altra opera degna di nota la “Mona Lisa Four Times” di Warhol.

Una foto pubblicata da Michael Kolkmann (@herrkolkmann) in data:

Una foto pubblicata da Museum Diary (@museumdiary) in data:

Una foto pubblicata da Wera (@wera_w) in data:

Spostandoci invece nel settore degli impressionisti, non possiamo non apprezzare “Sous les peupliers” di Monet o i “Pescatori sulla Senna” di Caillebotte. Come se non bastasse, a completare la visita del Museum Barberini troverete opere di artisti risalenti alla DDR. Nello specifico grande attenzione viene data a Wolfgang Mattheuer, la cui scultura Der Jahrhundertschritt accoglie i visitatori del Museo all’esterno.

Una foto pubblicata da Marie-Louise Berg (@ml.berg) in data:

Una foto pubblicata da Museum Diary (@museumdiary) in data:

Museum Barberini
Alter Markt
Humboldtstraße 5–6
14467 Potsdam
http://museum-barberini.com/

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.