Perchè l’orso è il simbolo di Berlino?

Passeggiando in città, colpisce la presenza di orsi decorati con i più svariati motivi posti in angoli più o meno significativi della città. Chi viene a Berlino per la prima volta non rimane di certo indifferente ai Berliner Bären. Turisti in fila per fare la foto abbracciati all’orso (me compreso, 10 anni fa), visitatori che comprano le riproduzioni in miniatura come souvenir… ma dove sorge questo legame tra la città di Berlino e gli orsi?

Skulptur Unter den Linden 41 (Mitte) Buddy Bär Severin & Kühn.jpg
Von OTFW, Berlin - Selbst fotografiert, CC BY-SA 3.0, Link

Un orso simbolo di Berlino: una tradizione che risale alla fondazione della città. Per molto tempo si è pensato che il nome stesso della città significasse “orsacchiotto”, dal termine tedesco “Bär” (orso) più il suffisso -lein / – lin, diminutivo del tedesco moderno. Studi recenti hanno dimostrato come invece il nome della città sia di origine slava, come le prime popolazioni che popolarono questo angolo di terra nei pressi della Spree. Brlo o Berl, termini slavi che significano “palude”. E tutti sappiamo benissimo come Berlino sia fondamentalmente una città galleggiante su un immenso bacino d’acqua sotterraneo originatosi al termine dell’ultima glaciazione.

Eppure, l’orso simbolo di Berlino esiste dai primordi della storia cittadina. Oggi si ritiene che la scelta dell’orso come animale araldico di Berlino sia un omaggio a Albrecht I detto “l’orso”, conquistatore e fondatore della Marca del Brandeburgo. Del resto l’orso appare sulle bandiere e sulle monete di Berlino dal XIII secolo. Il primo sigillo a rappresentare la città di Berlino con l’orso risale appunto al 22 Marzo 1280: un sigillo che rappresenta due orsi scudati e riportante la frase “Sigillum burgensium de berlin sum”, ovvero “Sono il sigillo dei cittadini di Berlino”. La zampa sollevata dovrebbe rappresentare l’indipendenza di Berlino, ma la presenza dell’Aquila del Brandeburgo al centro sembra suggerire una interpretazione diversa.

Seal Berlin 1280.png
Von scan Jwnabd - Wolfgang Schneider: Berlin. Gustav Kiepenheuer Verlag, Leipzig und Weimar 1983, S. 37., Gemeinfrei, Link

Fino al 1875 l’orso di Berlino viene rappresentato come un orso addomesticato (con tanto di collare), sempre in compagnia dell’Aquila del Brandeburgo. Solo a partire da quella data l’iconografia ci rimanda un orso selvatico con il pelo ispido. Dal 1935 l’orso diventa l’unico animale araldico di Berlino ed oggi campeggia in ogni bandiera cittadina, sugli stemmi delle associazioni sportive cittadine (tra cui la Union Berlin e gli Eisbären Berlin), ed ovunque nel mondo viene esportato come simbolo della città. Non a caso anche il premio della Berlinale – il festival del cinema di Berlino – è un orso dorato. Questo spiega anche il particolare affetto dei berlinesi nei confronti dei vari orsi nati negli zoo cittadini (Knut, Fritz ed Herta sono solo gli ultimi in ordine temporale)

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.