La rassegna d’arte più longeva di Berlino: il 48 Stunden Neukölln

Negli ultimi anni Berlino è diventata il centro più vitale d’Europa quando si parla di arte, in tutte le sue forme. Aprono in continuazione gallerie d’arte, i teatri non risentono di crisi alcuna, artisti da ogni dove vengono qui e – attratti dagli affitti davvero a buon mercato – aprono i loro atelier in zone popolari e prive di qualsivoglia interesse artistico/culturale. Non mancano neanche gli eventi che cercano di promuovere l’arte in ogni sua forma. Tra questi, uno dei più famosi e longevi e il 48 Stunden Neukölln (questo il sito ufficiale).

Il festival si tiene ormai dal 1999 nella zona nord del quartiere e ogni anno presenta un tema diverso. Quest’anno la tematica del 48 Stunden Neukölln sarà il “Coraggio”. Un tema che pone questioni importanti come l’integrazione, l’apertura della società a nuove sfide, come il quartiere (uno dei più multikulti di Berlino) riesca a far convivere persone di provenienza diversa, vecchi e nuovi immigrati. Il coraggio quindi di creare delle giuste condizioni per agevolare un senso di comunità che nella capitale tedesca spesso manca, soprattutto in realtà così particolari, borderline ed eccessivamente multiculturali.

L’arte può quindi diventare uno strumento per agevolare – attraverso la ricerca del bello – questo melting pot, questa voglia di superare i confini, buttare giù i muri che ancora oggi le varie comunità nazionali presenti a Berlino (che spesso restano isolate le un le altre senza mai entrare veramente in contatto) costruiscono intorno a sé. Trecento progetti artistici presentati in circa 200 locali nell’ultimo weekend di Giugno. A questi vanno aggiunte le circa 100 gallerie d’Arte che apriranno le loro porte al pubblico. Tutto questo ovviamente gratis.

LEGGI ANCHE: BERLIN STREET ART: TOUR DEI GRAFFITI A BERLINO

Segnatevi quindi queste date e prenotate un viaggio a Berlino: 27-29 Giugno 2014. Potrebbe essere un’ottima occasione per scoprire un lato della città di cui si parla tanto, ma che nella maggior parte dei casi sfugge agli occhi dei turisti (e di molti residenti), troppo spesso attratti da eventi underground di dubbio gusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.