Viaggio nel tempo: la Berlino del Muro a portata di click

Quando si parla di Berlino l’associazione più semplice è quella con il Muro che per decenni l’ha divisa. Ogni giorno andando al lavoro penso a come sarebbe stato complicato 30 anni fa per me recarmi in ufficio, visto che ogni giorno avrei dovuto attraversare il confine almeno quattro volte. Ovest-Est, Est-Ovest e viceversa, un andirivieni che mi avrebbe stressato più di quanto un essere umano medio sarebbe in grado di sopportare. Per fortuna oggi nel 2014 non dobbiamo più vivere una situazione assurda come quella che han vissuto i berlinesi fino al 1989, ma per tutti i turisti che vogliono farsi un’idea di come fosse la vita durante il Muro c’è ora un’applicazione (disponibile sia per iOS che Android) che grazie alla realtà aumentata vi permette di rivivere la Storia di Berlino.


Con Timetraveler (qui il link per scaricare l’app) è possibile rivivere tutti i passaggi più importanti della storia del Muro: dalla sua costruzione alla sua demolizione. Il vostro cellulare diventerà una finestra sul passato e sarete voi i testimoni di quanto accaduto. La drammatica fuga di Frida Schulze dalla finestra del suo appartamento, la demolizione della Chiesa della Riconciliazione, il salto della guardia di frontiera Conrad Schumann sopra il filo spinato, il volo della famiglia Rosin e molti altri momenti che hanno segnato la Storia della città si materializzeranno davanti ai vostri occhi.

Undici punti salienti, undici schede informative. Video, foto e didascalie che vi aiuteranno a capire meglio cosa sia stato per i berlinesi vivere in una città divisa. L’applicazione esiste sia in versione free che a pagamento (1,79€). L’ho provata lo scorso fine settimana nei pressi di Pankow e devo dire che per chi è qui come visitatore si tratta di un ottimo strumento di supporto per scoprire la città. Tutto quello di cui avete bisogno è uno smartphone/tablet, un localizzatore GPS e una connessione internet.

LEGGI ANCHE: LE MIGLIORI APP PER VISITARE BERLINO

A venticinque anni dalla sua caduta, il Muro continua ad affascinare milioni di visitatori. C’è chi si approccia alla Storia con mille domande che non trovano (e non troveranno) mai risposta, chi in silenzio rispettoso pensa a quanto dolore ha portato questa costruzione e chi non riesce proprio a capire la vera essenza del Muro. La speranza è che grazie a Timetraveler anche questi ultimi riescano ad aprire la propria mente. Nell’era digitale, nell’era delle condivisioni e dei follower, nell’era dell’informazione sempre e comunque, nell’era dei cellulari che tutto fanno tranne che svolgere la loro funzione primaria di telefono, basterà un’applicazione e basteranno un paio di click a far capire ai più giovani cosa il Muro di Berlino abbia significato per il mondo diviso in due blocchi? Per una Germania divisa in due? Per una città divisa in due…

Per rimanere aggiornati su Berlino Caput Mundi, potete cliccare “mi piace” qui, ovvero sulla pagina Facebook uffiiciale di Berlino Caput Mundi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.